Traduttore: F. Salvatorelli
Editore: Adelphi
Collana: Gli Adelphi
Anno edizione: 2012
Formato: Tascabile
In commercio dal: 20 giugno 2012
Pagine: 619 p., Brossura
  • EAN: 9788845927058
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
Il secondo e più celebre romanzo di W. Somerset Maugham, quello che già alla sua uscita, nel 1915, fece di lui uno scrittore immensamente popolare. Maugham precisò in diverse occasioni che "Schiavo d'amore" non era "un'autobiografia, ma un romanzo autobiografico" - e che Philip Carey, pur essendo orfano come lui, medico come lui, e come lui attratto dai lati meno dominabili dell'esistenza, era solo il protagonista di una finzione. Il lettore è quindi libero di seguire Philip prima durante gli studi a Heidelberg, poi negli anni della bohème parigina, e alla fine per tutto il lungo e tormentato amore per Mildred. Dal libro è stato tratto nel 1934 il film "Schiavo d'amore" con Bette Davis nei panni di Mildred.

€ 12,75

€ 15,00

Risparmi € 2,25 (15%)

Venduto e spedito da IBS

13 punti Premium

Disponibile in 3 gg lavorativi

Quantità:

€ 8,10

€ 15,00

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Altri venditori

Mostra tutti (4 offerte da 14,25 €)

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Filippo

    25/12/2017 22:33:11

    Un romanzo non abbastanza letto né conosciuto in Italia ma che fortunatamente gode di fama e considerazione assolute all'estero. A mio avviso il migliore di Maugham ed uno dei più importanti romanzi di formazione di sempre. I personaggi mi hanno commosso nella loro sincerità e fragilità, costantemente in preda alle debolezze, dubbi, difficoltà, ingiustizie, drammi, ma anche miracoli con cui tutti abbiamo innegabilmente a che fare giorno dopo giorno.

  • User Icon

    AdrianaT.

    24/11/2017 08:30:12

    Se era rimasto lì per anni a prendere la polvere era per via del titolo, ma era stato per Maugham che l'avevo comprato. In particolare, il notevole 'La diva Julia', letto di recente, mi ha convinta a spolverarlo e, rinfrancata dal molto più degno titolo originale - 'Of Human Bondage' -, here I am: Il 'bondage' comincia solo a metà libro dopo un prolisso e slavato preambolo di 250 pagine piuttosto noioso. Al quindicesimo "Philip arrossì", ho capito che Maughan, nonostante i rimaneggiamenti in maturità, non era riuscito a toglierne il nucleo acerbo dei suoi 23 anni. È ben lungi dall'essere - come asseriscono in molti - il suo capolavoro, ma non è abbastanza brutto da essere abbandonato. Innamorarsi di qualcuno che non ci piace è una gran disgrazia, ma paradossalmente accade: innamorarsi perché snobbati, ignorati, respinti e scoraggiati; innamorarsi perché soli, annoiati o masochisti. Crogiolarsi nella tortura dell'amare disprezzando, schiavi di una passione nata dalla vanità ferita - ecco il caso: Philip semina tutto se stesso e raccoglie estasi e dolore. Un amore che corrode invece di consolidare, che spegne invece di ravvivare, che annienta invece di creare è il contrario dell'amore, eppure lui non può fare a meno della sua niña mala, anche se è consapevole di non essere amato, ma spudoratamente soltanto usato, tant'è che dice - "Non serve a nulla piangere sul latte versato, perché tutte le forze dell'universo erano coalizzate per farlo versare." - sancendone così ineluttabilità.

  • User Icon

    ladybrett

    04/08/2017 09:53:23

    non facilissimo, intendiamoci. è un libro a tratti ostico eppure non ho potuto che leggerlo velocemente e con la 'fame' sempre di sapere come si sarebbe dipanata la vicenda. per me ottimo.

  • User Icon

    Roberta

    04/05/2014 22:07:14

    Un bellissimo racconto che mi ha ricordato in alcuni punti i romanzi di Dickens. Il protagonista e'Philip Carey , orfano di entrambi i genitori che viene allevato dagli zii materni molto religiosi e alquanto bigotti. Seguiamo questo bambino nella sua formazione, nella sua crescita, nella sua educazione, nelle sue scelte di vita e nei suoi amori. Questi ultimi hanno una parte molto importante nella storia . E' la passione travolgente che Philip ha, per Mildred Rogers il tema principale del racconto. Mildred e' una donna volgare che accetta i suoi regali, ma gli preferisce un uomo più ricco che però non può sposarla, e' una donna che non si fa scrupoli a tornare da lui con una figlia per farsi mantenere e che decide poi di sposarlo quando oramai lui è totalmente disgustato da lei. E' questo l'amore che rovina Philip, sia economicamente che nell'anima. Grazie all' incontro con un uomo buono e la sua famiglia che lo accoglie come un parente, e l'amore per la figlia , Philip riesce ad uscire da questo vortice di distruzione e a vivere serenamente il suo futuro. C'e' una punta di amarezza, però: questo antico amore non si cancellerà mai e il ricordo della donna accompagnera' Philip, come un fantasma. Nonostante il romanzo sia lungo, l'ho letto con piacere , e lo consiglio perche' la storia sa sottolineare i lati buoni e cattivi della vita.

  • User Icon

    orsetto

    15/04/2014 13:55:30

    Schiavo d'amore è considerato il migliore romanzo di Maugham, persona dall'indole pessimistica e ironica che riflette questi sentimenti nei suoi personaggi .Il romanzo è certamente autobiografico : nell'eroe principale ,Philip, che ha un piede equino, si riflette tutto l'imbarazzo di Maugham che era afflitto da balbuzie. Vengono descritte l'infanzia e l'adolescenza di Philip , fino all'età adulta ,alla laurea e all'inizio della sua vita da medico.Nel periodo in cui è stato scritto, questo romanzo risulta essere uno dei più complessidella letteratura inglese in quanto l'autore , tramite il personaggio di Philip, che ha sicuramente una vita tormentata anche dal punto di vista sentimentale, ci trasmette riflessioni sul senso e sul limite della vita e sul genere umano. Personalmente ho fatto un po' fatica a leggerlo, in quanto si alternano parti facili e scorrevoli con tratti un po' pesanti perchè Maugham si dilunga un po' troppo sulle discussioni filosofiche dei suoi giovani personaggi .Non è di certo un romanzo facile alla lettura ma nondimeno resta un buon romanzo che si dovrebbe leggere comunque . Io ho comunque trovato migliori altri libri dell'autore .

  • User Icon

    Emanuela Pat

    28/04/2013 01:06:53

    Non leggo spesso storie d'amore ma questo libro mi ha toccata in modo particolare anche se x questo ragazzo l'amore non è stato altro che un incubo nei confronti del quale si è trovato totalmente disarmato.

  • User Icon

    philo

    14/02/2013 17:20:35

    la letura di questo romanzo mi ha indisposto, per i contenuti e la forma sembra scritto nell'800 ma è del secolo dopo ed il protagonista mi ha fortemente innervosito più di una volta. ho letto tuto di M. ma questo mi ha un poco deluso.

  • User Icon

    patrizia balit

    31/08/2012 16:06:51

    E' un romanzo intensissimo. Completo. L'educazione sentimentale di Philip, un orfano raccolto suo malgrado dallo zio vicario in una provincia inglese, si snoda tra Parigi, Londra, Heidelberg in cerca ed assecondando le sue varie inclinazioni e passioni, la pittura, la poesia, la filosofia, la religione, la professione medica, con un punto fermo costituito dalla fiducia nel prossimo e dalla noblesse d'animo che contraddistingue il protagonista. Philip  consolida un credo finale " segui i tuoi istinti, curandoti però del poliziotto all'angolo ": dopo un amore totalizzante, denigrante, devastante e doloroso per Mildred, Philip  riuscirà a combinare la libertà d'azione e la libertà di pensiero, " due belle cose nella vita", rassegnandosi al fatto che " al mondo ognuno ė per sė" pretendendo meno cosî dai propri simili, " loro non ti deluderanno, e tu li considererai in modo più caritatevole. Nella vita gli uomini cercano una cosa sola: il piacere." Purtroppo, il titolo italiano "Schiavo d'amore" non riesce a contemplare adeguatamente la varietà e complessità dei legami e delle "servitù" cui l'uomo é soggetto, mirabilmente descritti nel libro, e degnamente rappresentati dal titolo inglese "Of human bondage". Bellissimo, imperdibile.

  • User Icon

    alessandro

    17/05/2012 16:12:50

    Uno dei più beli romanzi di Maugham. E'appassionante seguire le varie fasi dell'evoluzione di Philip, dall'adolescenza all'età matura, e le sue vicende fra Parigi e Londra.

Vedi tutte le 9 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione