Categorie

Franco Forte

Editore: Mondadori
Collana: Omnibus
Anno edizione: 2011
Pagine: 496 p. , Rilegato
  • EAN: 9788804608042

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    filippo

    18/11/2013 13.31.59

    Ottimo romanzo storico che personalmente mi ha fatto scoprire molte cose sul tanto discusso Nerone, che non conoscevo. Avvincente.

  • User Icon

    Roberto Lo Duca

    22/01/2012 21.10.21

    Uno dei personaggi più noti della Roma antica, l'ultimo imperatore della dinastia giulio-claudia rivive in questo splendido libro di Franco Forte. I dettagli storici sono fedelissimi e l'ambientazione è curata nei minimi particolari cosicché leggendo il libro si ha l'impressione di camminare per le strade di Roma antica, la capitale del mondo. Un imperatore sempre dedito all'eccesso, megalomane ma in balia della madre almeno nei suoi primi anni di regno, mi piacciono le descrizioni delle sue scorribande per la Suburra in compagnia del suo amico Otone, per le bettole più malfamate di Roma, il libro descrive bene il livello di decadenza morale di quell'epoca, il sesso sfrenato e sempre presente, gli intrighi per ambire al potere (vedi Agrippina ai danni di Claudio) è un libro che tutti gli amanti del genere credo apprezzeranno.

  • User Icon

    BB Malone

    08/09/2011 15.09.10

    Per me questo libro è un piccolo capolavoro. Perché? Perché ritengo sia difficilissimo scrivere un romanzo che rappresenti la Roma antica attraverso gli occhi di uno dei suoi imperatori più controversi. E Franco Forte c'è riuscito benissimo, al di là di ogni mia aspettativa e perplessità iniziale. Confermando parecchie cose che sapevo su Nerone e smentendone molte altre, anche in maniera sorprendente, ma sempre facendo affidamento a recenti studi storici. Sono andato a leggermi alcune delle fonti citate nella biografia finale e ho verificato che non c'è una virgola, in questo romanzo, che non sia coerente con la ricostruzione di quel periodo fatta dagli storici (chi ha fatto commenti diversi in proposito probabilmente non ha verificato nulla, al contrario di quanto ho fatto io e di quanto può fare chiunque: basta recuperare libri come il saggio "Nerone, 2000 anni di calunnie" di Massimo Fini). Insomma, un libro meraviglioso, che consiglio vivamente a tutti di leggere, anche perché la scrittura di Franco Forte è unica e appassionante.

  • User Icon

    Paolo Murgia

    02/09/2011 11.20.45

    Non era mai stato scritto un romanzo sul difficile personaggio di Nerone, e Franco Forte l'ha fatto. E' riuscito a "immedesimarsi" in questo contraddittorio imperatore, che gli ultimi studi storici hanno in parte rivalutato. E l'ha fatto con una potenza espressiva e con una capacità di ricostruire la psicologia di questo imperatore, da lasciare sbalorditi. Per non parlare della ricostruzione minuziosa e accuratissima della Roma imepriale dell'epoca, e dei rapporti intricatissimi e delicati fra gli altri personaggi di contorno alla figura di Nerone, come Seneca, Afranio Burro, Aniceto, Poppea Sabina, Atte, la terribile Agrippina e moltissimi altri. Un romanzo storico straordinario come ne ho letti pochi, impregnato della follia e - in parte - del genio di Nerone, con il coraggio di andare oltre gli stereotipi o le sciocchezze hollywoodiane per raccontare chi era davvero Nerone. Un'impresa riuscita perfettamente.

  • User Icon

    tania andrioli

    30/08/2011 15.28.29

    Il taglio storico di questo romanzo rimane ai margini e le fonti, che pure l'autore cita, sembrano costituire piuttosto un pretesto per indulgere continuamente in scene morbose di sesso al limite della pornografia. Privo dei grandiosi affreschi della Roma antica che connotano altri romanzi della collana, il testo manca sia di una avvincente dinamica delle azioni (che durante il principato di Nerone certo non sono mancate) sia della capacità di presentare i personaggi al di là del mero aspetto fisico esteriore. La singolarità non sta tanto nella bassa qualità dell'opera (esiste tanta cattiva letteratura), ma nel fatto che un autore del calibro di Valerio Massimo Manfredi abbia accettato di "metterci la faccia".

  • User Icon

    mm.grazia

    29/06/2011 20.35.29

    Un libro illuminante nella descrizione della società romana dell'epoca, che nonostante i secoli trascorsi ha ancora molto in comune con il nostro presente. Colpisce molto l'interpretazione della figura di Nerone, troppo abituato a considerarsi il centro del mondo per poter comprendere fino in fondo il male che ha fatto. Lo consiglio a tutti!

  • User Icon

    LadyAileen

    17/06/2011 19.27.28

    Roma in Fiamme. Nerone, principe di splendore e perdizione fa parte della serie Il Romanzo di Roma curata dallo scrittore Valerio Massimo Manfredi ed è formata da romanzi indipendenti (possono essere letti singolarmente senza rispettare alcun ordine) dedicati ad un personaggio o ad un'epoca della storia di Roma (dalla sua fondazione fino alla caduta dell'Impero). Il romanzo di Franco Forte, seppur raccontato in forma romanzata possiede una dettagliata, attendibile e curata attenzione per le ambientazioni e il contesto storico del momento. Pertanto, è vivamente consigliato non solo agli amanti della storia romana ma anche a coloro che sono alla ricerca di un romanzo storico ricco d'intrighi, potere e passioni. Nonostante l'epoca non sia la mia preferita, mi sono immeditamente appassionata alla storia di Nerone (il punto di vista principale è il suo anche se non manca quello di alcuni personaggi minori). Un imperatore presentato con i suoi pregi e suoi difetti. Nerone è sicuramente uno dei personaggi più controversi della storia di Roma ma l'autore è riuscito a farne un ritratto inedito. Una lettura scorrevole e accattivante che si legge tutta d'un fiato, ambientazioni così vivide che sembrerà di essere lì e personaggi credibili e ben delineati. Per certi aspetti anche attuale perché sarà difficile non fare un collegamento con la politica dei giorni nostri.

  • User Icon

    Aldo Selleri

    12/06/2011 12.41.33

    UN ROMANZO STORICO CONTROCORRENTE Il cinema, con l'indimenticabile Peter Ustinov - per citare uno fra i tanti (ma prima di lui l'insuperabile Charles Laughton) protagonisti cinematografici di Nerone - ha inculcato nel nostro DNA di spettatori la memoria di un personaggio negativo, pervertito, che accompagnava a nefandezze sociali e crimini di ogni specie, un'infinita capacità di produrre il male. Franco Forte suggerisce nel suo romanzo storico più recente "Roma in fiamme" una visione alternativa dell'imperatore, in chiave positiva. Suggerisce realtà inaspettate e una lettura della storia controcorrente. Giusto o sbagliato che sia, possiamo chiederci: - E' compito dello scrittore rappresentare la verità storica nella sua più convenzionale tradizione? Nel caso di questo romanzo, nel labirintico flusso delle informazioni storiche, un romanziere dell'abilità di Franco Forte ha scelto un punto di vista inedito e originale, quasi eretico. Non era da tutti. Consiglio la lettura di "Roma in fiamme" a) per il coraggio di uno scrittore che ci propone un "mostro sacro" in versione "light" b) per vedere l'altra faccia della luna di un protagonista della storia di Roma. Ritornerà utile a tutti gli esploratori della storia e della buona narrativa.

  • User Icon

    - Kekke! -

    02/06/2011 19.57.23

    Molto scorrevole e sempre coinvolgente, è un tuffo nella Roma Imperiale, ai tempi di Nerone. Personaggi ben delineati, rendono la storia (conosciuta ai più, si spera) appassionante in cui il lettore, anche il meno propenso a libri del genere, si immedesima. Gran bel libro che a mio parere merita più di certi romanzi che sono stati pubblicizzati fino allo spasmo e che sono stati spacciati per i capolavori che non sono affato.

  • User Icon

    Esedra

    10/05/2011 17.13.27

    Conosco molto bene la storia romana, e per studi e formazione ho approfondito molto il personaggio di Nerone, soprattutto alla luce delle nuove rivisitazioni storiche che da oltre 50 anni ne sono state fatte, e finalmente posso dire che un romanzo ha avuto il merito di descrivere un Nerone molto più credibile e "veritiero" di quanto sia mai stato fatto, soprattutto rispetto alle pagliacciate dei films americani, come l'assurdo "Quo Vadis". Il romanzo di Forte scorre a meraviglia in una ricostruzione storica attendibile e perfettamente curata, e solo chi sa poco o nulla del vero Nerone, può arrivare a dire che il contesto storico di questo libro non è all'altezza. Da studiosa dell'epoca e del personaggio Nerone, posso confermare che mai prima mi era capitato di leggere un documento così ben fatto e ricostruito, con in più il vantaggio che, essendo un romanzo, riesce anche ad appassionare con un ritmo di scrittura travolgente. Dieci e lode a Franco Forte, soprattutto per il coraggio di aver abbandonato certe falsità sulla figura di Nerone, che hanno contribuito a distorcerne la figura, prima fra tutte l'idea che fosse un persecutore di cristiani, cosa del tutto falsa e inattendibile, come i nuovi studi degli storici confermano senza smentita. Per non parlare dell'incendio di Roma, di cui Nerone non è certo stato il fautore, e che nel romanzo di Forte trova una spiegazione tanto interessante quanto difficile da smentire con i fatti storiografici di cui siamo in possesso. Un romanzo robusto e appassionante, e un affresco di storia che meritava di essere raccontato come si deve.

  • User Icon

    Fulvio

    06/05/2011 14.47.19

    Davvero un bellissimo libro, che si legge in attimo e che lascia una impressione potente di immersione nella Roma antica, quella vera che solo i migliori romanzi storici sono in grado di proporre. Ho notato che Forte riprende alcune delle teorie espresse da Massimo Fini nel suo libro "Nerone - Duemila anni di calunnia", che avevo letto diverso tempo fa e che mi aveva appassionato. Certo che il piglio narrativo di "Roma in fiamme" è tutta un'altra cosa, e io mi sono divertito moltissimo "nei panni" di Nerone. Aspetto altri romanzi di questo autore che sto apprezzando libro dopo libro. Davvero una delle scoperte più interessanti degli ultimi anni, nel settore del romanzo storico. A mio avviso, un libro e un autore da leggere assolutamente.

  • User Icon

    Maria Marta e Marco Anversi

    06/05/2011 14.27.44

    L'abbiamo letto in due, così lo commentiamo in due, io e mio marito. Caspita che libro, ragazzi!!! FAVOLOSO!!! Un pugno nello stomaco, un intero mondo che all'improvviso si dischiude davanti agli occhi!!! La potenza con cui è descritto Nerone è unica nel suo genere!!! - Maria Marta <br> Da parte mia trovo questo romanzo estremamente avvincente e ben costruito, con un solido retroscena storiografico e una capacità di scrittura davvero al di sopra della media dei romanzi che mi è capitato di leggere ultimamente, non solo storici. I miei vivissimi complimenti all'autore. - Marco

  • User Icon

    Stefano

    30/04/2011 10.42.12

    E' vero che la storiografia di matrice senatoria e i successivi autori cristiani hanno fatto a gara per screditare Nerone, ma arrivare al punto di decantarne la figura è , a mio parere, eccessivo. Un affresco romanzato... troppo romanzato, che nasconde un traballante background storico. L'unico pregio di questo romanzo è l'ottima scrittura... comunque, sconsigliato.

Vedi tutte le 13 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione