Il risveglio del demone. Trilogia del demone. Vol. 1

R. A. Salvatore

Traduttore: A. Guarnieri
Editore: Armenia
Collana: Fantasy
Anno edizione: 2001
In commercio dal: 8 gennaio 2001
Pagine: 572 p., Brossura
  • EAN: 9788834412862
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Usato su Libraccio.it - € 8,91
Descrizione
Un intrepido eroe, Elbryan Wynden, deve confrontarsi con un terrificante demone risvegliatosi nella terra di Corona e ansioso di spargere miseria e morte. Il suo esercito di spiritelli malvagi e di temibili giganti devasta gli insediamenti della frontiera e nel piccolo villaggio di Dundallis l'impietoso attacco dell'esercito lascia due orfani affranti: Pony e il giovane Elbryan. Accolto dagli elfi, Elbryan viene allevato per diventare un formidabile ranger per confrontarsi con i temibili demoni in una estenuante battaglia. Intanto su un'isola, una cascata di pietre preziose si riversa sulle spiagge. Queste gemme racchiudono un incredibile potere; spetterà a un giovane monaco sottrarle alle grinfie dei monaci corrotti che le hanno fatte proprie.

€ 14,02

€ 16,50

Risparmi € 2,48 (15%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Nafai

    10/01/2007 16:58:54

    Una sola parola per descrivere questo libro: Lento. Dopo aver letto interamente le prima 4 saghe di Drizzt l'elfo oscuro (per un totale di 14 libri) e The Cleric Quintet sempre di Salvatore, devo dire che sono rimasto estremamente deluso da questo Risveglio del Demone. Stereotipato, il protagonista è sempre il solito eroe senza macchia e senza paura (e tanto per cambiare, un ranger!) con solita donna amata e il solito regno da salvare. Uniche note belle sono l'ambientazione (finalmente Salvatore si è distaccato dai soliti Forgotten Realms e ha dato un'ambientazione nuova!) e uno dei protagonisti, il monaco Avelyn. Per il resto, se volete leggere qualcosa di bello di Salvatore potete leggervi The Cleric Quintet oppure le prime due trilogie dell'elfo Drizzt.

  • User Icon

    Anna

    18/10/2006 12:01:43

    Concordo appieno con quanto scrive Maurizio. Anch'io di libri fantasy ne ho letti una marea, questo però, oltre a non dire nulla di quanto già detto e riscritto, è anche di un noioso pazzesco... ci ho messo tre mesi a finirlo... le parti che descrivono i combattimenti (e questo secondo me è il principale difetto dell'autore difetto che ho trovato anche in altre opere) sono lunghe infinite e noiose. E poi mi ha infastidito che se all'inizio, dalla distruzione del villaggio dove vivevano i due protagonisti solo due si salvavano, alla fine tra tutti quelli partiti per combattere il demone sempre e solo due si salvano. Gli stessi.... sono in dubbio se leggere il seguito.

  • User Icon

    Maurilio

    24/07/2005 21:40:01

    E' il primo romanzo in assoluto di R. A. Salvatore che leggo, quindi magari il mio giudizio apparirà un pò affrettato e superficiale. L'idea di base è la solita: guerre, battaglie e vari spargimenti di sangue fra la razza umana e altre razze di mostri dai nomi sempre più impronunciabili, con l'immancabile presenza degli elfi, dei nani e così via. Quello che manca secondo me, è quel qualcosa in più che rende un normale romanzo fantasy, un bel romanzo fantasy o meglio ancora un capolavoro. Non c'è nessuna trovata spettacolare, nessuna novità sconvolgente, nessun personaggio indimenticabile; praticamente è tutto normale, i personaggi e gli avvenimenti sono di routine. Per chi ha già letto altri romanzi fantasy (e credetemi, io ne ho letto veramente molti) non c'è assolutamente niente di nuovo. Un grandissimo difetto secondo me è dato poi dal tipo di scrittura di Salvatore: scrive singole frasi che da sole formano un intero paragrafo, con moltissimi concetti espressi in enunciati lunghissimi e privi di punteggiatura. Fateci caso: ogni frase è troppo lunga, diventa noiosissimo leggere un romanzo del genere. Altro difetto: la psicologia dei personaggi è praticamente assente (possiamo fare un' eccezione per Avelyn e il suo conflitto interiore), ognuno di loro è descritto troppo superficialmente e solo nelle sue azioni e non in quello che pensa o nel suo modo di ragionare. Se volete avere un'eccezionale descrizione psicologica dei personaggi leggetevi la trilogia di Robin Hobb su Fitz e fate il confronto. Speriamo che il prossimo volume della trilogia sia migliore (anche se ho i miei dubbi).

  • User Icon

    Giacomo

    04/04/2004 14:41:24

    bellissimo! Mi lancerò il prima posssibile nel seguito. la storia è ben costruita e lo stile dell'autore è ottimo. Leggetelo!!!!

  • User Icon

    dario

    06/09/2003 13:33:39

    uno dei libri più intriganti che io abbia mai letto,anche se la fine è stata un po' velocizzata è comunque un libro fantastico..

  • User Icon

    antonello

    08/08/2002 10:59:33

    COME AL SOLITO R.A. SALVATORE MANTIENE IL SUO OTTIMO STANDARD DI SCRITTORE FANTASY. IL LIBRO RIPROPONE LO STILE TIPICO TOLKIENIANO, SENZA RENDERSENE CONTO LA FANTASIA DEL LETTORE PARTECIPA ALLA GUERRA CONTRO IL MALE, NON SOLO QUELLO DEL MONDO MA SOPRATTUTTO QUELLO INSITO NELLO SPIRITO DEI PERSONAGGI, ANCHE QUELLI POSITIVI. SE VOLESSI TROVARE UN DIFETTO DIREI CHE LA FINE E' UN PO' TROPPO SBRIGATIVA, E NON CI SI SOFFERMA TROPPO SUL SACRIFICIO DI ALCUNI PROTAGONISTI.

Vedi tutte le 6 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione