Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Oscar Mondadori -20%
Salvato in 123 liste dei desideri
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
La saga di Vigdis
17,10 € 18,00 €
LIBRO
Venditore: IBS
+170 punti Effe
-5% 18,00 € 17,10 €
disp. in 5 gg lavorativi disp. in 5 gg lavorativi
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
17,10 €
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
17,10 €
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi
La saga di Vigdis - Sigrid Undset - copertina
Chiudi

Descrizione


Dall'autrice Premio Nobel per la Letteratura 1928 «per la sua imponente descrizione della vita nordica durante il medioevo».

«Questo romanzo narra una delle più terribili vicende d'amore mai raccontate»la Repubblica

«Nessun romanziere, di ieri o di oggi, ha dipinto il mondo medievale con tanta potenza. Sigrid Undset è una delle menti più raffinate della letteratura europea»The International New York Times

Nell'inverno perenne di una Scandinavia medievale, la giovane Vigdis si innamora perdutamente di Ljot, uno sfrontato marinaio islandese, audace in battaglia e sensibile alla poesia. L'attrazione è corrisposta, ma Ljot approfitta dell'ingenuità di Vigdis e abusa di lei. Una donna che subisca violenza non ha strumenti di difesa nell'antica società vichinga. La vittima è l'unica colpevole ed è condannata al pubblico ludibrio. Ljot implora il perdono, ma Vigdis rifiuta ogni compromesso, allontanandolo da sé. La violenza l'ha resa estranea perfino ai propri sentimenti: non può rinnegare l'amore che, prepotente, continua ad animarla, ma sente affiorare in sé un tremendo desiderio di vendetta. Quando scopre di essere incinta dell'uomo che ama e che, senza ucciderla, le ha tolto la vita, Vigdis ritrova la forza per reagire. Ricomincia a esistere. Passano gli anni e non mancano le gioie, le amicizie e gli affetti. Perfino l'onore, che Vigdis ritrova nella sua indipendenza e nell'educazione del figlio. La serenità, però, non le appartiene. I frantumi dell'amore si sono ricomposti in odio e la protagonista sta ordendo, a tratti inconsapevole, la più cruenta delle vendette.

Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2021
21 gennaio 2021
176 p., Brossura
9791280084071

Valutazioni e recensioni

5/5
Recensioni: 5/5
(4)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(4)
4
(0)
3
(0)
2
(0)
1
(0)
Namaste
Recensioni: 5/5

Amore e vendetta, in questa saga nordica, gelida e torrida, una contraddizione perenne. Letteratura con la elle maiuscola.

Leggi di più Leggi di meno
Roberta
Recensioni: 5/5

Libro meraviglioso. Ho adorato Ljot: tanto orrende le sue azioni quanto sincero il pentimento. Sono stupita di come un'autrice del primo '900 riesca, senza pathos ed eccessi, a delineare la psicologia e i sentimenti dei suoi personaggi. Una delle mie letture preferite di sempre.

Leggi di più Leggi di meno
A.D.
Recensioni: 5/5

Una storia d'amore dolorosa e profonda. Autrice "di poche parole" la Undset: lineare, diretta, chirurgica. Eppure i sentimenti dei suoi protagonisti sono chiari, evidenti. Premio Nobel per la letteratura? Ci credo, grandissima penna.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

5/5
Recensioni: 5/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(4)
4
(0)
3
(0)
2
(0)
1
(0)

Voce della critica

A distanza di quasi un secolo Sigrid Undset, autrice norvegese vincitrice nel 1928 del premio Nobel per la letteratura, continua ad affascinarci – e a tentarci nella lettura  – con i suoi racconti storici, ambientati in un Medioevo diverso da quello a cui siamo abituati, lontano dai cicli Bretone e Carolingio, tutti incentrati sulla figura del cavaliere e delle sue gesta. Il Medioevo di Undset, infatti, è scolpito a misura di donna e della donna canta il coraggio.

In La saga di Vigdis (176 pagine, 18 euro) la velocità dell’azione è fondamentale e scandisce non solo il ritmo di una narrazione che rispecchia la snellezza propria della trasmissione orale, ma determina anche l’elevato calore della temperatura emotiva a cui si è sottoposti per tutta la durata del racconto.

Vigdis è una donna bellissima, i capelli che prendono la loro luce dal fuoco che le arde dentro e gli occhi impenetrabili. Ha solo quindici anni quando un giovane mercante islandese, Ljot, giunto in Norvegia per approvvigionarsi di legname, la nota a casa del padre, presso cui è ospite, e ne rimane folgorato. In un attimo la passione si trasforma in ossessione e Ljot, pur avendo più di una speranza di essere ricambiato da Vigdis, la prende con la forza nel temenos di un santuario silvestre, profanando l’inviolabile, sia in terra che in cielo.

La rapidità con cui le aspettative del lettore si capovolgono è sconcertante, nella violenza e dalla violenza nasce un personaggio memorabile, Vigdis, distante anni luce dagli stereotipi della donzella vacua e sottomessa che lancia i capelli dalla torre per facilitare l’ascesa del suo cavaliere. Vigdis è forza pura e brutale, è l’incarnazione del dolore che ogni donna abusata, di ogni epoca e latitudine, è costretta a sopportare e, ancora di più, diventa lo straziante contrasto interiore tra la morte inflitta e la biologia della vita che in seguito a quell’uccisione le cresce dentro.

Undset non ci risparmia nulla dell’umanità della sua protagonista, che fa risaltare non per bellezza, ma per disperazione, sottolineando strenuamente l’inconciliabilità dell’odio che divampando la nutre – preparandoci alla più atroce delle vendette – e l’istinto di madre che la tramuta in lupa spietata, irreparabile strappo nel folto di un mondo assassino che le è franato addosso.

Per tutta la durata della storia, – fitta di personaggi e azioni che sfruttano la brevità dello spazio concesso loro per costruire una marea emotiva lunga vent’anni – la tensione si mantiene inalterata, in un precisissimo gioco di equilibrio tra il destino di Ljot e quello di Vigdis, per sempre segnati da una maledizione che possono imputare solo a se stessi.

La grandezza del romanzo non risiede solo nella straordinaria introspezione psicologica di Vigdis e Ljot, e nelle tragiche conseguenze che continuamente si abbattono sui personaggi, al punto che il limite tra colpa e innocenza è più volte messo in discussione, ma anche nell’originalità della forma con cui l’autrice decide di mettere in scena il dramma, adeguando l’incisività dell’epica alla profondità emotiva.

Una grandezza che giustamente venne riconosciuta a Undset dal mondo letterario a lei contemporaneo e che oggi, grazie al lavoro di coraggiose e preparate case editrici, Iperborea nel 1992 e Utopia Editore nel gennaio 2021 – l’edizione che ho tra le mani è proprio quest’ultima, nella traduzione di Margherita Podestà Heir –, può finalmente arrivare fino a noi e tenerci sospesi prima di colpire a fondo, micidiale pezzo unico forgiato da un dio di cui ci eravamo dimenticati.

Recensione di Sara Galletti Manfroni

Leggi di più Leggi di meno

Conosci l'autore

Sigrid Undset

1882, Kalundborg

Scrittrice norvegese, Premio Nobel nel 1928 a soli quarantasei anni, rispecchia nelle sue opere la profondità umana, la libertà intellettuale e la generosità con cui ha vissuto, spesso controcorrente, come nella conversione al cattolicesimo o nella resistenza antinazista, che le è costata la vita di un figlio e la fuga dalla Norvegia durante l’occupazione tedesca. Le sue opere più note sono i grandi romanzi storici, ambientati nel Medioevo vichingo, Olav Audunssøn, e soprattutto Kristin figlia di Lavrans, di cui La saga di Vigdis (Iperborea, 1992) è in un certo senso la preparazione. Nei romanzi contemporanei racconta, con modernità e realismo, la ricerca della realizzazione umana.

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore