Romeo e Giulietta suites n.1, n.2 - CD Audio di Sergej Sergeevic Prokofiev,Riccardo Muti,Philadelphia Orchestra

Romeo e Giulietta suites n.1, n.2

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Direttore: Riccardo Muti
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: EMI Classics
Data di pubblicazione: 22 settembre 2006
  • EAN: 0724358664126

€ 19,50

Punti Premium: 20

Venduto e spedito da IBS

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto tornerà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Disco 1
1
Romeo and Juliet: Folk Dance
2
Romeo and Juliet: Scene
3
Romeo and Juliet: Madrigal
4
Romeo and Juliet: Minuet
5
Romeo and Juliet: Masks
6
Romeo and Juliet: Balcony Scene
7
Romeo and Juliet: Death of Tybalt.
8
Romeo and Juliet: Montagues and Capulets (Dance of the Knights)
9
Romeo and Juliet: Juliet, the little girl
10
Romeo and Juliet: Friar Laurence
11
Romeo and Juliet: Romeo and Juliet before parting
12
Romeo and Juliet: Romeo at Juliet's tomb
13
Pini di Roma (The Pines of Rome): I. I pini di Villa Borghese
14
Pini di Roma (The Pines of Rome): II. Pini presso una catacomba
15
Pini di Roma (The Pines of Rome): III. I pini del Gianiclo
16
Pini di Roma (The Pines of Rome): IV. I pini di Via Appia
  • Sergej Sergeevic Prokofiev Cover

    Compositore e pianista russo. Gli studi e la precoce personalità. Il padre, agronomo, aveva una vasta proprietà in Ucraina; la madre, M.G. Zitkpva, era un'ottima pianista. Le innate doti musicali di P. poterono svilupparsi in un ambiente estremamente favorevole: a sei anni era già capace di dare forma a pensieri musicali; due anni dopo si impegnava a scrivere un'opera (Il gigante, Sulle isole deserte, di cui restano abbozzi per pianoforte), ideando da solo soggetto, messa in scena, parole, musica. Col suo primo maestro rivelò una certa avversione alla disciplina scolastica; con il successivo, R.M. Glière, parve invece trovarsi a suo agio. Al conservatorio di Pietroburgo, dove frequentò le classi di A.K. Liadov e N.A. Rimskij-Korsakov, la situazione... Approfondisci
  • Riccardo Muti Cover

    Direttore d'orchestra. Dopo aver vinto il concorso «Cantelli» (1967) si mise in luce alla testa delle principali orchestre italiane e straniere: direttore stabile dell'orchestra del Maggio Musicale Fiorentino (1969-73); direttore principale, poi musicale, della New Philharmonia Orchestra di Londra (1973-83), direttore musicale dell'Orchestra di Filadelfia (1980-92) e dal 1986 successore di C. Abbado alla direzione musicale della Scala. Eccelle sia nel repertorio sinfonico sia in quello operistico, con una spiccata predilezione per le opere di Mozart e Verdi, ma anche di Rossini, Bellini e Donizetti ricondotte al testo originale. Le sue qualità interpretative lo avvicinano a Toscanini per energia, senso drammatico, ritmo elettrizzante, oltre che per il ferreo controllo degli orchestrali. Approfondisci
  • Philadelphia Orchestra Cover

    Orchestra sinfonica fondata nel 1900 da Fritz Scheel. Divenne celebre internazionalmente sotto la guida di Leopold Stokowski (1912-41), che ne ampliò il repertorio alla musica del '900 (soprattutto Mahler, Skrjabin, Stravinskij, Varèse e Schönberg), e dedicò una cura particolare alle tecniche di riproduzione radiofonica e di registrazione (fu la prima orchestra a sperimentare, nel 1933, la registrazione in stereofonia). Nel 1938 la direzione venne assunta di fatto da Eugene Ormandy, che la tenne sino al 1980 lavorando in prevalenza al repertorio sinfonico tardo-romantico e primo-novecentesco, particolarmente adatto a valorizzare la pienezza sonora e timbrica dell'orchestra. Nel 1980 gli succedette Riccardo Muti in qualità di direttore musicale; dal 1992 gli è subentrato Wolfgang Sawallisch. Approfondisci
Note legali