Sangue sporco - Enrica Aragona - ebook

Sangue sporco

Enrica Aragona

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Corbaccio
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 1,33 MB
Pagine della versione a stampa: 288 p.
  • EAN: 9788867006700
Salvato in 5 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Storia di un'amicizia tra due bambine, due ragazze, due donne, in una Roma violenta e marginale

«Una bella penna, potente, femminile, un esordio importante.»
Valeria Parrella

Roma, fine anni Settanta: un quartiere appena nato che confina con l’inferno, il sogno della casa popolare che diventa subito incubo. Scilla ha quattro anni quando, sul volto di suo padre, vede disegnarsi la rabbia per la vita che li attende. Ma in un luogo dove ognuno ha un dolore a cui sopravvivere, in uno spazio di abbandono che contamina chi ci vive fino a distruggerlo, c’è anche Renata. Ed ecco che quello spazio si dischiude, poco a poco, e quei palazzoni fatiscenti diventano lo scenario in cui nasce e cresce un rapporto fatto di amicizia, desiderio e paura, un rifugio in cui Scilla e Renata si nascondono da una realtà dove nei vasi fioriscono le siringhe e il riscatto si porta sempre dietro la colpa. Perché dove non ci si può permettere di sognare, la vita corrode ogni legame, separa i destini, allontana le persone. Ma lascia, comunque, la speranza di potersi salvare.
Il primo romanzo, intenso e potente di una nuova voce italiana.
 
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,26
di 5
Totale 10
5
6
4
3
3
0
2
0
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    farjana

    22/09/2019 13:45:00

    Un libro in cui l’amicizia tra le protagoniste (nella dura periferia di Roma) ricorda L’amica geniale di Elena Ferrante, con le atmosfere di Acciaio, di Silvia Avallone

  • User Icon

    Mara

    20/09/2019 14:23:35

    L’esordio di questa scrittrice, Enrica Aragona, mi ha fatto immediatamente pensare a quello di Valentina D’Urbano ed, in effetti, i romanzi di entrambe si basano sul non luogo, la periferia dei palazzoni e case popolari. Impersonale, degradata e anonima dove anche qui,in questa atmosfera si innesta una storia di desiderio, amicizia e paura ma soprattutto di speranza.

  • User Icon

    Daniele

    19/08/2019 06:38:41

    Molto bello, acquistato da mia moglie che ne è rimasta entusiasta alla fine mi sono convinto e l'ho letto anche io, non posso che confermare il suo giudizio. È un libro duro ma pieno di sentimenti positivi, che fa capire come la voglia di riscatto da una vita che sembra già scritta possa fare la differenza tra il bene e il male

  • User Icon

    Elsa

    18/08/2019 10:09:16

    Un romanzo bellissimo, denso di emozioni e duro come una pietra scagliata dritta nel cuore. Non capisco come si possa parlare di stile sciatto, lo stile è la componente migliore del libro: diretto, asciutto, mai banale melenso nonostante tratti di sentimenti. Un'amicizia fuori dagli schemi in un mondo complicato e senza sperwnza. Bellissimo libro.

  • User Icon

    Donatella

    11/08/2019 16:57:04

    Stile sciatto, storia prevedibile e insignificante col suo cocktail di tutto il degrado possibile e immaginabile. Assolutamente impropri i paragoni con Ferrante e Avallone; peccato averlo comprato ( fidandomi delle recensioni ufficiali ) ma,fortunatamente, in promozione ebook.

  • User Icon

    Sara91

    24/07/2019 11:52:46

    Un bellissimo romanzo. Una storia coinvolgente mi è piaciuto moltissimo. Spero di leggere ancora di questa autrice.

  • User Icon

    bel romanzo

    17/07/2019 20:35:12

    Mi è piaciuto molto. Bella la trama e la storia. Una bea scoperta nel panorama italiano. Non conoscevo la scrittrice e ne sono rimasta entusiasta.

  • User Icon

    Alessia Esse

    10/06/2019 06:31:42

    Era da tempo che non leggevo un romanzo così forte e fragile al tempo stesso. Forte perché le tematiche raccontate sono difficili e le protagoniste le affrontano come possono, con i loro anni che dovrebbero essere sinonimo di spensieratezza e invece sono volti alla sopravvivenza. Fragile perché dimostrarsi sempre più forti di quello che si è, inevitabilmente crea dei vuoti che Scilla e Renata colmano ognuna a loro modo. Ma è anche una storia positiva, perché alla fine il lieto fine per chi se lo merita arriva sempre. Con un ritmo serrato e uno stile che martella, questo libro ti fa arrivare fino in fondo senza fermarti mai.

  • User Icon

    paolapi

    06/06/2019 08:32:01

    una lettura che mi ha ricordato il quartiere in cui ho trascorso parte della mia vita. Non è solo una storia di amicizia, dentro questo libro c'è la storia di una generazione intera, quella dei ragazzi abbandonati a loro stessi in un'epoca spietata che ti faceva credere che tutto fosse possibile. Non è un libro facile, ma il modo in cui è scritto fa sì che le pagine scivolino via anche quando vorresti fermarti ad assorbire un po' di quei colpi che l'autrice sgancia come pugni. Vale la pena leggerlo, perché fa capire come contare su se stessi a volte sia l'unica strada possibile.

  • User Icon

    Raist

    04/06/2019 13:40:28

    Sangue sporco è la storia di Scilla e della sua esistenza sempre in bilico tra la consapevolezza di essere destinata a una vita difficile e la voglia di riscatto, ma è soprattutto la storia di una generazione dimenticata, quella delle borgate romane degli anni Settanta e Ottanta, figlie dell’urbanizzazione selvaggia e piene di complessità. La vera protagonista infatti è proprio questa periferia che sopravvive tra la vergogna e l’emarginazione, un quartiere ghetto che infetta chi ci vive, dove l’unico antidoto sembra essere la propria forza interiore. Ed è proprio su questa che Scilla fa leva per affrancarsi da Isola Nuova e dalla vita che qualcun altro aveva scelto per lei. L’autrice ha scelto di raccontare alternando due piani temporali diversi ma in un certo modo strettamente legati tra loro: da una parte c’è la Scilla adolescente e la sua storia di amore-odio con Renata e con Isola Nuova. Dall’altra c’è la Scilla adulta, madre single, che cerca di dare a sua figlia tutto l’amore che a lei è stato negato, a dimostrazione che ciò che si diventa non può mai prescindere da ciò che si è stati. Un romanzo scritto con uno stile asciutto e diretto dove le pagine scorrono senza che tu te ne accorga, troppo preso dalle tante emozioni contrastanti che suscita. A tratti doloroso, a tratti ironico e pungente, questo romanzo ti entra sottopelle e non ti lascia nemmeno dopo l’ultima pagina.

Vedi tutte le 10 recensioni cliente
  • Enrica Aragona Cover

    Lavora in un’azienda farmaceutica e scrive da sempre, soprattutto racconti che sono stati pubblicati in varie antologie. Tra i suoi romanzi: Sangue sporco (Corbaccio, 2019). Approfondisci
Note legali