Traduttore: I. C. Blum
Editore: Adelphi
Anno edizione: 2016
Pagine: 306 p., Brossura
  • EAN: 9788845930737
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione

Un volume che riesce a essere al tempo stesso esilarante autobiografia, racconto di un'odissea intellettuale e brioso trattato di giardinaggio empirico-teorico.

«Pollan, saggista e divulgatore di raffinata qualità [...], prende un tema a prima vista secondario (le tecniche di coltivazione dei giardini domestici) e ne fa il perno di una riflessione al tempo stesso rigorosa e divertente sui massimi sistemi (che cos’è la natura? e che cosa, parallelamente, sarebbe la civiltà?).» - Gianfranco Marrone, TTL - La Stampa

Dacché Nabucodonosor elevò i giardini pensili di Babilonia pur di lenire la nostalgia della sua sposa per le colline dell'infanzia, il giardino è sempre stato una seconda natura, foggiata dall'uomo in base alla sua cultura ed esperienza. Ma di questi tempi il giardino è anche un campo di battaglia ideologico ed etico fra l'«utopia suburbana» del prato sempre perfettamente curato e la ribellione antinomiana dei cultori della wilderness, discepoli di Thoreau. Per fortuna esiste un terzo partito – quello che fu, ad esempio, di Alexander Pope, che agli architetti del paesaggio suoi contemporanei consigliava semplicemente: «Consulta sempre il Genio del luogo». Pollan – che di Pope condivide l'ironia e il buonsenso, oltre che il piglio eclettico da filosofo, umorista, narratore e polemista – sa da quale parte schierarsi, e lo fa nel modo che più gli è congeniale: con questo volume, che riesce a essere al tempo stesso esilarante autobiografia, racconto di un'odissea intellettuale e brioso trattato di giardinaggio empirico-teorico.

€ 18,70

€ 22,00

Risparmi € 3,30 (15%)

Venduto e spedito da IBS

19 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 20,90 €)

 
 
 

Indice

Introduzione
I. Due giardini

Primavera
II. La natura aborre il giardino
III. Perché falciare il prato?
IV. Il compost e i suoi imperativi morali

Estate
V. Nel giardino delle rose
VI. Le erbacce siamo noi
VII. Il pollice verde

Autunno
VIII. Il raccolto
IX. Piantare un albero
X. L'idea di un giardino

Inverno
XI. Perdere la testa per i pretenziosi cataloghi
XII. Il garden tour

Nota alla traduzione