Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Riccardino. Seguito dalla prima stesura del 2005 - Andrea Camilleri - copertina

Riccardino. Seguito dalla prima stesura del 2005

Andrea Camilleri

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Collana: Fuori collana
Anno edizione: 2020
In commercio dal: 16 luglio 2020
Pagine: 590 p., Brossura
  • EAN: 9788838940774
Salvato in 127 liste dei desideri

€ 19,00

€ 20,00
(-5%)

Punti Premium: 19

Venduto e spedito da IBS

spinner

Disponibilità immediata

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA Verifica disponibilità in Negozio

Riccardino. Seguito dalla prima stesura del 2005

Andrea Camilleri

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Riccardino. Seguito dalla prima stesura del 2005

Andrea Camilleri

€ 20,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Riccardino. Seguito dalla prima stesura del 2005

Andrea Camilleri

€ 20,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (17 offerte da 19,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

L'ultima indagine del commissario Montalbano in una edizione speciale in cui vengono presentate due versioni del romanzo, quella definitiva del 2016 e la prima scritta dall'autore nel 2005 e rimasta nel cassetto della casa editrice fino ad ora.

«I lettori si ritrovano proiettati su un palcoscenico pirandelliano, spettatori di un ultimo atto su cui risuona la voce del Maestro» - Stefania Parmeggiani, Robinson

«La fine di Montalbano l'ho già scritta più di 13 anni fa. Recentemente l'ho rimaneggiata dal punto di vista stilistico, ma non del contenuto. Finirà Montalbano, quando finisco io, uscirà l'ultimo libro. Quello che posso dire è che non si tratta tanto di un romanzo, quanto di un metaromanzo dove il Commissario dialoga con me e anche con l'altro Montalbano, quello televisivo.» - Questa una delle ultime dichiarazioni di Camilleri sul suo personaggio più celebre e sul finale della serie che lo vede protagonista.

Di questa opera viene pubblicata anche questa edizione speciale in cui vengono presentate entrambe le versioni del romanzo, la prima datata 2005 e quella definitiva. Il lettore potrà così seguire i mutamenti di quella lingua individuale, unica, inventata da Andrea Camilleri e la sua evoluzione nel corso del tempo. Una sperimentazione alla quale lo scrittore teneva moltissimo e che viene resa così evidente dal confronto tra le due versioni.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,89
di 5
Totale 19
5
9
4
5
3
1
2
2
1
2
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    La Bibliatra

    07/02/2021 12:59:01

    [estratto dal Blog] [,,,]Mi aspettavo che il romanzo finale contenesse risposte a queste domande, una sorta di “vissero felici e contenti”, mentre, invece, Andre Camilleri ci ha ancora una volta sorpresi con un’uscita dalle scene ad effetto del commissario Montalbano. Come? Lo scoprirete solo leggendolo! Sinceramente ne sono rimasta delusa, non mi aspettavo un finale così, mi ha lasciata interdetta e dispiaciuta, ma pensandoci bene è stato un finale geniale, un vero tocco d’autore. Ho acquistato la copia di “Riccardino” che contiene entrambe le stesure, la prima, del 2005 e quella definitiva del 2016 ed ho proceduto con la lettura parallela, capitolo per capitolo, annotando le differenze tra le due versioni.[...]Le differenze evidenti, infatti, riguardano la lingua: nella redazione finale c’è un uso più marcato del dialetto, anzi della “lingua vigatese”,[...]Altra differenza importante nel passaggio da una versione all’altra è che nella prima versione viene citato “Camilleri” col suo nome, mentre in quella del 2016 diventa “l’Autore”.[...] divertente e significativo il continuo confronto tra autore e personaggio, Un omaggio alla tradizione pirandelliana, mai prima d’ora Camilleri aveva fatto “incursioni” nel romanzo che sta scrivendo, è un unicum che ci ha riservato al finale.[...]Altra novità, infatti, è l’insofferenza di Montalbano nei confronti del suo doppio televisivo.[...]Sembra quasi geloso del personaggio televisivo, più giovane e più famoso e cerca di fare sempre il contrario di quello che farebbe il suo celebre alter ego.[...]L’omicidio di Riccardino, quella che dovrebbe essere la vera vicenda al centro del romanzo, viene quindi posta in secondo piano rispetto a tutto il resto. Un romanzo anomalo, quindi, persino per Camilleri, ma per questo straordinario. Dove non mancano i tratti tipici della scrittura dell’autore[...]ci lascia una sorta di nostalgica insoddisfazione nella consapevolezza di non poter più godere della incantevole penna del grande Maestro.

  • User Icon

    Valentina

    27/01/2021 22:55:13

    Il libro presenta le due versioni del romanzo, la storia è uguale cambia solo il linguaggio. Mi è piaciuto molto.

  • User Icon

    dd

    30/12/2020 14:09:14

    Ultimo capolavoro di Camilleri.

  • User Icon

    Lavi1937

    24/11/2020 15:11:13

    Questo è l’ultimo (purtroppo) romanzo di Camilleri su Montalbano, che – per espresso volere dell’autore – esce postumo. Debbo dire che mi sono preoccupato di acquistarlo appena tornato dalle vacanze, ma non l’ho letto subito. Mi aspettavo delle grosse differenze, almeno linguistiche, tra le due versioni, ma non ce ne sono; però, poiché ho amato Camilleri forse come nessun altro scrittore italiano (non solo per la comune origine siciliana: lo considero un patrimonio della nostra letteratura), debbo dire che alcune semplici sfumature dialettali – spesso italianizzate nella versione ufficiale, prima parte del volume identica alla versione “unica” – non sono tali da giustificarne il prezzo, che Sellerio ha contenuto in una volta e mezza, o poco meno, di quello della versione unica. La grossa novità (ha al centro, fin dall’inizio, un omicidio misterioso) consiste nel “dialogo” tra Montalbano e il suo autore, “l’autore” come lo chiama lui, e “il professore”, come lo chiama Catarella. A parte la vicenda, questo espediente – far intervenire nelle “cose montalbaniche” il Camilleri stesso che telefona al commissario – è usato solo in questo romanzo, a quanto ricordo. Su quattro recensioni lette, una sola è positiva. Concordo con l’autore di questa1, Jacob Stephen, col quale ho in comune dettagli caratterizzanti il romanzo. Anch’io ho apprezzato i riferimenti a Montalbano “picciriddu”, alla vicenda del triciclo regalatogli dalla mamma morta quando lui era bambino”, e di cui non ricorda che “una nuvola di capelli del colore delle spighe di grano maturo”. Fin qui ho riportato i punti salienti della mia recensione: chi fosse interessato a leggerla per intero la trova nel sito www.circololeopardi.ilcannocchiale.it (sito di un circolo di lettura di una biblioteca romana). Lavinio (1): Jacob Stephen – Grazie Mammì, grazie Maestro – Amazon, recensioni di “Riccardino seguito dalla prima stesura del 2005”

  • User Icon

    alessandra

    06/10/2020 17:31:27

    Avevo tanta paura di leggere questo libro, dopo tutti i romanzi di Montalbano che ho letto ed amato, paura di rimanere delusa, paura di non rimanere delusa ma di soffrire... Invece ho trovato un capolavoro, un finale che solo il maestro Camilleri poteva immaginare! Bellissimo libro, degno coronamento dei precedenti!

  • User Icon

    Lapo

    07/09/2020 19:39:23

    La presenza delle due stesure del romanzo – l’originaria e quella ritoccata – fornisce l’opportunità di valutare l’intervento stilistico intervenuto nella seconda redazione. Camilleri avrà avuto le sue ragioni per l’aggiornamento, e la nota conclusiva aiuta a far luce su aspetti che possono passare inosservati. D’accordo, quella lingua imbastardita con gli anni era divenuta più aspra, caricata e invasiva, e veniva utilizzata sempre più estensivamente. Tuttavia la versione originaria non si discosta da opere composte nel 2005 – il medesimo periodo de “La pazienza del ragno” e “La luna di carta” – e questo non avrebbe impedito al lettore di apprezzarla fino in fondo anche senza un’operazione sul piano linguistico; dopo tutto si trattava della fase di massima popolarità dei romanzi di Montalbano, un po’ prima che qualche stanchezza affiorasse nei lettori. Inoltre, se si considera – come si è portati a fare anche sulla scorta del proposito esplicito di Camilleri – che questo è cronologicamente l’ultimo lavoro riguardante il commissario, allora qualcosa “non quatra”, dato che in entrambe le versioni (che hanno più di dieci anni di differenza) Montalbano ha cinquantaquattro anni e l’Autore si dichiara ottantenne. Forse proprio questi dati avrebbero meritato un adeguamento, cosa che invece non è avvenuta. La mia valutazione non riguarda il romanzo in sé – giudizio espresso altrove – ma l’intervento che è stato voluto dal Maestro. Perché, al netto di qualche infortunio, Camilleri un Maestro rimane.

  • User Icon

    flavia

    01/09/2020 19:33:46

    Caro Maestro, Le scrivo dopo 1 anno e più dalla Sua partenza. Ho amato questo romanzo un tantino particolare, a partire dal titolo, come ho amato quasi tutti gli altri, qualcuno di più, qualcuno un po' meno, ma pian piano imparando, da nordica fino al midollo, il vigatese, fino ad adottare come miei innumerevoli termini, trasferendoli nella mia lingua parlata. Caro Salvo, il mio per te è stato amore a prima vista, un colpo di fulmine tanti e tanti anni fa. Ti prego, non essere così severo con te stesso, non criticare il tuo personaggio televisivo, che ho amato quasi quanto te, non litigare di continuo con il Maestro, del resto lui ti ha creato. Mi mancherete così tanto, il senso di vuoto è palpabile, posso solo consolarmi rileggendo e rileggendo le vostre storie fino allo sfinimento

  • User Icon

    Antonino

    22/08/2020 16:27:55

    Ho letto entrambe le versioni e ho trovato, il modo di mettere fine dell'amatissimo personaggio, geniale. Rileggendolo a stretto lasso di tempo mi sono reso conto che non è la storia in sé ma bensì lo stato d'animo del personaggio e nello stesso tempo dell'autore quello che risalta nel libro. Camilleri è entrato nella trama un modo pirandelliano tanto da evidenziare che Montalbano, pur smanioso, come sempre, di sapere la verità, non lavora più con lo stesso entusiasmo e non è più lo stesso. Comincia a sentire il peso degli anni, la solitudine e una certa malinconia. Peccato che tutto questo sia finito.

  • User Icon

    Giuseppe1940

    21/08/2020 10:00:21

    Camilleri mi é sempre piaciuto, credo di aver letto tutti i suoi libri anche quelli al di fuori della 'serie Montalbano'. Ma questa volta mi ha lasciato un po' confuso per la presenza di due stesure abbastanza diverse e per il tono di letteratura più impegnata di quelli degli altri romanzi della serie. Comunque la seconda versione mie piaciuta più della prima.

  • User Icon

    Elena

    12/08/2020 16:51:49

    Come credo tutti i fedeli lettori del Maestro Camilleri, ho letto con un misto di eccitazione e malinconia questo libro, che congeda la creatura letteraria più famosa degli ultimi vent'anni in Italia, con un trucco brillante e spiazzante. D'altronde un personaggio così amato come Salvo Montalbano merita di più di un finale convenzionale. Il commissario attraversa una fase della sua vita in cui gli " faglia la gana di misteri" e proprio non ne vuole sapere di indagare su chi ha freddato Riccardino Lopresti, all'alba, fuori dal bar Aurora mentre si accingeva a trascorrere una giornata in compagnia dei suoi amici d'infanzia.Questo malessere è causa e conseguenza della simpatica discordia che anima le sue litigate telefoniche con il rompiscatole Autore di Roma e dell'invidia mista a risentimento per il suo più giovane e telegenico alter-ego televisivo. Essendo però uno sbirro vero,di cui si dice nella sua prima apparizione ne La forma dell'acqua che "quando vuole capire,capisce" si impegnerà al massimo per contrastare i tentativi,provenienti da più parti, di impedirgli di giungere alla verità. Davvero un epilogo degno della grandezza del personaggio,che diverte,fa riflettere, ed avviluppa con maestria il lettore fino all'ultima parola. È proprio il caso di dirlo.

  • User Icon

    Parigi

    09/08/2020 14:31:32

    Ho amato Camilleri e ho amato molto Montalbano. Volevo leggere l'ultimo Montalbano di Camilleri invece ho letto un romanzo di Pirandello in cui un personaggio sconfitto dialoga col suo autore. Può darsi che sia un capolavoro ma a me non interessa. Se volevo leggere Pirandello mi compravo Sei personaggi in cerca d'autore. Io e molti altri aspettavamo l'ultima avventura di un commissario di polizia nella Sicilia che conosciamo. Camilleri ha voluto stupirci. Ci è riuscito, ma io sono deluso

  • User Icon

    Dona

    05/08/2020 12:32:09

    Negli anni ogni volta che usciva un libro di Montalbano/Camilleri lasciavo da parte ogni cosa e mi buttavo nella lettura. Quest'ultimo romanzo non mi decidevo ad iniziarlo, l'ultimo romanzo di Montalbano e poi... Non accettavo l'idea che fosse davvero finita. Ho iniziato a leggere entrambe le versioni per assaporarne le differenze, all'inizio l'intromissione dell'Autore non mi aveva convinta. Ma poi continuando a leggere ho apprezzato. Le ultime pagine sono è una grande emozione che hanno riscattato tutto ciò che durante la lettura mi aveva lasciata perplessa.

  • User Icon

    Adriano

    28/07/2020 08:10:54

    Grazie alla casa editrice per averci dato la possibilità di collazionare le due versioni. Non è da poco, assistere all'evoluzione di un linguaggio che, a parer mio, avrebbe meritato un Nobel. Per quanto riguarda la storia, si capisce che è stata costruita in funzione di un finale che Calvino avrebbe apprezzato. Salvo, ci mancherai!

  • User Icon

    Claudio Ti

    23/07/2020 10:00:06

    Il romanzo del 2005 ha la stessa trama della revisione del 2016 e gli unici “aggiornamenti” riguardano la lingua vigatese usata in tutti i racconti della serie. L’originalità è nell’espediente di inserire delle comunicazioni telefoniche e via Fax tra l’Autore ed il Montalbano letterario, comprese le osservazioni sulle differenze con il Montalbano televisivo,.interpretato magistralmente da Zingaretti. L’intreccio della vicenda ha per attori i soliti personaggi del Commissariato di Vigata, tanto cari ai lettori, ma li mostra in una veste dimessa, quasi stanca direi. Anche Camilleri confessa al personaggio Montalbano di essere stanco di scrivere le sue storie e cerca di indirizzarlo nelle sue indagini. Ho trovato questo ultimo romanzo estremamente malinconico e, come nelle intenzioni di Camilleri, faticosamente finale della vicenda letteraria del popolare Commissario siciliano.

  • User Icon

    Giulippa

    22/07/2020 14:33:35

    È da un paio di anni che i romanzi di Camilleri non mi piacciono. Ho sperato che questo essendo stato scritto diversi anni fa facesse ancors parte di quelli leggibili e godibili. Mi sono illuso. Meno male che almeno finisce questa saga scritta in modo incomprensibile ai più.

  • User Icon

    Michela

    22/07/2020 11:43:28

    Ottima e degna conclusione di un personaggio che resterà nella storia della letteratura italiana. L'Autore non poteva fare regalo migliore ai suoi lettori di questa indagine anomala, malinconica ma anche divertente ed appassionante.

  • User Icon

    Barbara

    21/07/2020 22:05:14

    Molto diverso dal solito. L'influenza di Pirandello è presente non solo per quanto concerne il rapporto Autore-Personaggio, con gli ovvi rimandi a Sei personaggi in cerca d'autore, come letto in diverse recensioni; o alle novelle in cui è citata Montelusa, come palesato all'interno della trama. Ma, per chiunque abbia letto almeno i 2/3 della produzione pirandelliana, non si può non notare l'analogia con Così è se vi pare, per il finale lasciato a interpretazione del lettore. Ma anche con altre commedie quali Ma non è una cosa seria o Pensaci Giacomino, per il cosiddetto matrimonio bianco. Non è neppure la prima volta che emerge questo conflitto tra autore e personaggio, quantomeno tra personaggio letterario e cinematografico, basti pensare, ad esempio, a La danza del gabbiano. Personalmente, ho provato un po' di delusione nel finale, sia perché viene lasciato un po' in sospeso, o a interpretazione del lettore, sia perché... ma non spoilero troppo :-) Leggendolo mi sono sorpresa a domandarmi come potesse un'opera così diversa dalle altre a cui siamo abituati essere rappresentata in tv. Ma Camilleri offre anche questa soluzione, nella storia. Comprensibile anche il desiderio di Camilleri di voler pubblicare questo romanzo per ultimo, dopo la sua morte. Morto lui, morto il personaggio. Ma come ci insegna Pirandello, un personaggio non può morire. Quindi, senza spolirare troppo, non assistiamo a una vera e propria morte del personaggio.

  • User Icon

    Delia

    19/07/2020 16:10:33

    Ultimamente non mi piacevano più i romanzi di Camilleri, speravo che quest'ultimo, scritto tanto tempo fa, fosse migliore. Inutile, per me la magia è finita tempo fa.

  • User Icon

    alessandra

    19/07/2020 09:16:19

    ........... e rimane solo tanta malinconia.

Vedi tutte le 19 recensioni cliente
  • Andrea Camilleri Cover

    Nato a Porto Empedocle (Agrigento), Andrea Camilleri ha vissuto per anni a Roma.  Dal 1939 al 1943, dopo un periodo in un collegio da cui viene espulso, studia ad Agrigento al Liceo Classico Empedocle dove ottiene la maturità classica senza dover sostenere l’esame a causa dell’imminente sbarco degli alleati in Sicilia. A giugno inizia, come ricorda lo scrittore, "una sorta di mezzo periplo della Sicilia a piedi o su camion tedeschi e italiani sotto un continuo mitragliamento per cui bisognava gettarsi a terra, sporcarsi di polvere di sangue, di paura".  S’iscrive all’Università (Facoltà di lettere) ma non si laureerà mai. Si iscrive anche al Partito Comunista.Inizia a pubblicare racconti e poesie e vince il Premio... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali