Categorie

Colin Morris

Editore: Liguori
Collana: Nuovo Medioevo
Anno edizione: 1985
Pagine: 192 p.
  • EAN: 9788820712730

scheda di Castelnuovo, G., L'Indice 1986, n. 3

"L'Etica, ovvero conoscere se stesso", così s'intitola uno dei grandi libri di Abelardo; e sono appunto l'individuo e il momento in cui, per la prima volta, esso si affaccia nella società occidentale l'oggetto delle appassionate indagini di Colin Morris. Il periodo più attentamente studiato è il XII secolo, visto anche attraverso alcune sue figure esemplari come Bernardo di Chiaravalle, Chrétien de Troyes, Abelardo o Jaufré Rudel. L'autore si sforza di darci un panorama il più ampio possibile dei vari campi nei quali l'individualità nascente meglio poteva esprimersi in un confronto con la società, che proprio allora cominciava ad essere sentita come "altro da sé". Morris considera segni di questa presa di coscienza soggettiva la disputa sugli universali in filosofia, la nascita del ritratto per quanto riguarda l'iconografia, l'irruzione, soprattutto in Chrétien de Troyes, della descrizione psicologica in letteratura, ma non tralascia di caratterizzare in questo senso i cambiamenti avvenuti nella sensibilità religiosa dell'epoca, dalla privatizzazione della confessione alla rinascita di una teologia mistica. Questo libro può dunque essere collocato nel ricco filone di studi legato alla nascita dell'attuale società occidentale, le cui origini sono sovente ricondotte alla rinascita del XII secolo.