Il ricatto dei mercati. Difendere la democrazia, l'economia reale e il lavoro dall'assalto della finanza internazionale

Lidia Undiemi

Collana: Inchieste
Anno edizione: 2014
In commercio dal: 16 ottobre 2014
Pagine: 268 p., Brossura
  • EAN: 9788868330910

nella classifica Bestseller di IBS Libri - Economia e diritto - Economia - Economia internazionale - Finanza internazionale

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
"Non si può fare altrimenti. Ce lo chiedono i mercati": è la formula dietro cui politici ed economisti si trincerano quando devono giustificare le misure draconiane che stanno mettendo in ginocchio l'Italia. Ma è davvero così? Quali gruppi e interessi concreti si celano dietro queste entità inafferrabili che esprimono la loro preoccupazione, avanzano richieste e, all'occorrenza, fanno cadere governi legittimamente eletti? L'inchiesta di Lidia Undiemi risponde analizzando le fasi più significative della crisi dei debiti che dal 2011 attanaglia l'Eurozona e mettendo a nudo il disegno politico che soggiace al sistema di regole economiche e dispositivi di salvataggio presentati dai media come una panacea: consegnare le risorse produttive delle nazioni in difficoltà e i diritti sociali conquistati dalle generazioni precedenti nelle mani di una nuova autocrazia finanziaria. Ma l'analisi critica, per quanto doverosa, non basta. Ecco perché l'autrice propone una soluzione che, se accolta a livello internazionale, potrebbe contribuire ad arrestare questa folle corsa verso l'abisso.

€ 13,60

€ 16,00

Risparmi € 2,40 (15%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Mau

    25/04/2018 17:40:33

    ero scettico, ma un ottimo tsto che ho apprezzato. Regalata una copia ad un amico

  • User Icon

    Giovanni

    19/04/2015 20:42:59

    Dopo aver letto vari libri su aspetti diversi della crisi (Stiglitz, Roubini, Amato e Fantacci, Onado, Krugman ecc) ho trovato in questo volume un approccio molto interessante e per me quasi inedito, che lega economia e diritto in modo molto stretto ed originale. Bellissimi il secondo ed il quarto capitolo del libro, come anche la prefazione di Roberto Scarpinato. Il libro è utile ed interessante sotto vari aspetti: per chi voglia capire attraverso quali meccanismi istituzionali si sta cercando di salvaguardare il capitale internazionale a scapito dei lavoratori e di interi stati; ma e' utile anche per chi voglia sapere come fenomeni molto complessi si legano ad aspetti assolutamente quotidiani del mondo del lavoro. Una lettura veramente consigliabile.

Scrivi una recensione