La seconda vita di Majorana - Giuseppe Borello,Lorenzo Giroffi,Andrea Sceresini - ebook

La seconda vita di Majorana

Giuseppe Borello, Lorenzo Giroffi, Andrea Sceresini

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Chiarelettere
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 3,25 MB
Pagine della versione a stampa: 186 p.
  • EAN: 9788861908611
Salvato in 8 liste dei desideri

€ 6,49

Punti Premium: 6

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Un giallo affascinante, ora, a centodieci anni dalla nascita, finalmente risolto.
Con un importante inserto fotografico e documentario.


“Chi ha visto Majorana?” A rispondere ci hanno provato in tanti, Mussolini pretese subito la verità senza ottenere soddisfazione, Sciascia vi dedicò uno dei suoi libri più importanti (La scomparsa di Majorana), Gianni Amelio lo raccontò nel film I ragazzi di via Panisperna, Paolo Borsellino aprì un’inchiesta sul caso. Film e indagini giornalistiche si sono susseguiti nel tempo ma la verità su Ettore Majorana (Catania 1906-?), geniale fisico italiano, non è mai venuta fuori: tante ipotesi, le più svariate, dal suicidio alla fuga in altri paesi, al ritiro in un convento.
Questo libro ci offre una nuova verità. Gli autori si sono mossi sulle tracce del ricercatore, hanno viaggiato in Sud America, incontrato i figli e i nipoti degli ultimi testimoni che hanno visto Majorana ancora in vita dopo la fuga, e hanno finalmente ricostruito i misteri di una scomparsa legata a molti e inquietanti motivi. Un vero scoop internazionale dopo che nel 2015 la magistratura, sulla base di una nuova testimonianza, aveva accertato la permanenza del grande scienziato italiano in Venezuela. Non restava che andare laggiù e indagare, ed è quello che gli autori hanno fatto.
Un racconto agile, ricco di colpi di scena, un reportage unico, tra attualità, storia e verità giudiziarie, con un ricco inserto fotografico e documentario in parte inedito. A centodieci anni dalla nascita.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,33
di 5
Totale 6
5
2
4
1
3
1
2
1
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Davide I.

    12/05/2020 10:55:33

    Interessantissia ricostruzione di uno dei più grandi misteri del nostro tempo. Lucida e puntuale , la narrazione dei tre autori ripercorre con il fare di un abile detective una versione davvero molto plausibile del cosa sia successo veramente.. Da leggere senza soste !

  • User Icon

    Marina Caracciolo

    04/02/2020 15:56:58

    I tre giovani giornalisti, autori del libro, hanno almeno il merito di aver fatto un lungo viaggio, aver interrogato numerosi (presunti) testimoni e aver lavorato con costanza, entusiasmo e precisione. Tuttavia la loro indagine non ha portato a nulla di nuovo né ha dato alcuna certezza. Il mistero della scomparsa di Majorana rimarrà tale, conviene rassegnarsi. E su questo mistero - diciamolo - si è scritto fin troppo, affastellando ipotesi su ipotesi. In ogni caso l'enigmatico signor Bini ("alias Majorana"), Il quale, tra l'altro, aveva così tanto bisogno di nascondersi da girare con una vistosa Studebaker gialla che ben pochi avevano a quel tempo, niente ha dello scienziato scomparso, e si vede molto bene anche dalla fotografia riportata nel volume. Ettore Majorana era un uomo troppo geniale per lasciare qualche utile traccia, dato che non voleva affatto lasciarne. Di sicuro il suo non fu un suicidio (si portò dietro documenti e una notevole somma di denaro), ma non scopriremo mai dove andò a finire né tanto meno da chi voleva fuggire o a cosa voleva sottrarsi.

  • User Icon

    Sandra Spina

    29/09/2016 12:14:03

    Il libro molto è interessante:diamo merito ai tre giornalisti di essere andati fino in Venezuela per verificare questa storia.Hanno fatto molto di più di quello che ha fatto la Procura di Roma. Nonostante tutta la mole di notizie raccolte, ancora oggi l'unica cosa che collega tale Signor Bini a Ettore Majorana è la perizia dei RIS di Roma.Perizia sulla quale c'è molto da ridire. Oltreché, naturalmente, la dicitura sul retro della cartolina di Fasani con scritto "Bini-Majorana". Quindi, bisogna essere molto prudenti soprattutto alla luce di questi nuovi elementi. La perizia da sola non basta, ci vogliono altri elementi certi e convergenti che possano portare a confermare ciò che dice la Procura di Roma. E cioè che tale Bini sia in realtà Ettore Majorana. Allo stato delle cose questi altri elementi non ci sono. Ciò che hanno raccolto i tre giornalisti si può prestare ai più spiegazioni e più interpretazioni di questa vicenda raccontata dal Fasani. Un altro appunto:l'esponente della famiglia Majorana che ha scritto la prefazione del libro è un parente alla lontana di Ettore: infatti, è un nipote di un cugino di Ettore. Certamente sarà convinto della bontà di questa inchiesta per aver scritto la prefazione, ma non rappresenta il giudizio dei parenti più stretti di Ettore Majorana, che sono i 3 figli del fratello Luciano e un figlio della sorella Rosina.

  • User Icon

    Carmine

    17/09/2016 17:10:18

    Praticamente è un "truffa letteraria", non è stato risolto nessun mistero e, tranne per qualche "sentito dire", "probabilmente" e "forse", gli autori non raggiungono nessun risultato documentale o testimoniale. Sconsiglio vivamente l'acquisto e la lettura. Chiarelettere ha fatto un'ottima operazione commerciale spacciando questo libercolo come la risoluzione di uno dei misteri italiani. Le uniche certezze erano già di pubblico dominio perché confermate da una sentenza. Basta con questi "falsi scoop"... per piacere!

  • User Icon

    Alberto

    31/07/2016 12:29:29

    Letteralmente divorato. Ben scritto e curato. Ottimo lavoro di ricerca

  • User Icon

    Fabio Scarnati

    21/07/2016 17:50:58

    Finalmente risolto il giallo della scomparsa del grande scienziato siciliano. Tre intraprendenti e giovani giornalisti, partendo dall'indagine compiuta dalla Procura di Roma, si mettono sulle tracce di Majorana, in un viaggio dalla Sicilia al Venezuela dove certamente Ettore Majorana visse tra il 1955 e il 1958. Prefazione di Salvatore Majorana, nipote del grande scienziato, ingegnere e direttore del Technology Transfer presso l'Istituto italiano di tecnologia a Berkeley negli Usa.

Vedi tutte le 6 recensioni cliente
  • Giuseppe Borello Cover

    Giuseppe Borello è nato a Vibo Valentia nel 1983 e prima di dedicarsi totalmente al giornalismo ha lavorato in Deutsche Bank per quattro anni. Nel 2013 vince la borsa “Giuseppe D’Avanzo” per il giornalismo d’inchiesta e inizia la sua collaborazione con “la Repubblica”. Fa parte della redazione inchieste, dove sviluppa i suoi progetti video su vari argomenti di attualità italiana e internazionale. Scrive per “Il Sole 24 Ore”. Dal 2014 è inviato della trasmissione televisiva di La7 Servizio Pubblico. Approfondisci
  • Lorenzo Giroffi Cover

    Lorenzo Giroffi è nato a Casagiove nel 1986. Giornalista freelance, ha vinto con i suoi reportage il premio “Reporter contro l’usura”, il premio di giornalismo internazionale “Maria Grazia Cutuli” e quello dedicato a Ivan Bonfanti. Ha realizzato inchieste sulle rivoluzioni in Tunisia ed Egitto, sugli affari della camorra, sulle periferie londinesi, sul conflitto nel Donbass, sul golpe in Burkina Faso, sul mercato africano dell’oro clandestino e sulla crisi venezuelana. Tra i suoi libri: Visioni Meccaniche (2011), Il mio nome è Kurdistan (2014) e Ucraina. La guerra che non c’è (con Andrea Sceresini, 2015). Approfondisci
  • Andrea Sceresini Cover

    Andrea Sceresini è nato a Sondrio nel 1983. Giornalista freelance, è autore di molte inchieste e reportage di guerra per «La Stampa», «Il Foglio», «Il Fatto Quotidiano» e «l’Espresso». Tra i suoi libri: Io sono l'impostore. Storia dell'uomo che ci ha fregati tutti (Il Saggiatore 2017), Piazza Fontana. Noi sapevamo. (Mimesis 2017), Internazionale nera. La vera storia della più misteriosa organizzazione terroristica europea (Chiarelettere 2017), La seconda vita di Majorana (Chiarelettere 2016), Mai avere paura. Vita di un legionario non pentito (Chiarelettere 2016), Ucraina. La guerra che non c'è (Baldini e Castoldi 2015), L' avvocato del diavolo. I segreti di Berlusconi e di Forza Italia nel racconto... Approfondisci
Note legali