Rusty il selvaggio di Francis Ford Coppola - DVD

Rusty il selvaggio

Rumble Fish

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Rumble Fish
Paese: Stati Uniti
Anno: 1983
Supporto: DVD
Vietato ai minori di 14 anni

€ 5,99

Punti Premium: 6

Venduto e spedito da IBS

Attualmente non disponibile
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Rusty James ha sedici anni ed è il leader di una piccola gang. Vive in adorazione del fratello maggiore partito con la sua moto per la California. La madre ha lasciato la famiglia, il padre è alcolizzato, la scuola non significa niente, le relazioni sono solo superficiali. Una notte l'ennesima bravata del fratello cambierà per sempre la sua vita.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4
di 5
Totale 4
5
2
4
1
3
0
2
1
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    JD

    26/03/2010 19:39:01

    Dal romanzo omonimo di Susan E.Hinton come l'appena precedente"I ragazzi della 56esima strada",di cui riprende il modello ma adottando un tipo di regia meno "espressionista"( probabile motivo per cui questo film fu ampiamente[e non proprio meritamente] preferito all'altro),una piccola pietra miliare della serie "belli e dannati".Certo non tutto funziona(a cominciare dall'abuso di virtuasismi registici e il simbolismo visionario più facile[vedi i sogni di Rusty quando è ferito])ma colpisce il modo in cui è descritto il confronto fra i personaggi,alla ricerca continua(e vana) di eroismo nella marginalità dove sono relegati,nell'illusione del sogno e nel mito americano.Bello il bianco e nero come punto di vista del "ragazzo della moto".Il titolo originale si riferisce ai pesci combattenti che vorrebbe liberare"così non combatterebbero nel fiume,se avessero più spazio".Uno dei migliori ruoli di Rourke,che a 27 anni si ritrovò ad essere il nuovo idolo dei giovani(e delle giovani)alla pari di Marlon Brando ne"IL Selvaggio",e James Dean in "Gioventù bruciata".Questi sono i veri miti,altro che Step!!!Secondo film per Nicolas Cage e per Chris Penn(fratello di Sean e futuro Eddie Il Bello ne"Le iene").Tom Waits è il barista,e la figlioletta del regista,Sofia,è la sorellina della ragazza di Rusty.

  • User Icon

    Samuele

    23/10/2005 15:12:35

    Coppola è abile a mettere a nudo spietatamente le contraddizioni e le tensioni sociali dell' America. Il film è tratto dal libro di Spencer ed è successivo (forse un sequel) a "I ragazzi della 56a strada" che era uscito qualche mese prima. Io personalmente trovo molte affinità con "Mamma Roma" di Rossellini. Ho letto che il film è girato in bianco e nero perchè sarebbe un' intera soggettiva del personaggio Motorcycle boy (Rourke) che è daltonico. Io trovo che la scelta del bianco e nero e del tipo di contrasto sia molto, molto ispirata al film con la Magnani. Oltretutto il tipo di interpretazione del protagonista Rusty (Dillon) fa venire subito in mente il ragazzino bullo della periferia degradata della Roma anni 50-60. Notate l' inquadratura sulla smorfia di Rusty mentre aspetta alla fermata del bus la fidanzatina e confrontatela con quella sul ragazzino in "Mamma Roma" poco prima di compiere il furto in ospedale. Altra analogia è il finale tragico in cui a soccombere sono gli emarginati del corpo sociale, gli innocui "fuoricasta" che, non accettando le omologazioni che gli vengono imposte, vengono eliminati senza troppi indugi affinchè l'ordine sociale non venga turbato da essi. Consiglio questo film a chi è stufo di vedere le favole ipocrite "Spilberghiane" sull' America democratica con neri e bianchi che passeggiano tenendosi per mano, sull'America premurosa per la pace del mondo, sulle favole della dorata provincia americana solidale con i più bisognosi. Coppola si ispira esplicitamente al neorealismo italiano che mise in scena la triste realtà cruda che si trova dietro l'angolo di ogni città,in qualsiasi Paese, anche il più civilizzato, anche il più potente. Il fatto che sia in binaco e nero io lo vedo come un tributo che lui fa al cinema d'oro che fu del nostro Paese.

  • User Icon

    DavePirner

    25/01/2005 18:13:02

    Sui muri di Tulsa(Oklahoma)il ricordo di Motorcycle Boy,fratello di Rusty,resterà vivo fino al ritorno delle bande,fino alla scomparsa della roba....fino a quando i giovani ritorneranno a socializzare. Un capolavoro...

  • User Icon

    Russell

    08/04/2003 15:54:09

    Considerato da molti un capolavoro questo film mi ha lasciato molto perplesso.Certo la fotografia è bellissima ma dopo un inizio convincente il ritmo cala notevolmente.Alla fine si può solo fare un elogio agli interpreti.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente
  • Film in bianco e nero
  • Produzione: Universal Pictures
  • Distribuzione: Terminal Video
  • Durata: 91 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Inglese (Dolby Digital 5.1);Francese (Dolby Digital 2.0 - stereo);Spagnolo (Dolby Digital 2.0 - stereo);Tedesco (Dolby Digital 2.0 - stereo)
  • Lingua sottotitoli: Italiano; Francese; Inglese; Spagnolo; Portoghese; Arabo; Danese; Olandese; Tedesco; Finlandese; Svedese; Norvegese; Greco; Turco; Ebraico
  • Formato Schermo: 1,85:1
  • Contenuti: trailers
  • Matt Dillon Cover

    Propr. Matthew Raymond D., attore e regista statunitense. Ha quindici anni quando appare per la prima volta sullo schermo in Giovani guerrieri (1979) di J. Kaplan, e non ne ha ancora venti quando F.F. Coppola lo fa recitare in due film consecutivi, I ragazzi della 56ª Strada e Rusty il selvaggio, ambedue del 1983 e girati sul medesimo set. I due film, carichi di forti toni espressionisti, rappresentano poco più di un tentativo (riuscito) da parte di Coppola di risollevarsi dal flop di Un sogno lungo un giorno, ma costituiscono anche il trampolino di lancio di un intero gruppo di giovani attori, tra i quali D./Rusty non manca di farsi notare. Tuttavia solo di lì a qualche anno, dopo alcuni film di medio livello, si impone all'attenzione dei critici in Drugstore Cowboy (1989) di G. Van Sant,... Approfondisci
  • Mickey Rourke Cover

    "Nome d'arte di Philip Andre R. jr., attore statunitense. Dopo una fugace apparizione in 1941 - Allarme a Hollywood (1979) di S. Spielberg, il vero e proprio esordio è in I cancelli del cielo (1980) di M. Cimino. Ancora comprimario in originali opere prime (Brivido caldo, 1981, di L. Kasdan; A cena con gli amici, 1982, di B. Levinson), il personaggio dell'outsider spirituale e martire «Motorcycle Boy» di Rusty il selvaggio (1983) di F.F. Coppola, lo lancia in una girandola di ruoli da protagonista, a cominciare dalla coppia istrionica con E. Roberts di Il Papa di Greenwich Village (1984) di S. Rosenberg e dalla tragicità solitaria e violenta di L'anno del Dragone (1985) di M. Cimino. Il successo dell'erotismo patinato di Nove settimane e mezzo (1986) di A. Lyne, malamente ripreso in Orchidea... Approfondisci
  • Diane Lane Cover

    Attrice statunitense. Debutta nel cinema giovanissima a fianco di L. Olivier in Una piccola storia d'amore (1979) di G.R. Hill e in seguito interpreta tre film di F.F. Coppola: I ragazzi della 56ª Strada (1983), Rusty il selvaggio (1983) e Cotton Club (1984), creandosi un'immagine ribelle e sexy. Dopo il ruolo della rock-star in Strade di fuoco (1984) di W. Hill, la sua stella si appanna. Richiamata da F.F. Coppola per Jack (1996), è protagonista di A Walk on the Moon - Complice la luna (1999) di T. Goldwyn, e poi è nel cast di La tempesta perfetta (2000) di W. Petersen, partner di R. Gere in Unfaithful (2002) di A. Lyne e di R. Bova in Sotto il sole della Toscana (2003) di A. Wells. In seguito si segnala nella commedia romantica Partnerperfetto.com (2005) di G.D. Goldberg e in Hollywoodland... Approfondisci
Note legali