Artisti: Luluc
Supporto: CD Audio
Numero dischi: 1
Etichetta: Sub Pop
Data di pubblicazione: 13 luglio 2018
  • EAN: 0098787123524
pagabile con 18App

Articolo acquistabile con 18App

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 19,50

Venduto e spedito da IBS

20 punti Premium

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:
Descrizione

“Me and Jasper”, dal terzo album dei Luluc, “Sculptor”, è una sfida diretta alla mentalità ristretta delle piccole città, ondivaga e vigile, sostenuta dalla sprezzante chitarra di J Mascis, amico della band. È una riflessione sulle comuni insidie dell’adolescenza: possibilità senza limiti bloccate da costanti ostruzionismi. Il brano è portavoce di un album che per molti aspetti parla di intenti, potenzialità, e di come le persone riescano, attraverso difficoltà e opportunità, a creare diversi percorsi. “Sculptor” può tranquillamente essere ascoltato a tutto volume, perché se la musica dei Luluc è imperiosa nel suo minimalismo, ha un impatto tutt’altro che tranquillo. Da un punto di vista del suono, la band ha ampliato il suo repertorio. Il polistrumentista, cantante e produttore Steve Hassett ha padroneggiato una serie di strumenti diversi per realizzare la visione ad ampio spettro del disco. Randell e Hassett hanno scritto, registrato e prodotto quasi tutto da soli, ma la loro visione è tutt’altro che ristretta. Oltre a Mascis, “Sculptor” vede la partecipazione di Aaron Dessner (The National, produttore di “Passerby”), Jim White di Dirty Three, Matt Eccles e Dave Nelson. Che oguno di noi abbia il controllo della propria storia è il fulcro di “Sculptor”. Questo, per Hassett, è ben definito nell’ultima frase dell’album: “The most beautiful, serene sculpture my hands could make, could trace, could break”.

Disco 1
  • 1 Spring
  • 2 Heist
  • 3 Kids
  • 4 Controversy
  • 5 Cambridge
  • 6 Me and Jasper
  • 7 Genius
  • 8 Moon Girl
  • 9 Needn't Be
  • 10 Sculptor