Categorie

Eddy Anselmi, Pino Frisoli

Editore: RAI-ERI
Collana: Spettacolo
Anno edizione: 2016
Pagine: 260 p. , ill. , Rilegato

26 ° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Cinema, musica, tv, spettacolo - Cinema, televisione e radio - Televisione

  • EAN: 9788839716705

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Maurizio Vezzali

    21/11/2016 14.26.13

    Pino Frisoli, attento e sensibile cantore del mondo dello sport e dello spettacolo, si conferma, dopo il coinvolgente Sport in TV, con la storia del quiy piu famoso di sempre: Rischiatutto. Un volume unico nel suo genere che, dopo un puntuale excursus temporale degli avvenimenti piu salienti della cronaca dell´epoca, snocciola con grande precisione ma senza annoiare il lettore ogni dettaglio e retroscena del programma che Mike amava piu´di ogni altro. Degno complice di Frisoli e´ il poliedrico Eddy Anselmi, autore e musicologo di vaglia che, dopo il memorabile Almanacco di Sanremo, ha pensato bene, in occasione del remake della trasmissione voluto fortemente da Fabio Fazio, di associarsi a Pino per rinfrescare la memoria di chi non e´ piu giovane e nello stesso tempo di coinvolgere le nuove generazioni ad amare nuovamente la Cultura con la C maiusciola. E´ un volume che non puo´ mancare nella biblioteca di ogni appassionato. Saprete finalmente che la Signora Longari non cadde su nessun uccello e che Il Signor NO esordi´ nel ruolo nell´ottobre del 1970 quando Rischiatutto si strasferi´ da Roma a Milano. Compratelo tuutie Mike da lassu´sorridera´ prorompendo nel suo leggendario: Fiato alle trome Turchetti! Grazie Eddy e Pino per questa chicca letteraria.

  • User Icon

    Tiktaalik

    25/10/2016 16.44.38

    Un libro da collezione, per chi ha vissuto quegli anni mitici della RAI. E bello da leggere, perchè fornisce per gli appassionati tante notizie, seriose e piccanti.Forse la leggenda più diffusa è quella della presunta battuta di Bongiorno sull'uccello, con la Longari,ma a detta di Paolo Limiti,uno degli autori, sarebbe stata pronunciata verso un'altra campionessa, la signora Migliari, però anche di questo non risulta traccia nelle registrazioni. Indimenticabile il supercampione Massimo Inardi, del quale si sospettavano doti paranormali. Tra le statistiche vengono ricordati gli altissimi ascolti con punte di ventisette milioni di telespettatori. Mentre non mancano le notizie dell'epoca dal mondo. Complimenti agli autori e alla casa editrice.

Scrivi una recensione