Lo schianto. 2008-2018. Come un decennio di crisi economica ha cambiato il mondo

Adam Tooze

Traduttore: R. Serrai C. Rizzo
Editore: Mondadori
Collana: Le scie
Anno edizione: 2018
In commercio dal: 28 agosto 2018
Pagine: 766 p., ill. , Rilegato
  • EAN: 9788804700760
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione

Innescata dallo scoppio della bolla immobiliare nel 2006 e culminata il 15 settembre 2008 nel crack della Lehman Brothers, un saggio sulla prima grave crisi finanziaria dell'era globale.

Innescata dallo scoppio della bolla immobiliare nel 2006 e culminata il 15 settembre 2008 nel crack della Lehman Brothers, la prima grave crisi finanziaria dell'era globale ha investito violentemente ogni parte del mondo, dalle borse del Regno Unito e dell'Europa fino alle fabbriche dell'Asia, del Medio Oriente e dell'America latina, e ha determinato un radicale riassetto della governance internazionale. Negli Stati Uniti e nei paesi occidentali ha provocato un generale impoverimento del ceto medio, un ripensamento della natura della democrazia capitalistica e, con un effetto domino la cui prima conseguenza è stata l'esplosione di una serie di crisi geopolitiche lungo tutto il perimetro esterno dell'Unione europea, dalla Tunisia alla Crimea, ha portato alla guerra in Ucraina, al collasso della Grecia, alla Brexit e alla vittoria di Donald Trump nelle elezioni presidenziali americane del 2016. Con la sua poderosa ricostruzione del decennio di crisi finanziarie appena trascorso e delle risposte economiche, politiche e geopolitiche che a esse sono state date, Adam Tooze ci mostra che per comprendere gli sconvolgimenti epocali in corso è necessaria una profonda riflessione su alcuni temi di fondo: il carattere casuale e caotico dello sviluppo economico e le rotte imperscrutabili del debito; le invisibili trame che legano paesi e regioni in rapporti di interdipendenza acutamente asimmetrici, frutto di una incolmabile e crescente disparità in termini di capacità di investimento e di potere politico e militare; le modalità con cui le crisi finanziarie hanno interagito con il successo planetario di Internet e dei social network; la sofferenza della classe media americana, l'ascesa della Cina e le lotte globali per i combustibili fossili. Alla luce di questo nuovo scenario, Tooze valuta, con le armi dello storico, la portata di eventi che si configurano come una delle grandi crisi della modernità, al pari della prima guerra mondiale, e formula alcune domande cruciali – come si accumulano rischi enormi, poco compresi e poco controllabili? siamo entrati nella crisi ingenuamente, come sonnambuli, o spinti da forze oscure? di chi è la colpa del disastro che ne è derivato? in che modo le passioni politiche del popolo influenzano il processo decisionale dell'élite? e in che modo i politici sfruttano tali passioni? – riguardo alle reali prospettive di un ordine mondiale liberale, stabile e coerente.

€ 29,75

€ 35,00

Risparmi € 5,25 (15%)

Venduto e spedito da IBS

30 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 
Indice

Introduzione. La prima crisi dell'era globale

Parte prima. Le nubi si addensano
La «crisi sbagliata» - Subprime - Finanza transatlantica - L'eurozona - Un mondo multipolare

Parte seconda. La crisi globale
«La peggiore crisi finanziaria della storia globale» - Salvataggi - «Il nocciolo della questione»: la liquidità globale - La crisi europea dimenticata: l'Europa dell'Est - Vento da Oriente: la Cina - G20 - Stimolo - Aggiustare la finanza

Parte terza. L'eurozona
Grecia 2010: «prolunga e fingi» - Tempo di debito - Il mondo del G-Zero - Circolo vizioso - Tutto il necessario

Parte quarta. Scosse di assestamento American Gothic - Taper tantrum - La crisi in Ucraina - #Thisisacoup - La strategia del terrore - Trump - The Shape of Things to Come

Note
Ringraziamenti