€ 9,99

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Gabriella

    20/02/2015 21:46:55

    Mi è piaciuto davvero molto ed è anche molto "forte" come film (soprattutto se consideriamo quando è stato realizzato e i mezzi che erano a disposizione all'epoca)! la storia molto forte e, anche se il tema del "patto col diavolo" viene affrontato spesso, qui è realizzato molto bene! ovvio... se vi aspettate super effetti speciali, esorcismi, sangue che schizza dappertutto, braccia mozzate o simili non comprate quest dvd! ma se volete gustarvi un bellissimo horror anni 70, uno dei primi horror che affronta il tema dell'occulto... allora lo consiglio al 100%

  • User Icon

    vale71

    30/06/2012 14:21:05

    Senza dubbio il miglior horror di tutti i tempi, insuperato e forse insuperabile. Un film simile che ho visto qualche tempo fa è stato "the glow", che però non raggiunge lo stesso livello. ad ogni modo rosemary's baby è un film che non ci si stanca mai di rivedere. oltretutto quello delle sette sataniche non è solo un problema degli anni sessanta ma è quanto mai attuale e se ne sente parlare molto spesso. mi ha lasciata allibita soprattutto il fatto che il marito di rosemary non abbia esitato a stringere un patto con il divolo pur di ottenere fama e successo come attore. grande film e grandi attori

  • User Icon

    stefano

    06/09/2011 11:43:09

    Il film mi ha catturato, sia per la grande intepretazione di Mia Farrow sia perchè Polanski sa creare un ottimo gioco di suspense, tuttavia io ho aspettato con ansia crescente il finale per rimanere estremamente deluso.

  • User Icon

    1987

    04/09/2010 19:01:49

    Capolavoro di Polanski . Un continuo crescere di tensione in un film epocale ,precursore di tante pellicole che riportano un tema simile ,tutte di livello inferiore. La scena finale può risultare oltraggiosa a molti. Un film angoscioso ,forse non da vedere spesso.

  • User Icon

    MAX

    19/03/2009 17:46:25

    HORROR CON I FIOCCHI. DIFFICILE OGGI VEDERNE

  • User Icon

    P.

    05/02/2009 23:40:59

    Solo una parola lo può descrivere "Capolavoro". Dopo averlo visto per più di dieci volte negli ultimi 40 anni (la prima volta al cinema nel 1968), lo giudico ancora il miglior film horror che io abbia mai visto. Non delude nemmeno chi in precedenza ha letto il bellissimo libro di Ira Levin dal quale è stato tratto, cosa che succede purtoppo sovente, in film di tutti i generi, con addirittura cambiamenti nel finale. Per non parlare della mancanza di sangue o scene assurdamente violente, effetti speciali ecc. presenti purtroppo, sempre, negli attuali horror che si basano sul ribrezzo dato allo spettatore anziché sulla paura che un film horror degno di questo nome dovrebbe trasmettere. Poche pellicole si salvano, secondo me, in questo genere, tra le quali spiccano per qualità ed interpretazione, "Suspense" di Jack Clayton e "Gli invasati" di Robert Wise (girati ancora in bianco/nero) ambedue precedenti a Rosemary's Baby. Ma tornando al film di cui si parla, rimane senz'altro una pietra miliare del genere, ancora insuperata nella storia del cinema horror. Da vedere e rivedere.

  • User Icon

    simo

    26/05/2008 23:59:08

    come ci si possa annoiare su di un film del genere ,credo che sia sommamente assurdo,questo e il film più inquietante mai fatto nella storia della cinematografia mondiale una sceneggiatura praticamente perfetta dove persino l'inquadratura di un mobile senza commento musicale trasmette tensione,una fotografia e montaggio sapientissimi e poi una recitazione di gruppo che attanaglia,un Farrow vittima perfetta (vestita in puro stile anni 60,il che e ovvio dato l'anno di produzione della pellicola) un Cassavetes che vende letteralmente l'anima al demonio e i due vicini di casa,che dire indimenticabili,sopra tutti però scintilla una Ruth Gordon che offre una delle parti più gelide e spietatamente calcolate della storia meritatamente onorata e premiata con l'oscar. insomma un film per chi ama il vero grande ed incrollabile cinema,e non quegli splatter simil orror thriller orribilanti che pululano le sale cinematografiche ogni estate,qui non si vede una goccia di sangue ,ma i segni che lascia dentro non te li togli più,il vero male e invisibile e inpercettibile entra nella tua vita senza che tu te ne possa accorgere,questo emerge dal film ed e un messaggio di una forza devastante che ti mette con le spalle al muro. UN VERO MIRACOLO TARGATO ROMAN POLANSKI.

  • User Icon

    Fabrizio

    18/05/2008 16:05:15

    La cosa più spaventosa del film è il vestito della Farrow, per il resto è una noia terribile. Da dimenticare!

  • User Icon

    FEDERICO GIACINI

    14/02/2008 12:38:54

    IL FILM PIU ORRORIFICO E INQUIETANTE CHE IO ABBIA MAI VISTO E PRATICAMENTE SENZA VEDERE UNA GOCCIA DI SANGUE...UN CAPOLAVORO ASSOLUTO...UNA REGIA DI POLANSKY ASSOLUTAMENTE IMPECCABILE E SCENE GIRATE CON ALTISSIMA MAESTRIA E MESTIERE PURTROPPO FILMS DI QUESTO LIVELLO NON SE NE VEDONO PIU ...SEMBRA CHE LE SCENE DEGLI INTERNI DEL FILMS PERO' NON SIANO STATE GIRATE AL RESIDENCE DAKOTA DI NEW YORK MA IN STUDI CINEMATOGRAFICI NON BEN PRECISATI DI NEW YORK O HOLLYWOOD ... PROBABILMENTE PER IL MOTIVO CHE LE STANZE DI TALE RESIDENCE O ERANO TROPPO PICCOLE PER GIRARE LE SCENE DEL FILMS OPPURE PERCHE OCCUPATE DA INQUILINI...REALI INVECE LE SCENE DELL'ASCENSORE E DEI CORRIDOI DEL "DAKOTA" DOVE TRA L'ALTRO ABITAVA JOHN LENNON E IN TEMPI PIU LONTANI JUDY GARDLAND, BORISS KARLOFF (FRANKESTEIN) E ANCHE KIM BASINGER IN TEMPI PIU RECENTI...PER AUTONOMASIA E' L'EDIFICIO CON LA FAMA DI PIU DEMONIACO NEL MONDO (NON A CASO...) ...SE VI CAPITA DI ANDARCI (A NEW YORK) SAPPIATE CHE SI TROVA IN ZONA CENTRAL PARK MA NON PENSIATE DI POTERVI ENTRARE...PERCHE CE UN GUARDIANO CHE MONTA LA GUARDIA A TURNO GIORNO E NOTTE IN UNA GARRITTA POSTA ALL'ESTERNO DELL'EDIFICIO E NON VI FAREBBE ENTRARE...ACCONTENTATEVI SEMMAI DI DARE UNO SGUARDO ALLE RINGHIERE DI GHISA MASSICCIA CHE CIRCONDANO IL PERIMETRO DELL'EDIFICIO...LA SORPRESA SARA' TANTA!!!

  • User Icon

    massi74

    24/11/2007 09:59:54

    Buon cast di attori,buon doppiaggio,stesso discorso vale per sceneggiatura e regia,ma di orrorifico questo film ha ben poco;va considerato anche che la pellicola ha ormai 40 anni cosi come va apprezzato il tema che affronta..Per il resto però lo trovo in certe scene un po' pesante e noioso anche se cmq è un film che ha fatto storia da vedere assolutamente.

  • User Icon

    *Sir Psycho Sexy*

    15/09/2007 23:41:39

    è una specie di horror-soft, non ci sono scene pesanti, tranne quella del sogno(?)la notte del concepimento...solo polanski poteva fare un capolavoro del genere horror senza fiumi di sangue o roba simile...la morale di questo film sta nel fatto che ormai tutti o quasi (ora + che mai rispetto a 40 anni fa) siano disposti a vendere l'anima al diavolo x piaceri effimeri...grande regia e grande cast...angoscianti le storie vere dell'edificio dove è stato girato questo film e quelle sulla moglie uccisa da Manson...x me cmq Shining del mitico Maestro Stanley Kubrick rimane sempre il miglior film horror della storia...

  • User Icon

    Alberto

    29/08/2007 10:28:16

    Capolavoro di Roman Polanski. Atmosfere angosciose e una bravissima Mia Farrow rendono questo film un classico del genere(e non solo...).

  • User Icon

    Michele Bettini

    15/06/2007 23:35:01

    Un film non certo divertente e troppo dettagliato. Possibile che non debba mai concedere una risata né un po' di partecipazione diretta? Angoscioso melodramma, con scene di troppo, fra giallo e horror, ma senza una soluzione. La spaurita protagonista è matta o è davvero circondata dagli spiriti maligni?

  • User Icon

    SILVIA FRAU

    27/04/2006 16:49:53

    bellissimo, al di fuori di tutti gli schemi, grandioso

  • User Icon

    manu

    29/01/2006 20:05:18

    La cosa che più mi ha colpito del film è il modo con cui Polanski ci mostra come il male trovi casa nelle persone più insospettabili,nutrendosi di una quotidianità apparentemante tranquilla.Il film è tremendamente attuale nonostante sia del 1968,e il suo messaggio chiave sta nel fatto che l'uomo possa essere disposto a vendere la propria vita e la propria anima per un futile successo e per una ricca posizione sociale.Sconvolgente il finale in cui l'essre mamma può addirittura prevalere sulla venuta dell'Anticristo.Eccellente

  • User Icon

    francesco

    11/01/2006 07:52:09

    secondo me è il film capolavoro di Polansky che negli anni susseguenti pur con mille sforzi non è più riuscito a bissare se non forse con L'INQUILINO DEL TERZO PIANO del 1976 anche se comunque non certo a questi livelli qualitativi...in ROSEMARY'S BABY sembra che Polansky sia addirittura riuscito a guardare in faccia il demonio e a confrontarsi con lui...è quindi un film assolutamente irragiungibile dato che alla fine della visione si percepisce nettamente di esser riusciti ad annusare (sia pure con la visione di un semplice film) l'odore dello ZOLFO satanico...lo stesso Polansky a quanto sembra già allora convinto satanista sembra quasi che con questo film sia riuscito a "stringere la mano" a lucifero e a farsi dare lui stesso una pacca sulle spalle di rassicurazione diabolica...ci si domanda come mai film di questo spessore non ne escano piu' dalle sale cinematografiche pur con tutte le tecnologie avanzate del cinema di questo nuovo millennio... e comunque attori di questo livello qualitativo quali John Cassavates, l'incredibile Ruth Gordon (che in questo film prese addirittura l'oscar quale attrice non protagonista) la stessa Mia Farrow ....sinceramente non se ne vedono proprio piu e temo che mai piu ne rivedremo... la cosa incredibile di questo film è che fu girato nell'edificio per autonomasia piu malefico del mondo e cioè il DAKOTA HOUSE...nello stesso palazzo in cui nel 1980 trovò la morte John Lennon (di cui anni prima aveva acquistato assieme alla sinistrosa YOKO ONO ben 2 attici al quinto e ultimo piano) e nel cui edificio anni prima visse il ben noto attore BORIS KARLOFF (noto per l'interpretazione del film FRANKESTEIN)...coincidenze? mica tanto... se avete occasione di passare da quelle parti a New York (vicino a Central Park) provate a dare un'occhiata ad esempio alle RINGHIERE che tutto attorno circondano il DAKOTA...teste di draghi malefici vi pullulano per tutto il perimetro di quell'edificio....coincidenze? no assolutamente...

  • User Icon

    Luca

    05/01/2006 18:14:02

    Polanski gira il film elegantemente, sembra quasi una commedia, usa interpreti bravissimi e condisce la storia di quel poco poco di inquietudine per renderla davvero intrigante senza mai scoprire tutte le carte fino in fondo. La reputo una pellicola molto buona che trascende il suo genere (in realtà è un horror), vedibile da chiunque, abbastanza raffinata anche per chi mastica occultismo. Il finale è eccellente.

  • User Icon

    Mauro68

    31/12/2005 14:26:17

    Altissima scuola di cinema. La tensione e l'inquietudine crescono piano piano ma inesorabilmente fino al finale che è di una bellezza sconvolgente e che riesce a mescolare l'angoscia e il terrore con l'amore e la tenerezza (che riescono ad affiorare, nonostante tutto). Le prove d'attore sono eccezionali, e durante tutte le due ore abbondanti del film sono disseminate qua e là scene che sono dei veri e propri gioielli d'arte cinematografica.

  • User Icon

    Claudio

    29/12/2005 18:58:25

    Rosemary's Baby è un horror senza orrore. Chi poteva realizzare un film del genere? Solo un genio. Per tutto il film non riusciamo a capire se Rosemary è realmente una vittima o solo una povera donna impazzita. Polanski è geniale nella direzione degli attori, in tutti i suoi film specialmente in questo gli attori riescono sempre a dare il massimo, certo in questo caso è stato facilitato da un cast eccezionale: Mia Farrow (bellissima, Ruth Gordon (geniale), John Cassavetes e soprattutto i personaggi secondari che creano un atmosfera fondamentale per il film. Decisamente il film horror più bello che ho visto. Capolavoro.

  • User Icon

    Alessandro

    20/09/2005 23:53:22

    Un capolavoro. La dimostrazione che si può fare un horror senza una goccia di sangue. Assolutamente da vedere.

Vedi tutte le 33 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione

1969 - David di Donatello - Miglior attrice straniera - Farrow Mia
1968 - Oscar [Academy Awards] - Miglior attrice non protagonista - Gordon Ruth

  • Produzione: Paramount Home Entertainment, 2011
  • Distribuzione: Universal Pictures
  • Note: diverso titolo italiano
  • Durata: 137 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 1.0 - mono);Inglese (Dolby Digital 1.0 - mono);Francese (Dolby Digital 1.0 - mono);Spagnolo (Dolby Digital 1.0 - mono)
  • Lingua sottotitoli: Italiano; Inglese; Francese; Spagnolo; Portoghese; Greco; Ebraico
  • Formato Schermo: 1,85:1
  • Area2
  • Contenuti: interviste; dietro le quinte (making of)