La scuola giusta. In difesa del liceo classico

Federico Condello

Editore: Mondadori
Collana: Orizzonti
Anno edizione: 2018
In commercio dal: 30 aprile 2018
Pagine: 263 p., Rilegato
  • EAN: 9788804685999

nella classifica Bestseller di IBS Libri - Educazione e formazione - Scuole - Scuole secondarie superiori

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 9,72
Descrizione

Una documentata e brillante arringa in difesa del liceo classico

"Il liceo classico è stato - nei fatti e nei numeri - uno straordinario, coraggioso e riuscito esperimento di democrazia scolastica, volto a rendere patrimonio diffuso quel c e per secoli è stato cultura d'élite. Perciò avrà a cuore il liceo classico non chi ha a cuore il greco e il latino, ma chi ha a cuore una scuola giusta."

Il liceo classico è una scuola «vecchia», che deve essere radicalmente riformata o tutt'al più riservata a pochi alunni scelti? Lo studio del greco e del latino ha ancora un senso, al principio del Terzo millennio, o è uno stucchevole omaggio a un passato polveroso e non sempre rispettabile? La grammatica e la traduzione conservano ancora qualche valore formativo, o costituiscono un inutile retaggio di pratiche didattiche ormai superate? Sono solo alcuni dei tanti interrogativi ai quali risponde Federico Condello in questa sua documentata e brillante arringa in difesa del liceo classico, che, senza intenti apologetici e senza alcuna pigra accettazione di tesi preconcette o alla moda, illustra le aspirazioni che hanno guidato la concezione originaria di questo «vecchio» e amato-odiato liceo, riconoscendovi uno dei più fecondi esperimenti di democrazia scolastica tentati nell'Italia e nell'Europa moderne. Tramite il riesame critico dei miti, dei pregiudizi e delle accuse che un pluriennale dibattito sul liceo classico ha accumulato alla rinfusa, Condello ci suggerisce a cosa è bene credere e a cosa è meglio guardare con sospetto; che cosa sembra nuovo ed è invece vecchio di secoli; che cosa è menzogna palese o affermazione in malafede. E ci invita a comprendere in profondità cosa si è fatto, e cosa concretamente si continua a fare, al liceo classico: e cioè quale patrimonio formativo vi si condivide e quali esperienze si garantiscono a chi lo frequenta, qualsiasi scelta di vita lo attenda. Possiamo così comprendere meglio le ragioni personali e collettive che rendono il liceo classico non solo un elemento qualificante e distintivo della storia italiana, ma anche una risorsa inestimabile, e troppo poco sfruttata, per favorire l'eguaglianza scolastica e la mobilità intergenerazionale. Una volta chiarite, alla luce dei fatti storici e dei dati statistici, le peculiarità di un indirizzo di studi che, a dispetto di chi vorrebbe abolirlo o farne una scuola di nicchia, conserva immense potenzialità quale strumento di equità culturale e sociale, l'attuale avversione al liceo classico si rivela per quello che è: una netta avversione alla coraggiosa utopia di una scuola che sappia essere insieme aperta, pubblica e ottima.

€ 15,30

€ 18,00

Risparmi € 2,70 (15%)

Venduto e spedito da IBS

15 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 
Al liceo classico

Parte prima. Carte d'identità: nascita, nome, numeri, e lente metamorfosi

Data di nascita
Nomen omen
Aride cifre
Segni del tempo
Scuola fra le scuole
Classico, finalmente?
Critici e crisi: tra amici, nemici e falsi amici

Parte seconda. Miti, chiacchiere e repliche: il liceo classico, la scuola giusta

Un liceo nato fascista?
Critiche pessime, e peggiori elogi - Qualche stupido fatto - Cos'ha di gentiliano il liceo classico? - Il liceo di Gentile: lo scientifico - Ritocchi, eredità

Un liceo per umanisti?
Tra scismi e parricidi - Tutta colpa del classico - Un paio di culture - Umanistico? - Destini di umanisti (con un finale invito a non mentire)

Un liceo disumano?
«Grammaticalista!» - Vecchie grammatiche, antichità simpatiche - Nozionismo del picchio - Del non sapere il greco, né il latino - «Traduci!»

Un liceo di classe?
Scolé e inutilia - Orientamenti - «Colti per eredità»? - Non per pochi -«Bisognerà...»

Note