Categorie

Jean-Marie Robine

Editore: Franco Angeli
Anno edizione: 2013
Pagine: 204 p.
  • EAN: 9788820447823
Indice:

Margherita Spagnuolo Lobb, Presentazione all'edizione italiana
Introduzione
Parte I. Il contatto nella relazione psicoterapeutica
La terapia della Gestalt, prototipo della psicoterapia del futuro
La natura umana. Declinazioni del paradigma in terapia della Gestalt
(Il campo organismo/ambiente; Autoregolazione; Il contatto; L'adattamento creativo; La dominanza)
La confluenza, esperienza legata ed esperienza alienata
(La confluenza nella teoria del sé in terapia della Gestalt; Il posto della confluenza nella teoria del sé; La confluenza, collante dell'esperienza)
Ansia e costruzione delle Gestalt
(L'ansia nella terapia della Gestalt; Conclusioni)
Vergogna e rottura della confluenza
(La confluenza; In principio era la vergogna; Vergogna e colpevolezza; La vergogna, certezza di un contatto; Rottura della confluenza; La dipendenza dal campo; Dalla confluenza all'eccitazione: la vergogna come sentimento; L'altro interrotto; Arrossire, sprofondare sotto terra; "Sono a corto di vergogna...")
Teorizzare ciò che sempre sfuggirà. Appunti sulla relazione psicoterapeutica
(Che cos'è la teoria del campo nella terapia della Gestalt?; Nota sul metodo contestuale; Ritorno su "contatto e relazione"; La relazione psicoterapeutica; Relazione metaforica-contatto metonimico)
L'ignoto trasferito nella relazione
(L'eco nella segreta; Risonanze; L'elaborazione del lutto; "Vado a teatro per vedermi, sulla scena..."; Formazione di figure; Nota sulle nozioni di cripta e di fantasma; Riflessioni su varie modalità di interiorizzazione: introiezione, incorporazione, inclusione; Reiscrizione nel campo)
Teoria e pratica del gruppo. Dieci proposte per pensare la questione del gruppo in terapia della Gestalt
(Prima proposta - Limiti della teoria e del metodo della terapia della Gestalt; Seconda proposta - Estensione o dialettica; Terza proposta - Sessualità, comunità, creazione; Quarta proposta - Il gruppo, spazio-tempo del contatto; Quinta proposta - Il gruppo, econicchia sperimentale; Sesta proposta - Potere, quadro o contesto; Settima proposta - Il gruppo, contesto per la conflittualità; Ottava proposta - Il gruppo e l'auto-regolazione; Nona proposta - Il gruppo, contesto di sostegno; Decima proposta - Il gruppo, metonimia/metafora della società)
Parte II. Sviluppi in una prospettiva di campo
La terapia della Gestalt oserà sviluppare il suo paradigma post-moderno?
(Frammenti di un itinerario; Una rilettura di Gestalt Therapy di Perls e Goodman, dopo quasi mezzo secolo; Facciamo una pausa nella nostra lettura di Gestalt Therapy per dare uno sguardo alle proposte della "post-modernità"; Un'alternativa per la Gestalt terapia; Conclusione)
Rivelarsi nel pieno della situazione
("Cos'è dunque questo intervallo fra me stesso e me?"; Nel pieno della situazione; La rinuncia al sapere; La rivelazione; Impegno - essere per - sollecitazione; L'atmosfera; L'adattamento creativo; Rivelarsi nel pieno della situazione)
"C'è qualcuno?" Espressione e parola
(L'espressione, esteriorizzazione o costruzione; Dalla modernità alla post-modernità; La post-modernità della teoria gestaltista del self; L'altro, co-creatore della mia espressione)
Dal campo alla situazione
(Quale campo?; La situazione terapeutica; Impegnato nella situazione; Cosa implica l'attenzione alla situazione?; Riflessioni aggiuntive sulla "situazione"; Conclusione)
L'intenzionalità in carne e ossa. Verso una psicopatologia del pre-contatto
(La psicoterapia come situazione; L'intenzionalità; Intenzionalità e situazione; Come conoscere l'intenzionalità dell'altro?; Sintesi; Conclusione provvisoria)
Bibliografia.