Rocky IV

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Paese: Stati Uniti
Anno: 1985
Supporto: DVD
Salvato in 8 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (5 offerte da 4,99 €)

L'avversario di turno è un russo, costruito in laboratorio allo scopo di strappare la corona dei pesi massimi agli Stati Uniti. Seguito di "Rocky" 1976.
4
di 5
Totale 8
5
2
4
4
3
2
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Laura

    12/02/2020 13:21:46

    bellissimo!! amo questo film ,bravissimo nel suo ruolo Dolph Lundgren che ha reso veramente odioso Ivan Drago! Win Rocky Win!

  • User Icon

    Gianluca

    30/07/2019 08:00:19

    Forse il piu bello e famoso di tutta la serie,qui Stallone non sfida un semplice pugile russo di 2 netri ma sfida un'intera nazione che in quegli anni la questione americani e sovietici era molto fredda,comunque trovo che sia ilpiu interessante di tutti,da vedere,un must!

  • User Icon

    Rossano

    07/03/2019 00:00:30

    Rocky IV è un film della serie di Rocky , da vedere assolutamente , perché come gli altri precedenti è un film che si fa guardare e riguardare sempre volentieri. Per chi ama i film di Sylvester Stallone non può mancare questo che il quarto della serie. Lo consiglio a tutti.

  • User Icon

    fabio

    04/04/2013 11:28:32

    Film altamente dominato da "Colonne sonore bellissime!" In se', il film e bello ma vagamente somigliante al 3° Rocky! Per serate spensierate! Da valutare i Primi 2 Capitoli della Saga di Rocky! assolutamente favolosi! i successivi 2 da affiancare come Extra Film! da fare numero e nulla di piu'! A mio parere i Rocky cinematografici dovevano essere 2!

  • User Icon

    Ernesto

    05/06/2012 14:43:28

    La saga è ormai alle corde. Ma Rocky, non rischiava di perdere un occhio e una menomazione al cervello già subito dopo il primo incontro con Apollo?

  • User Icon

    Giorgio Albeggiani

    29/07/2011 15:35:24

    Film cult di epoca Reaganiana di guerra fredda. Il dualismo URSS-USA si risolve in una battaglia senza esclusione di colpi tra Rocky e un super uomo sovietico, che finirà,ovviamente, con la vittoria del primo. Grande mistificazione della realtà la parte dell'allenamento, in cui il sovietico si allena col supporto di altissime e costosissime tecnologie mentre Rocky sembra il vero pugile "del popolo". Ben fatto ed emozionante, senz'altro all'altezza della saga, per molti sarebbe dovuto essere l'ultimo capitolo.

  • User Icon

    max

    22/10/2009 16:29:51

    travolto dalla rabbia rocky risale sul ring x vendicare apollo creed , suo amico ed ex sfidante

  • User Icon

    Eugenio Sibona

    03/02/2008 12:18:31

    l'allenamento è la parte migliore e per cui vale effettivamente vedere il film. la gara è troppo inverosimile: stallone riesce a vincere senza difendersi. la prima cosa che s'impara a pugilato è a coprirsi viso e mandibola con i pugni, e lui non lo fa mai, prende un fracasso di botte, ha sempre solo le stesse due righe di sangue, però vince. in un combattimento vero sarebbe andato K.O. dopo 20 secondi... valore simbolico dello scontro usa- urss (dolph non è neanche russo, ma svedese, mentre brigitte è danese...), a pochi anni dalla caduta del Muro. voto 7-

Vedi tutte le 8 recensioni cliente
  • Produzione: 20th Century Fox Home Entertainment, 2007
  • Distribuzione: The Walt Disney Company Italia
  • Durata: 90 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Inglese (Dolby Digital 5.1);Spagnolo (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Inglese; Italiano; Spagnolo
  • Formato Schermo: Widescreen
  • Area2
  • Sylvester Stallone Cover

    Propr. Michael S. Enzo S., attore, sceneggiatore e regista statunitense. Dopo un'apparizione in Il dittatore dello stato libero di Bananas (1971) di W. Allen, raggiunge la notorietà a livello mondiale negli anni '70 e '80 nei panni del pugile Rocky Balboa e in quelli dell'ex marine Rambo, protagonisti rispettivamente di cinque e di tre film. Rocky (1976) di J.G. Avildsen, capostipite della serie, lo consacra con l'Oscar per il miglior film. Subito dopo inanella una lunga serie di successi al botteghino tra cui: Nick lo scatenato (1984) di B. Clark, Tango & Cash (1987) di A. Konc?alovskij, Cliffhanger - L'ultima sfida (1993) di R. Harlin, Demolition Man (1993) di M. Brambilla, Cop Land (1997) di J.?Mangold e La vendetta di Carter (2001) di S. Kay, nei quali ripropone quasi sempre la stessa... Approfondisci
  • Sylvester Stallone Cover

    Propr. Michael S. Enzo S., attore, sceneggiatore e regista statunitense. Dopo un'apparizione in Il dittatore dello stato libero di Bananas (1971) di W. Allen, raggiunge la notorietà a livello mondiale negli anni '70 e '80 nei panni del pugile Rocky Balboa e in quelli dell'ex marine Rambo, protagonisti rispettivamente di cinque e di tre film. Rocky (1976) di J.G. Avildsen, capostipite della serie, lo consacra con l'Oscar per il miglior film. Subito dopo inanella una lunga serie di successi al botteghino tra cui: Nick lo scatenato (1984) di B. Clark, Tango & Cash (1987) di A. Konc?alovskij, Cliffhanger - L'ultima sfida (1993) di R. Harlin, Demolition Man (1993) di M. Brambilla, Cop Land (1997) di J.?Mangold e La vendetta di Carter (2001) di S. Kay, nei quali ripropone quasi sempre la stessa... Approfondisci
  • Talia Shire Cover

    Nome d'arte di T. Coppola, attrice statunitense. Sorella del regista F.F. Coppola che la dirige nei panni di Connie Corleone in Il Padrino (1972) e nei suoi due sequel, lega la propria fama al ruolo di Adriana, la moglie del pugile italoamericano Balboa (interpretato da S. Stallone) in Rocky (1976) di J.G. Avildsen. Dopo Il compagno di scuola (1978) di J. Tewkesbury, nel 1979 è protagonista dell'horror ecologico Profezia di J. Frankenheimer e di Rocky II di S. Stallone (sarà ancora Adriana nei successivi tre film della serie). Nel 1989 recita nell'episodio diretto dal fratello in New York Stories ed è in Oscuri presagi di N. Roeg. Approfondisci
  • Burt Young Cover

    Attore statunitense. Brutto e goffo, i modi del villain, ora tracotante ora mansueto, ottiene la notorietà del caratterista di classe nei panni di Poli, il maldestro fratello della dolce Adriana/T. Shire e cognato di S. Stallone/Rocky dal primo film della serie (1976), diretto da J.G. Avildsen, fino al sesto (2006). È presente nel cast di C'era una volta in America (1984) di S. Leone e interpreta in Italia Americano rosso (1990) di A. D'Alatri e Il nascondiglio (2007) di P. Avati. Si segnala anche in Trans­america (2005) di D. Tucker. Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali