Scusa ma ti chiamo amore (DVD) di Federico Moccia - DVD

Scusa ma ti chiamo amore (DVD)

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Salvato in 1 lista dei desideri

€ 29,90

Venduto e spedito da OCCHIO AL FILM

Solo 1 prodotto disponibile

+ 4,90 € Spese di spedizione

Quantità:
DVD
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Alex è un giovane di trentasette anni ed è stato da poco lasciato da Elena, la sua fidanzata storica. Nella vita fa il pubblicitario, anche se il suo lavoro è messo in pericolo da un ragazzo appena arrivato in azienda. Un giorno mentre è in macchina, si scontra con un motorino su cui c'è Niki. La ragazza ha diciassette anni, è bella, spiritosa ed intelligente. I due iniziano a conoscersi: il passo dall'amicizia all'amore è veloce. Presto però Elena ritorna e dichiara ad Alex di volerlo sposare. L'uomo cade nella crisi più profonda.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

2,86
di 5
Totale 7
5
2
4
1
3
0
2
2
1
2
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    HULK

    01/07/2009 16:12:57

    Pensavo : 'Peggio dell'edipico segni particolari bellissimo' non si poteva scadere. Ed invece non c'è limite al baratro nel quale il nostro paese/cinema è finito.

  • User Icon

    jane

    07/04/2009 22:32:55

    solo per vedere raoul bova... per il resto, lei è abbastanza insopportabile e la storia un po' troppo poco credibile... astenersi maggiori di 17 anni.

  • User Icon

    Super_Giada92

    16/02/2009 12:26:36

    Pieno di Fantasia e di... AMORE, con la A Maiuscola! Michela Quattrociocche è una bravissima attrice, piena di bellezza e di bravura!!! Raoul bova come sempre è bellissimo, intelliente, per bene e un bravissimo attore!!! Luca Ward poi nella parte dell'investigatore Tony Costa è stato Magnifico!!!!! Io adoro la musica di irene Grandi e quella dei sugarfree! Complimenti un bellissimo e divertentissimo film!

  • User Icon

    JD

    08/01/2009 16:26:57

    Moccia,forse insoddisfatto delle trasposizioni dei suoi libri precedenti,decide di passare di persona dietro la cinepresa.Quindi ho deciso di guardarlo perchè speravo(non poi tanto veramente)che ci fosse qualcosa di diverso.Ovviamente sbagliavo:non fa altro che riproporre la formula dei due film precedenti,amplificandone al milionesimo gli insopportabili difetti.Bova,che sembrava aver trovato un briciolo di dignità con "Io,l'altro"torna a capofitto nell'immondizia più totale,con un tour masochistico/autolesionista che fa accapponare la pelle,mentre la "mocciosa" di turno Quattrociocche riesce ad essere più insopportabile della precedente Chiatti(e ce ne voleva per riuscirci!!).Per il resto,la solita colonna ruffiana di sempre,personaggi di contorno che suscitano istinti omicidi(a cominciare dall'amico porco di Alex e le amiche di Nicky),ambientazione e situazioni improponibili.Uniche due differenze:oltre le solite citazioni(poesie di cui nessun "mocciofilo" avra mai sentito parlare,con l'eccezione di Shakespeare)autocitazioni da "3MSC"e"Ho voglia di te",manco fosse Tarantino(come hanno ironizzato alcuni),e l'estenuante voce off di Luca Ward,che interpreta l'investigatore Costa.Ridicolo nel ridicolo:la soperta del tradimento della ex di Alex,il "confronto" con la matre di Nicky,la scelta di mollare tutto per andare a vivere al faro,e le didascalie finali.Su tutto questo troneggia la disgustosa idea dello scrittore:sarebbe quindi giusto che un trntasettenne e una diciassettenne si mettano assieme così,come nulla fosse?Meglio a 'sto punto "Melissa P"!!Ma stavolta non è andata come avevano previsto:il successo è stato inferiore alle aspettative.Il liceo "Gulio Cesare" dove la protagonista studia pare abbia ritirato il nome a riprese finite e l'ennesimo scandalo Cecchi Gori(produttore)non ha migliorato le cose.E con questo si spera che finalmente questo traviatore di menti finisca a pedate nel dimenticatoio con tutta la sua porcheria.

  • User Icon

    civietta88

    05/09/2008 09:54:51

    una storia d'amore leggera,frizzante,adatta ad un pubblico sognatore e positivo...per chi ancora non ha conosciuto l'amore vero potrebbe sembrare banale o scontato, ma ki conosce quel sentimento folle e dolcissimo potrebbe emozionarsi a rivederlo ogni volta!ho letto il libro del backstage e ho dedotto che cast e regista hanno dato il massimo!

  • User Icon

    ~DarkMaRtY~

    31/08/2008 01:25:36

    é un film STUPENDO! Michela Quattrociocche è bravissima e i suoi costumi di scena presi dalla "rinascente" li ho invidiati tantissimo!!!!!!!! Un film molto puro e simpatico e sopratutto sentimentale... Luca Ward anke è stato bravissimo nell'interpretazione del detective e Raoul Bova anke lui molto ma molto Bravo per non dimenticare dell' attrice nelle senbianze di Olimpia (Olly) però nn so il suo nome... ma è molto carina!!!!!

  • User Icon

    fede94

    10/07/2008 10:43:39

    L'ho visto ieri sera da una mia amica che l'ha noleggiato e non mi è piaciuto. In genere non guardo quasi mai film italiani di questo tipo, perciò non posso sapere a che livello sia questo, paragonato agli altri dello stesso genere. In ogni caso a me non è sembrato questo gran capolavoro che ho sentito definire. La trama mi è parsa scontata: lui che va con una di vent'anni di meno, i primi problemi d'età che poi si superano, il ritorno dell'ex di lui, che rovina la storia con la diciassettenne e alla fine lui che capisce che il vero amore lo prova per la ragazza giovane. A metà film, si sapeva già come sarebbe andato a finire. Alcune scene mi sono sembrate banali o addirittura già viste in altri film, come ad esempio, l'inquadratura di lui che pesca da solo sugli scogli, o alla fine quando Niki e Alex si abbracciano sul faro a modi Titanic... Per quanto riguarda la storia, mi è sembrata carina l'idea dell'amica che rischia di morire, anche se secondo me il regista l'ha fatta finire troppo bene e troppo in fretta. Mentre per quanto riguarda la sceneggiatura mi è piaciuta l'idea delle citazioni di vari autori che comparivano tra una scena e l'altra sullo schermo. La bravura degli attori mi è sembrata scarsa, soprattutto nelle prime scene. Lo consiglio a chi ha voglia di vedere un film rilassante, magari in compagnia, giusto per noia... Non certo a chi ha voglia di vedere un bel film!

Vedi tutte le 7 recensioni cliente
  • Produzione: Medusa Home Entertainment, 2012
  • Distribuzione: Medusa Home Entertainment
  • Durata: 110 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Inglese; Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: Widescreen
  • Area2
  • Federico Moccia Cover

    Figlio di Giuseppe Moccia, conosciuto come Pipolo, sceneggiatore con Castellano di innumerevoli film e poi regista di grandi successi della commedia all'italiana degli anni Settanta e Ottanta. Il film del padre "Attila flagello di Dio" segna anche l'esordio nel mondo del cinema di Federico, che vi partecipa, appena diciannovenne, come aiuto regista. Dopo un esordio come regista passato inosservato, diventa sceneggiatore e regista televisivo. Lavora a lungo per la televisione, scrivendo i testi di alcune trasmissioni di successo. Scrive nel 1992 il suo primo libro, T"re metri sopra il cielo", ma non trova un editore che lo pubblichi, così lo stampa a sue spese per un piccolo editore. Le poche copie distribuite vengono tofocopiate dai ragazzi e inizia così il successo. Nel 2004... Approfondisci
  • Raoul Bova Cover

    Attore italiano. Fisico asciutto e modellato da ex atleta (da giovane è stato campione dei 100 metri dorso), diplomato alle scuole magistrali, deve la sua popolarità al serial televisivo La Piovra, che lo vede protagonista dei capitoli 7, 8 e 9 mandati in onda dalla Rai nel periodo compreso fra il 1995 e il 1998. Il suo fascino ombroso e virile gli apre le porte del cinema. Recita, tra l’altro, in Ninfa plebea (1996) di Lina Wertmüller, La lupa (1996) di G. Lavia e in due film di C. Fracasso, Palermo-Milano solo andata (1995) e Coppia omicida (1998). Nel 1998-99 è tuttavia ancora la televisione a rafforzare e rilanciare la sua popolarità con Ultimo e Ultimo 2, fiction nelle quali interpreta il ruolo del capitano dei Ros che arrestò Totò Riina. Al cinema – dopo I cavalieri che fecero l’impresa... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali