Categorie

Catherine Dunne

Traduttore: P. Mazzarelli
Editore: Guanda
Collana: Le Fenici
Anno edizione: 2013
Pagine: 317 p. , Brossura
  • EAN: 9788823503960
Disponibile anche in altri formati oppure usato:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Sebastiana

    01/11/2014 17.45.26

    Bellissimo!!!L'ho letto in due giorni,perchè io amo questo genere di storie. Bella questa amicizia tra donne che dura nonostante tutto, più dei matrimoni,dell'amore,dei litigi,dei segreti. Non so se esiste davvero,io non l'ho mai conosciuta, ma mi sarebbe piaciuto,averne anche solo una di amica così!Il libro non è solo sull'amicizia ma anche sull'amore,su come noi donne spesse volte ci impelaghiamo in storie complicate oppure in veri amori che non riconosciamo e li lasciamo andar via...Insomma si vede proprio che ho adorato questo libro, non finerei mai di parlarne, naturalmente lo consiglio caldamente buona lettura.

  • User Icon

    laguby

    27/08/2014 10.52.55

    Il retro di copertina recita: "la visione femminile dell'amicizia". Non sono pienamente d'accordo. C'è, è vero, tutta la quotidianità della vita universitaria; poi ci sono le alleanze, i tradimenti, le illusioni?ma manca una certa profondità. Le narrazioni delle quattro amiche si alternano attraverso i vari monologhi: e questo è positivo, così si ascoltano le voci di tutti i personaggi, però il linguaggio è piatto (mancano le metafore) e monocorde: possibile che donne così diverse parlino tutte nello stesso modo? Il libro però ha una sua grazia e porta avanti la tesi che ci sia, nel genere femminile, una specie di saggezza: quel sentimento di comprensione e accettazione che ci fa "tenere per mano" con le nostre amiche per affrontare, insieme, le vicende della vita.

  • User Icon

    Cristina V.

    26/11/2011 21.44.14

    Bel libro, mi è piaciuto molto. Racconta l'amicizia ventennale tra quattro donne, ciascuna delle quali con qualche segreto da svelare. Ognuna si dovrà ricredere sull'idea che si era fatta delle altre. La scrittura è semplice e la lettura veloce, i fatti si susseguono in maniera incalzante. Passioni, tradimenti e segreti verranno alla luce, da leggere.

  • User Icon

    marta

    04/01/2011 15.53.24

    La storia è pittosto leggerina...quasi da spiaggia direi! E' interessante il metodo narrativo che consiste nel far parlare alternativamente le 4 protagoniste della storia indipendentemente...così che di uno stesso episodio abbiamo i diversi punti di vista...comunque rimane abbastanza scontato. Si legge bene. PS: ma secondo voi, Claire se ne va in Australia?

  • User Icon

    Donatella

    22/05/2010 18.33.54

    Ho letto altri libri di Catherine Dunne, questo non mi ha per niente convinta. Il racconto corale è poco convincente, i personaggi poco approfonditi e il finale l'avevo capito a tre quarti del libro. Spero ritorni presto l'autrice che mi ha affascinata con La metà di niente e L'amore o quasi.

  • User Icon

    Massimo F.

    02/04/2010 17.24.11

    Questa mia mi pare sia l’unica voce maschile tra i giudizi sin qui pervenuti (sarà strano? Boh!). A me la lettura ha molto intrigato: certo l’elemento fiction è ben presente nella dimensione stilistica dell’autrice, ma questo non è di per sé una caratteristica negativa. La scrittura fluida e mai sopra le righe, l’armonioso sviluppo delle quattro storie così ben amalgamate, mi hanno reso quasi “avvincente” la lettura. Sarà che noi “maschietti” facciamo così fatica a capire il mondo femminile che gli spunti di riflessione (certo, senza tante pretese, semplici e addomesticati alla sfera commerciale) sono sempre a me graditi. Positivamente sorprendente il finale: non tanto per lo schema narrativo in sé, quanto per la modalità “morbida” e leggermente maliziosa utilizzata dalla Dunne per catturare via via l’attenzione del lettore fino all’ultima pagina. Consigliato: anche ai signori uomini.

  • User Icon

    Gioia

    15/03/2010 22.56.00

    ....Boh? La Dunne mi sembra sempre più commerciale, meno profonda e più destinata alle letture estive usa e getta. Non mi è piaciuto!

  • User Icon

    Linda

    17/10/2009 12.09.00

    Nel suo genere bellissimo libro! Abile l'autrice a sviluppare la trama. Mi sono proprio goduta la lettura della storia di queste simpatiche amiche!

  • User Icon

    Roberta

    27/08/2009 10.57.11

    Lettura piacevole ma senza grosse emozioni, solo il finale entusiasma, anche perche'per una delle tre protagoniste e' veramente inaspettato. Lo consiglio per chi vuole una lettura rilassante senza troppe aspettative.

  • User Icon

    Elisa

    19/04/2009 10.06.37

    Questo libro mi ha deluso. Salvo un paio di momenti che sembrava dinventare un po' più coivolgente e convincente, l'ho trovato piatto e un po' banale. Mi aspettavo una lettura più profonda.

  • User Icon

    Silvia

    07/04/2009 14.11.55

    Primo libro della Dunne che leggo 9e non sara' l'ultimo). Mi e' piaciuto molto, benche' questo genere di libri non sia cio' che leggo di solito. Ebbene, l'ho trovato intenso, scorrevole, quattro belle storie in cui ognuno si puo' indentificare o rotrovare un ricordo, una similitudine. Bello, bello.

  • User Icon

    roberta

    17/02/2009 20.05.08

    Avendo letto altri libri della Dunne avevo aspettative diverse per cui ho trovato questo romanzo deludente tanto da non ricordare neanche più i nomi dei personaggi dopo averlo terminato. Delle quattro protagoniste non viene fatta alcuna descrizione sul loro intimo essere. Vengono narrati solo fatti, banali intrecci di storie già lette.

  • User Icon

    Ketty

    01/02/2009 19.25.23

    Ben scritto e ben strutturato, svela a poco a poco personaggi ben caratterizzati. Storie di vite normali, in cui è facile immedesimarsi. Mi sento di consigliarlo a che cerca una lettura leggera, piacevole ma non banale.

  • User Icon

    mary rinaldi

    25/01/2009 08.50.59

    Non si puo certo dire che sia un brutto libro. Il "mestiere" della Dunne è innegabile, sa scrivere, argomentare, narrare, soprattutto sa usare e dosare bene il flashback, non si perde e non ti perdi, la segui, sai tornare indietro e riaggianciarti, insomma.. tecnicamente una bella opera. Peccato che si presenta come un romanzo sull'amicizia e... bè... io ho un'altra idea, un altro concetto di amicizia. Tranne il rapporto tra Maggie e Georgie, cosi totale, assoluto, indiscutibile, le altre, insomma..... ci sono segreti tra loro, paura dei giudizi, timore di non essere accettate, e tanto non-detto. Ora, ok, non è che io un'amica me la sposo, ma insomma, i territori diventano comuni, le rivelazioni repentine, la comunanza di fatti, esperienze condivise,.... e soprattutto in un'amicizia deve essere bandita ogni forma di giudizio e di attribuzione. Ecco, in questo l'opera della Dunne non convince fino in fondo. Si fa leggere comunque, facilmente, piacevolmente. Anche se consolida l'idea che una donna che non accetta di invecchiare può trovare la felicità e l'amore solo con persone piu giovani. Di vent'anni poi... MAGARI!!!! Ma a quante capita davvero? Un po fuori dalla realtà, non trovate?

  • User Icon

    jane

    16/01/2009 13.13.13

    forse la storia in sé ha qualche minuscola pecca, ma le emozioni raccontate in questo libro sono reali, toccanti, precise, vicine; ed i pensieri profondi. bello. tempo di lettura: 1 settimana.

  • User Icon

    SUSI

    13/01/2009 15.48.51

    E' il primo libro che leggo di questa autrice ed ho trovato una storia molto frizzante(specialmente quella di Georgie): chi a quarant'anni non vorrebbe provare la vertigine di un nuovo amore? Anche una persona di buonsenso proverebbe quest'ebbrezza quando oramai non ci si aspetta più niente. L'amore è solo per i giovani? Chi è ancora innamorata dell'amore, anche se ha una famiglia solida, è pazza a pensare di provare ancora questo sentimento. Io ho invidiato Gerogie per questa scelta, certo ha rinunciato ad un marito che non ha mai amato, le figlie si presume che la perdoneranno: ma succede ciò nella realtà? Anche a chi lotta per sopravvivere con uno stipendio da fame e certamente non può cambiare vita comprando una casetta in Toscana? La vita dei ricchi, come sempre, risulta più facile anche quando si incontra un amore più giovane di vent'anni. Troppo bello per essere vero!

  • User Icon

    Liz

    16/12/2008 08.41.26

    banale, non mi ha comunicato nulla

  • User Icon

    antonietta

    13/12/2008 20.28.27

    Ben scritto, quindi piacevole da leggere ma l’argomento l’ho trovato un po’ stantio, da una scrittrice come la Dunne mi sarei aspettata qualche cosa di più. Finita l’ultima pagina ho chiuso il libro e l’ho messo via non mi ha lasciato nessuna delle emozioni che ho provato dopo aver finito La metà di niente o Il viaggio verso casa, per me, i migliori in assoluto della Dunne. Speriamo meglio nel prossimo

  • User Icon

    Eleonora

    18/11/2008 09.59.18

    Ho trovato questo libro piuttosto banale, non mi ha lasciato niente da ricordare. Non so perche' alcuni libri di questo genere vengano considerati ottimi libri mentre altri molto simili vengano relegati a collane tipo bluemoon o simili. I personaggi sono molto stereotipati e poi si ricade sempre nel luogo comune dell'amicizia fra donne che non e' mai proprio amicizia ma e' spesso infarcita di competizione e invidia, mentre l'amicizia fra uomini e' sempre descritta come profonda ed incorruttibile. Balle! Noi donne sappiamo essere amiche per sempre ed abbiamo anche il dono dell'ironia e soprattutto dell'autoironia che i signori uomini spesso non conoscono!

  • User Icon

    raffaella

    17/11/2008 14.43.33

    Diventa sempre piu' interessante di capitolo in capitolo.... mi mancano solo 50 pag al termine, e spero non mi deluda.... veramente avvincente

Vedi tutte le 28 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione