Categorie

Enrico Gragnoli

Editore: CEDAM
Anno edizione: 2006
Tipo: Libro tecnico professionale
Pagine: X-246 p.
  • EAN: 9788813265083

Il professore Gragnoli, professore ordinario e avvocato con studio legale concentrato sulle questioni di diritto del lavoro, è senz'altro autore ottimo per trattare di questioni in rapido divenire come quelle legate ai rapporti di lavoro.Il volume ha la finalità di toccare un doppio ambito che sta sotto la cosiddetta riduzione del personale: quello dei licenziamenti individuali e quello dei licenziamenti collettivi. Sui licenziamenti individuali il libro dà illustrazione dei poteri del datore di lavoro. Facendo perno sulla fondamentale normativa dettata dall'art. 3 della legge n. 604 del 1966 (sul giustificato motivo), il dispiegarsi della trattazione viene ad analizzare tutte le varie sfaccettature della fattispecie: il potere di licenziamento, il i limiti al licenziamento, le opinabili scelte del datore di lavoro, la buona fede dell'imprenditore, il licenziamento tecnologico, per crisi di impresa, per incremento dei profitti, per incapacità o incompetenza nell'esecuzione delle mansioni, per soppressione delle funzioni, nonché le posizioni della giurisprudenza su tutti i temi citati (che non sono tutti quelli effettivamente sotto analisi da parte dell'autore). Si procede ad un parallelismo anche tra i licenziamenti individuali e quelli collettivi (e la strutturale unitarietà del potere del datore di lavoro), per poi concentrarsi su questi ultimi: legge n. 223 del 1991 fa da perno coinvolgendo poi la più importante giurisprudenza e tutte le fattispecie previste da dettato normativo: motivi, controllo, crisi d'impresa, ragioni tecnologiche, estinzione contratti di appalto, fallimento del datore di lavoro. In corso di testo, alcuni brevi cenni sulla disciplina comunitaria.

Il ridimensionamento dell'azienda ed i poteri del datore di lavoro. Il licenziamento individuale. - Il licenziamento individuale per riduzione di personale. Il giustificato motivo di recesso. - I licenziamenti individuali e quelli collettivi. La strutturale unitarietà del potere del datore di lavoro. - Il controllo sui motivi nei licenziamenti collettivi. - Il potere di licenziamento per riduzione di personale e la sua diversa disciplina. - Indice dei nomi. - Indice analitico.