Salvato in 20 liste dei desideri
attualmente non disponibile attualmente non disponibile
Info
Salvare il capitalismo dai capitalisti
12,82 € 13,50 €
LIBRO
Venditore: IBS
+130 punti Effe
-5% 13,50 € 12,82 €
ora non disp. ora non disp.
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
12,82 €
disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
12,82 €
disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi

Tutti i formati ed edizioni

Nome prodotto
12,82 €
Chiudi
Salvare il capitalismo dai capitalisti - Raghuram G. Rajan,Luigi Zingales - copertina
Chiudi

Prenota e ritira

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino. Scopri il servizio

Chiudi

Riepilogo della prenotazione

Salvare il capitalismo dai capitalisti Raghuram G. Rajan,Luigi Zingales
€ 13,50
Ritirabile presso:
Inserisci i dati

Importante
  • La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
  • Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l’elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio Ufirst.
  • Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l’articolo verrà rimesso in vendita)
  • Al momento dell’acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio.
Chiudi

Grazie!
Richiesta inoltrata al negozio

Chiudi

Descrizione


I capitalisti affermati hanno paura della competizione, che mina il predominio delle imprese esistenti e le costringe a riguadagnarsi la propria posizione ogni giorno. I mercati finanziari sviluppati spaventano particolarmente, perché favoriscono e alimentano la concorrenza, equiparando i punti di partenza. L'Italia è un esempio da manuale della degenerazione del capitalismo in un sistema di élite, fatto dalle élite, e per le élite. E rappresenta, al tempo stesso, un caso emblematico del ruolo decisivo svolto dal sistema finanziario in questa degenerazione. Non è sorprendente che in Italia tutte le nuove opportunità di investimento, dai telefoni cellulari alle società di servizi pubblici neoprivatizzate, siano sempre sfruttate da pochi privilegiati. Sono gli unici con il denaro e i contatti per farlo. E non sorprende neppure che queste stesse persone si oppongano a uno sviluppo finanziario: andrebbe a intaccare proprio la fonte della loro rendita di posizione.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2008
Tascabile
26 febbraio 2008
XIX-390 p., Brossura
9788806191511

Valutazioni e recensioni

3/5
Recensioni: 3/5
(2)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(0)
4
(1)
3
(0)
2
(1)
1
(0)
Mauro
Recensioni: 4/5

No, invece io do' un giudizio positivo pur d'accordo con parte delle critiche. E' vero, c'è una certa ridondanza e probabilmente il testo avrebe potuto essere asciugato un po', diciamo di un centinaio di pagine. Però la tesi di fondo è affascinante e tutto sommato l'approccio più divulgativo che tecnico mi pare più consono al senso del libro. Fondamentalemnete il testo è infatti più politico che finanziario e trovo positivo che cerchi di vicolare in modo relativamente semplice un messaggio che ribalta un bel po' di luoghi comuni...

Leggi di più Leggi di meno
gc
Recensioni: 2/5

più che condivisibile la tesi di fondo, ma assolutamente inadeguato nella forma. in primis, ci si poteva attendere qualcosa in più di una mera divulgazione: per esempio un approfondimento sugli strumenti finanziari. invece lo stile rimane giornalistico, colloquiale. ma anche come opera divulgativa, avrebbe sicuramente potuto essere più breve e concisa, senza l'eterno ritorno al concetto centrale, già chiaro dalle prime pagine. inoltre, quasi 2/3 del libro sono capitoli di carattere storico, una digressione sicuramente eccessiva: bastava un solo capitolo come introduzione. infine, se la diagnosi è tutto sommato chiara, la terapia lo è molto meno: è descritta frettolosamente, in 4 o 5 pagine finali, che ricalcano il sentito dire. gli autori avrebbero potuto sicuramente sfoltire altri capitoli e dedicarsi piuttosto a un'analisi comparata della corporate governance (scatole cinesi, partecipazioni incrociate, noccioli duri VS il modello anglosassone) o dei sistemi di protezione sociale nei maggiori paesi industrializzati, per proporre un modello di riferimento. in sostanza, proprio quello che il lettore cercava, nel libro viene a mancare. le uniche cose interessanti trasmesse sono curiosità di tipo storico o recenti dati econometrici. ma non ne fanno una lettura obbligata.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

3/5
Recensioni: 3/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(0)
4
(1)
3
(0)
2
(1)
1
(0)
Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore