€ 37,40

€ 44,00

Risparmi € 6,60 (15%)

Venduto e spedito da IBS

37 punti Premium

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:
 
 
 

Nella storia delle città, un rinnovamento lento e costante è un dato di fatto fisiologico e naturale: in alcuni momenti più rallentato, in altri più rapido, in ogni caso in grado di produrre radicali trasformazioni urbane e territoriali.Forme più o meno consistenti di rinnovo urbano ci sono sempre state. Tuttavia, quello che è accaduto nelle città europee negli ultimi trent'anni è cosa assai differente rispetto al passato e presenta connotati tali per cui si può certamente parlare di un'innovazione profonda nei contenuti, nelle modalità, nei tempi e nei modi delle trasformazioni delle città e dei territori.Un processo impetuoso che ha coinvolto città e regioni europee (Inghilterra e Germania, ma anche Olanda, Francia e Spagna), che hanno lavorato in modo integrato su differenti dimensioni: fisiche, ambientali, sociali, economiche. Il concetto di rigenerazione urbana abbraccia infatti molteplici temi e questioni quali la trasformazione urbana, il miglioramento degli assetti ambientali e paesaggistici, la riqualificazione e il potenziamento delle dotazioni pubbliche, il rinnovo dei tessuti urbani, la rigenerazione/riqualificazione delle periferie moderne, lo sviluppo locale. Il volume riflette sullo specifico ruolo progettuale nel caso italiano della perequazione urbanistica nell'attuazione dei piani, dei programmi e delle politiche urbane, traguardato attraverso un occhio attento ai temi ed alle problematiche della rigenerazione urbana nel suo complesso.Il punto di vista utilizzato orienta la lettura dei casi studio presentati e struttura i saggi presentati. La perequazione urbanistica è raccontata, letta e interpretata come una pratica essenzialmente di progetto, che dipende da una moltitudine di variabili: i territori e le specifiche caratteristiche urbanistiche e ambientali, gli obiettivi e le finalità amministrative, le esigenze collettive e le domande sociali locali.Le tecniche perequative non sono viste solo come uno strumento efficace delle politiche urbanistiche, utili (oggi forse indispensabili) per l'attuazione delle principali trasformazioni urbane e delle necessarie dotazioni territoriali, una modalità per il pari trattamento dei proprietari dei suoli e degli immobili, come è originariamente e più comunemente conosciuta e riconosciuta, ma rappresenta un vero e proprio modo di progettare e rigenerare la città, e in particolare il sistema delle relazioni (infrastrutturali, insediative e ambientali) della città contemporanea.Gli stessi casi studio sono stati selezionati per argomentare il tema della perequazione come vero e proprio progetto di città. A questo fine, anche le immagini che accompagnano il testo sono fortemente orientate a mettere in luce come parti ormai consistenti e significative (quantitativamente e qualitativamente) di città ma soprattutto di "città pubblica" (verde, servizi infrastrutture, attrezzature), si siano realizzati nel corso degli ultimi dieci anni attraverso piani, programmi e progetti che hanno utilizzato la perequazione quale modalitàˆ ordinaria di attuazione delle scelte di pianificazione generale, operativa, attuativa.Il libro trae origine e prende spunto dal convegno "Vincoli urbanistici, politiche ambientali e bisogni della città: il contributo della perequazione" promosso dal Comune di Padova, dall'INU (Istituto Nazionale di Urbanistica) e dall'ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani), Padova maggio 2007.