Scarlatti Book

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Outhere
Data di pubblicazione: 18 marzo 2016
  • EAN: 5400439006584

€ 19,90

Punti Premium: 20

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

L’irrinunciabile trio Aka Moon offre un approccio innovatore al jazz e ai generi musicali etnici come il funk e rock, con una sonorità molto personale. Nella loro lunga e intensa carriera hanno collaborato a numerosi progetti con decine di artisti di diversa provenienza. Mai temendo nuovi incontri musicali, il gruppo dedica il suo nuovo album al compositore napoletano Domenico Scarlatti (1685-1757). Quest’ultimo offre nel suo immenso catalogo di sonate un materiale musicale unico, affascinante nelle sue eccentricità ritmiche e armoniche. Un terreno ricco di una sostanza ideale per il linguaggio musicali di Aka Moon, che per l’occasione ha invitato il pianista Fabian Fiorini. Ciascuna sonata, strano e particolare oggetto sonoro dai colori a volte popolari, a volte mediterranei o arabeggianti, offre delle possibilità di trasformazione infinite. Lungi dall’essere fissate nel tempo e nello spazio, queste interpretazioni contemporanee di capolavori passati lasciano un grande spazio all’improvvisazione.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Domenico Scarlatti Cover

    Compositore.Le vicende biografiche fra roma, lisbona e madrid. Sestogenito di Alessandro, dopo i primi studi compiuti sotto la guida del padre ebbe nel 1701 la nomina a organista e compositore di musica della real cappella di Napoli ed esordì in campo teatrale nel 1703 con L'Ottavia ristituita al trono e con il Giustino. Accompagnò il padre, nel frattempo, a Firenze, e lo raggiunse poi a Roma; si trasferì quindi a Venezia, dove completò gli studi sotto la guida di F. Gasparini e dove incontrò Vivaldi e Händel. Maestro di cappella della regina Maria Casimira di Polonia a Roma, fra il 1709 e il '14 allestì vari melodrammi. Nel 1713 fu nominato coadiutore in S. Pietro; l'anno dopo ottenne il posto di maestro di cappella, che conservò sino all'estate 1719. Quell'anno si recò in Inghilterra per... Approfondisci
Note legali