Traduttore: V. Verdiani
Editore: Feltrinelli
Anno edizione: 2018
Formato: Tascabile
In commercio dal: 7 giugno 2018
Pagine: 288 p., Brossura
  • EAN: 9788807890970
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 8,08

€ 9,50

Risparmi € 1,42 (15%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    ciobin

    18/09/2018 10:37:48

    Leggiamo Kapuscinski, male che vada capiamo qualcosina di più del mondo in cui viviamo, se proprio non riesce ad appassionarci (io in realtà ne vado matta) quanto meno ci può dare qualche spunto di riflessione. Perché l'Africa è come è? quanto ha influito il colonialismo? quanto la morfologia del territorio? quanto la mentalità della popolazione? ma più che altro, quali sono le vie d'uscita da questa situazione? ammesso che ci siano.. L'Africa raccontata in quella manciata d'anni che hanno visto raggiungere l'indipendenza da parte della maggior parte degli stati africani, il decennio dei '60 quando i colonizzatori sono stati "cacciati" (o se ne sono andati?) per lasciare il passo al "neocolonialismo"... siamo andati forse a migliorare? Ma può affrancarsi davvero un paese la cui unica ricchezza è una materia prima che sa sì estrarre, ma non sa lavorare, trasformare, non sa di che farsene se non mandarlo alla madre patria dove ci sono le industrie per estrarre ricchezza da una materia prima altrimenti inutile? Leggiamo Kapuscinski, perché forse una vaga idea di che cosa sarebbe successo nel mondo oggi lui già l'aveva 60 anni fa..

  • User Icon

    mari75

    22/01/2013 15:50:24

    libro intenso e assolutamente attuale, scritto con grande spirito critico e di osservazione. in ogni caso, a chi è appassionato dell'autore e dell'argomento consiglio 'Ebano'

Scrivi una recensione