copertina

La rete a maglie larghe

Håkan Nesser

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: Carmen Giorgetti Cima
Editore: TEA
Collana: TEA mistery
Anno edizione: 2020
Formato: Tascabile
In commercio dal: maggio 2020
Pagine: 256 p., Brossura
  • EAN: 9788850257300
Salvato in 1 lista dei desideri

€ 11,40

In uscita da: maggio 2020

Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Brutta giornata per Janek Miller: i postumi di una sbornia colossale, i ricordi pochi e confusi e il cadavere della sua giovane e amatissima moglie, Eva, nella vasca da bagno. Fin troppo scontato il verdetto: colpevole. Sei anni, la pena. Ma il commissario Van Veeteren non è convinto della sua colpevolezza e insieme alla sua squadra scava nel passato di Eva. Un passato che nasconde molti segreti: un precedente matrimonio finito dopo la morte per annegamento del figlio di quattro anni, un padre violento, un gemello sparito in Canada, un antico fidanzato morto in circostanze strane. E infine, a complicare ulteriormente le cose, un nuovo e improbabile omicidio... Separato dalla moglie, con due figli, il commissario Van Veeteren vive da solo con il suo cane in una cittadina del nord Europa. Ama gli scacchi, ascolta Händel e gioca a badminton con un collega. L'esperienza lo ha reso scettico, solitario e malinconico, ma anche profondamente umano e, nei casi che affronta, ciò su cui la sua attenzione finisce per concentrarsi sono i moventi più nascosti dell'animo umano.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4
di 5
Totale 6
5
1
4
4
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Isa

    21/09/2016 09:28:23

    "Non si poteva negare che c'era della sostanza, e forse era soltanto come al solito...che le cose grandi e difficili non si lasciano catturare in un altro modo che in quella rete a maglie larghe formata dal grossolano intreccio di serietà e burla."

  • User Icon

    ANDREA

    16/01/2015 15:50:29

    Nesser è un poeta! la trama è semplice ma avvincete ma ciò che rimane impresso è lo stile di scrittura di questo autore!

  • User Icon

    elda

    03/01/2011 13:31:06

    Ben scritto, ha un impianto narrativo ben strutturato e una trama avvincente.

  • User Icon

    Paolo

    14/06/2003 18:08:01

    "Quando finalmente troviamo cio' che avevamo cercato nelle tenebre, scopriamo quasi sempre che era esattamente quello. Tenebre." - C. G. Reinhart - Questo è il primo libro tradotto in Italia di questo autore che nei paesi scandinavi, ha vinto il prestigioso premio Glasnyckeln, premio che viene dato ai romanzi polizieschi. Dopo Peter Hoeg (Il senso di smilla per la neve), Karen Blixen (La mia africa), Henrik Stangerup (L'uomo che voleva essere colpevole) e Knut Hamsun (Pan), i paesi scandinavi ci regalano un altro scrittore da scoprire! La trama è intrigante e scorrevole, perfetta per un film...infatti le azioni narrate passano davanti agli occhi dell'immaginazione come scene di un buon poliziesco. Ci sono, inoltre, altri ingredienti che rendono "perfetto" il mix: l'inquetudine, le atmosfere noir, la giusta dose di suspense e il personaggio dell'ispettore Van Veeteren che è "simpaticamente" antipatico. La storia inizia con Janek Mitter, professore di liceo, che si sveglia dopo un'abbondante sbronza, non ricordando dove si trova, ma percependo l'ambiente familiare. Nella vasca da bagno, trova la sua giovane moglie morta, ecco che inizia un vero e proprio calvario nella memoria. Il finale sorprende, la mente inizia il processo di flashback che si incatenano illuminando i dettagli che abbiamo tralasciato, ma che non sono scappati all'intuito di Van Veeteren! Un'ennesima scoperta nordica. "La realtà è più strana di ogni immaginazione". - Vecchio adagio -

  • User Icon

    chiara Grassi

    06/05/2002 19:20:41

    scritto molto bene e i personaggi sono perfetti, soprattutto l'accusato: sembra di vivere in prima persona la sua amnesia e la sua pazzia. Il commissario è OK, e il dialogo è quasi sempre ben condotto. Anche se lo si può includere nella letteratura gialla, va ben al di sopra della media, e forse è quasi superiore a Mankell, svedese anche lui.

  • User Icon

    Emanuele

    22/03/2002 10:16:41

    Simpatico il personaggio del commissario. Simpatici i suoi colleghi. Clima molto misterioso all'inizio del libro. Finale non all'altezza della prima parte(come spesso capita nei gialli).

Vedi tutte le 6 recensioni cliente
  • Håkan Nesser Cover

    Scrittore svedese di romanzi polizieschi. Ha insegnato lettere in un liceo, ma dopo il successo ottenuto dai suoi primi romanzi si è dedicato interamente alla letteratura. Molti dei suoi gialli hanno come protagonista il commissario Van Veeteren. I suoi libri sono stati tradotti in molte lingue, tra cui l'italiano, e da alcuni di essi sono stati tratti film o serie televisive. Nel 2000 ha vinto, con Carambole, il premio Glasnyckeln ("Chiave di vetro") per il miglior romanzo poliziesco scandinavo. Dal 2000 la TV svedese ha prodotto una serie di film basati sui casi del commissario Van Veeteren: alcuni sono basati su romanzi già pubblicati, altri sono stati scritti espressamente per la televisione da Nesser.Della serie che ha per protagonista il commissario Van Veeteren, Guanda... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali