Scusa ma ti chiamo amore

Federico Moccia

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Rizzoli
Collana: 24/7
Anno edizione: 2007
In commercio dal: 7 febbraio 2007
Pagine: 667 p., Brossura
Età di lettura: Young Adult
  • EAN: 9788817015158
Salvato in 19 liste dei desideri

€ 9,72

€ 18,00

Punti Premium: 18

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Garanzia Libraccio
Quantità:
LIBRO USATO
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Altri venditori

Mostra tutti (24 offerte da 3,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Questa volta non seguiremo più le tormentate vicende di Babi e Step, ma avremo a che fare con quella che si preannuncia essere una grande, splendida e immatura storia d'amore. Ancora tre protagonisti: un uomo, una ragazza e l'amore. Lui è un uomo maturo. Lei sta per prendere la maturità. Lui ha trentasette anni e lei diciassette. Che cosa avrà mai trovato un uomo affascinante come lui in una ragazzina come lei? La risposta è fin troppo scontata: vent'anni di meno! Ma sarà proprio così? E se fosse amore? Perfino la madre della protagonista, per quanto sconvolta dalla notizia, dopo averlo conosciuto non può far altro che ammettere che è proprio un tipo niente male...
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,69
di 5
Totale 262
5
134
4
34
3
24
2
18
1
52
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Raffaele

    11/05/2020 16:18:46

    Una bellissima storia d'amore,che ci ha fatto sognare.

  • User Icon

    Antonella

    11/05/2020 13:13:48

    Un classico dei libri d'amore, identico al film. Consiglio per i grandi romantici che sognano un amore da film.

  • User Icon

    Lucia

    01/11/2019 16:41:13

    per chi ha ancora voglia di sognare, a me è piaciuto, e mi ha fatto sognare

  • User Icon

    dani

    31/10/2019 15:38:18

    Fantastico. Nonostante possa sembrare un libro particolarmente adolescenziale , l autore attraverso questo romanzo affronta temi, questioni e lotte tra generazioni, pregiudizi che comunque non possono che cedere di fronte ad un amore vero.

  • User Icon

    dani

    20/09/2019 12:44:06

    Un classico romantico da leggere

  • User Icon

    Anastasia Bartashuk

    06/09/2019 21:25:22

    Devo dire che adoro il film tratto da questo romanzo! Di solito non mi piacciono tantissimo i film italiano ma ce ne sono un po' davvero validi fra cui "Scusa ma ti chiamo amore", realizzato grazie al romanzo scritto da Federico Moccia. Un bel libro, divertente e allo stesso tempo emozionante.

  • User Icon

    Ornella

    20/07/2019 06:54:06

    Anche se in molti trovano lo stile di Federico Moccia adolescenziale scrive d'amore… e questo è importante. Scrive storie semplici e vere.

  • User Icon

    fede74

    04/11/2013 19:28:55

    Il solito libro di Moccia scritto in fretta e buono solo per una sceneggiatura di film. Malgrado sia l'idolo degli adolescenti è ormai lontano da questo mondo anni luce e non ne carpisce affatto le infinite sfumature che i ragazzi hanno. In ogni libro il solito stereotipo di ragazza, bella, intraprendente, cinica con la famiglia, leale con le amiche.... fosse sempre così avremmo capito tutti il mondo degli adolescenti fatto anche di paure, timori, imbarazzi, senzo di inadeguatezza, chili di troppo, brufoli, ormoni che sobbalzano e speranze svanite.

  • User Icon

    umberto73

    06/01/2010 21:32:48

    Lo stile di Moccia ti fa tornare adolescente,è una bella storia d'amore che fa sognare!è un libro scorrevole con dei spunti e delle citazioni interessanti,tutto sommato mi è piaciuto.

  • User Icon

    ^sara^

    26/08/2009 15:51:10

    Un 4 perchè finalmente Moccia ha scritto qualcosa di diverso dai suoi soliti personaggini banali. Certo... le ragazzine alla moda in piena avvenenza adolescenziale non mancano nemmeno qui, ma questa nuova protagonista suscita sorriso e buon umore e non appare per nulla scontata. Lo stile di Moccia continua a non entuasiasmarmi, ma in questo nuovo libro sembra stia aggiustando il tiro. Bravo, finalmente qualcosa di sensato.

  • User Icon

    alex

    29/06/2009 00:42:07

    non malissimo, tutto sommato scorrevole...però troppo lungooooooo

  • User Icon

    Nikyna

    27/06/2009 23:22:55

    Bellissimo libro stupendo preparatevi al seguito esce il primo luglio e si intitola "scusa ma ti voglio sposare" il fil l'hanno gia girato e uscira a gennaio 2010 speriamo in un finale positivo da quello ke sò nn sarà un finale molto bello spero siano bugie in ogni caso forza Federico continua cosi a presto Baci

  • User Icon

    my little word 2

    31/05/2009 11:00:32

    mi ricordo che era sabato notte i miei stavano dormendo mentre io sono stata tutta la notte sveglia per leggere qst fantastico libro.... Fede mi hai fatto sognare frs + k cn step e gin... brv!!

  • User Icon

    Elena

    09/04/2009 11:01:17

    Il mio libro di Moccia preferito! me lo ha regalato il mio ragazzo per San Valentino 2007 e me lo sono letta in tre giorni! Stupendo. Meraviglioso. Il migliore,a mio parere,di questo autore. Parla di un amore che sopravvive alla differenza d'età...un po' la mia storia,visto che il mio ragazzo ha 9 anni piu' di me. Certo,non ai livelli di Niki e Alex ma... DA LEGGERE,CONSIGLIATISSIMO!

  • User Icon

    Marvy

    15/01/2009 13:51:27

    Ho messo 1/5 come voto perchè 0 non si può inserire. Vera romanzo di serie Z (ma si può chiamarlo romanzo?). Mai letto niente di peggio. Tedioso ed inverosimile.

  • User Icon

    Manuela di Trieste

    07/12/2008 09:57:35

    Mi sono accostata a questo libro prevenuta, convinta che fosse un'emerita schifezza...invece ho avuto la sorpresa di trovarmi tra le mani un testo piacevole, ottimo per trascorrere alcune ora senza impegnare troppo il cervello.La storia è accattivante e, tutto sommato, nenche tanto inverosimile...certo, a voler sottilizzare, i personaggi sono un po' troppo "fashion addict"e le ragazzine godono di una libertà eccessiva ,ma forse è un segno dei tempi.Probabilmente i personaggi del prossimo libro di Moccia faranno la spesa al discount, e per comperarsi un apio di scarpe aspetteranno i saldi...

  • User Icon

    vorrei essere Niki !!!

    12/11/2008 14:16:50

    Una bella storia, romanzata, si, ma non tanto. Tranne Niki e Alex che saranno le ultime personne autentiche che esistano, gli altri personaggi e particolarmente le relazioni di amicizia sono molto realisti. Libro divertente e piacevole. Grazie Niki

  • User Icon

    Kaulitz girl

    30/10/2008 13:38:57

    Un'altra delle solite storie di Moccia!!! Bello "Tre metri sopra il cielo", ma dopo un po' che si scrivono libri tutti uguali la cosa comincia a stancare...leggete "twilight", invece di "Scusa ma ti chiamo amore"!

  • User Icon

    stellina_1

    26/10/2008 17:44:45

    bella storia d'amore nello stile di Moccia!

  • User Icon

    sony

    06/10/2008 13:42:42

    mentre leggevo questo libro stavo vivendo anch'io una storia con un uomo di 39 anni(io ne avevo 24)...questo libro mi ha accompagnato in quest'avventura..mi sono rispecchiata molto in niki..purtoppo la mia storia è finita male, nessuno è andato ad aspettarmi in un faro!!questo libro mi ha fatto riflettere molto e mi ha aiutato a superare questa delusione..e sono riuscita anch'io a io a sognare nonostatnte tutto! lo consiglio vivamente!

Vedi tutte le 262 recensioni cliente

Niki e le sue amiche sono all'ultimo anno di scuola. Malgrado abbiano la maturità ne combinano ogni giorno di tutti i colori. Sfilate, feste, rave e tutti i possibili eventi anche fuori Roma. Alessandro, invece, è un "ragazzo" di quasi trentasette anni che si è lasciato da poco e senza un vero perché con la sua fidanzata storica. Sono loro i protagonisti di questo Scusa ma ti chiamo amore, la nuova love story di Federico Moccia che, abbandonata la passione tra Baby e Step di Tre metri sopra il cielo e Ho voglia di te, decide di narrare l'amore tra un pubblicitario ultratrentenne e una liceale del Mamiani di Roma.
Un amore che nasce dopo un incidente su viale Parioli: Niki è una bella ragazza, è intelligente e spiritosa. C'è solo un piccolo dettaglio. Ha diciassette anni, venti meno di Alex. E dopo l'incontro-scontro di quella mattina, nulla sarà più come prima. Il mondo adulto si scontra con quello degli adolescenti. Ed ecco mamme e figlie in una discussione continua, papà che sono ancora ragazzini e ragazzi giovanissimi che sono già troppo adulti. E ancora le amiche di Niki sognatrici, ragazze deluse, romantiche e troppo folli. E i colleghi adulti di Alex che invece hanno messo da parte tutti i loro sogni e vivono, o meglio sopravvivono, senza avere il coraggio di fermarsi a riflettere. Tra alti e bassi, ostacoli e fughe in taxi, scenate di gelosia, sms interminabili e compiti in classe, la storia emoziona il lettore e si snoda per le vie di una Roma "trendissima" che piace ai diciotto-trentenni, con l'indirizzo per il sushi giusto, per il gelato più richiesto, o per il locale più alternativo a San Lorenzo.
Un romanzo dove troviamo la quotidianità ma anche il sogno, che rappresenta la voglia di ritrovare la propria libertà, il desiderio di avere sentimenti veri, di amare senza convenzioni e senza troppi perché. Questa volta Moccia racconta la più bella, la più folle, la più pazza delle fughe. Una fuga d'amore. Con quell'epilogo del faro, che è destinato a diventare un momento indimenticabile per tutti i giovani lettori.

  • Federico Moccia Cover

    Figlio di Giuseppe Moccia, conosciuto come Pipolo, sceneggiatore con Castellano di innumerevoli film e poi regista di grandi successi della commedia all'italiana degli anni Settanta e Ottanta. Il film del padre "Attila flagello di Dio" segna anche l'esordio nel mondo del cinema di Federico, che vi partecipa, appena diciannovenne, come aiuto regista. Dopo un esordio come regista passato inosservato, diventa sceneggiatore e regista televisivo. Lavora a lungo per la televisione, scrivendo i testi di alcune trasmissioni di successo. Scrive nel 1992 il suo primo libro, T"re metri sopra il cielo", ma non trova un editore che lo pubblichi, così lo stampa a sue spese per un piccolo editore. Le poche copie distribuite vengono tofocopiate dai ragazzi e inizia così il successo. Nel 2004... Approfondisci
Note legali