Salvare il prossimo decennio. Pericoli immaginari e rischi reali, vecchie paure e nuove complessità

Roberto Vacca

Editore: Garzanti Libri
Collana: Saggi
Anno edizione: 2011
In commercio dal: 20 gennaio 2011
Pagine: 220 p., Rilegato
  • EAN: 9788811601180
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Disponibile anche in altri formati:
Descrizione

Oggi, in un mondo in velocissima trasformazione, subiamo una crescente incertezza. Ci sentiamo minacciati da guerre, pandemie vecchie e nuove, inquinamento, cambiamenti climatici, penurie alimentari, crisi energetiche, terrorismi, contrasti religiosi, crac economici... La qualità della vita è certamente migliorata rispetto al passato, e tuttavia questo progresso ha un prezzo: un moltiplicarsi di sistemi sempre più complessi, e dunque sempre più vulnerabili. Così sono in molti ad annunciare, per il secondo decennio del nuovo secolo, catastrofi vere o presunte, o addirittura il collasso del pianeta. Roberto Vacca ci offre una diagnosi aggiornata e sintetica. Distrugge molti vecchi miti e vari pregiudizi che continuano ad alimentare timori ingiustificati. E cerca di cogliere i punti più fragili di un "sistema mondo" sempre più interconnesso e articolato, con taglio realista e scientificamente aggiornato. Ne esce un quadro che ha diverse ombre, ma che offre anche straordinarie opportunità. Per "salvare il prossimo decennio" sarà dunque necessario concentrare gli sforzi sui settori davvero vitali, prendere una serie di misure concrete (e corrette) ma soprattutto immaginare un mondo più giusto, basato su reti solidali e collaborative: ci sono numerose esperienze del genere, ora si tratta solo di prenderle a modello e moltiplicarle.

€ 15,81

€ 18,60

Risparmi € 2,79 (15%)

Venduto e spedito da IBS

16 punti Premium

Disponibile in 3 gg lavorativi

Quantità:

€ 10,04

€ 18,60

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    lucio

    21/07/2011 10:38:11

    Vacca scrive 20 capitoli, toccando numerosi argomenti: economia, finanza, armamenti nucleari, degrado culturale, ecologia, tecnologia, sistemi tecnologici, informatica, management, gestione totale della qualità, politica, geopolitica, etica, giustizia, disastri naturali (meteoriti, terremoti, tsunami, epidemie), fenomeni naturali lenti, filosofia, singolarità, ed altro ancora. Su alcuni argomenti fornisce a corredo tabelle (14) e figure (3). Riporta fatti, citazioni, riferimenti (ho contato circa 40 opere e 7 siti). Ricorda vecchie paure smentite, ma ancora diffuse (es. OGM, campi elettromagnetici, sovrappopolamento, riscaldamento climatico antropogenico), distingue pericoli di cui si parla troppo ed esagerando (es. fine imminente del petrolio, violazione privacy) e pericoli di cui si parla poco o affatto (es. guerra nucleare, opacità dell'alta tecnologia). Quanto al salvarsi, punta sulla diffusione nella popolazione di cultura e partecipazione al processo decisionale, a suo parere attuabile emulando metodi già sperimentati da certe organizzazioni esistite in passato o esistenti oggi.

Scrivi una recensione