Seconds Are Acorn

Artisti: Adem
Supporto: CD Audio
Numero dischi: 1
Etichetta: Caroline
Data di pubblicazione: 16 ottobre 2015
  • EAN: 0602547478054
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 13,42

€ 17,90

Risparmi € 4,48 (25%)

Venduto e spedito da IBS

13 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Descrizione

Fondatore della band di culto post-rock Fridge insieme a Kieran Hebden (Four Tet), Adem ha già pubblicato 3 dischi solisti: Homesongs (2004), Love And Other Planets (2006) e Takes (2008), quest’ultimo un album di cover.
‘seconds are acorn’ è una raccolta di canzoni calde e solo occasionalmente inquiete ed esprime al meglio lo spirito originale ed innovatore di Adem.Nonostante il lungo intervallo tra un disco e l’altro Adem non si è mai fermato.Erudito e versatile artista pop, ex allievo della Elliott School nel Sud di Londra (come i Fridge, The xx, i Maccabees, Burial e Hot Chip), ha lavorato a una serie infinita di progetti. Ha composto diverse colonne sonore tra cui ‘In the loop’ di Armando Iannucci e ha poi lavorato per una stagione per la Royal Shakespeare Company.Ha reinterpretato “I Walk The Line” di Johnny Cash per uno spot della Levis e contribuito all’album tributo “Dream Brother” con la cover di “Mojo Pin” di Jeff Buckley. Ha inoltre collaborato con il trio folk scozzese Lau (“Ghosts EP” Lau vs Adem) e ha fondato e organizzato l’Homefires festival al quale hanno partecipato Joanna Newsome, Smog, Grizzly Bear, Bert Jansch, Vashti Bunyan, Badly Drawn Boy, Beth Orton e Hot Chip “unplugged”.Adem ha inoltre prodotto il disco di Philip Selway (Radiohead) Weatherhouse seguendolo poi nel suo tour americano come support act.Infine ha contribuito al suono di molti dischi, da Bat For Lashes a Beth Orton, e poi Foxes, Years And Years e Hot Chip e remixato artisti di mondi molto diversi quali Sia ed Explosions In The Sky, Underworld e Manic Street Preachers.
Adem ha dichiarato a proposito di ‘seconds are acorn’: “Questo è il disco migliore che ho fatto perché sono riuscito a metterci tutte le esperienze che ho accumulato in questi anni. E’ accessibile pur mantenendo quel tocco intimo e personale che provo ad esprimere in tutti i miei dischi solisti. Voglio che le persone riescano a connettersi. C’è talmente tanta disconnessione ovunque nelle nostre vite che ho voglia di senso di comunità; vedere la gente che si riunisce per venire ai miei concerti e condividere un’esperienza personale”.

Disco 1
  • 1 By Everyone
  • 2 A Silvering
  • 3 Surrounded
  • 4 Small Things
  • 5 Snow In April
  • 6 It All Works Out
  • 7 Didn'T Save Air
  • 8 I Would
  • 9 Rememberer
  • 10 A Bit Closer Again