Categorie

David Guterson

Traduttore: E. Valdrè
Editore: Longanesi
Collana: La Gaja scienza
Anno edizione: 2011
Pagine: 352 p. , Rilegato
  • EAN: 9788830426948

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Elena

    21/03/2016 12.32.10

    Noioso e poco avvincente.... l'ho letto tutto sperando in un finale che riscattasse il libro, ma anche il finale mi ha lasciata un po' delusa. Peccato. Non lo consiglio.

  • User Icon

    Saverio

    13/02/2012 13.23.38

    Ricorda un po' troppo "Nelle terre estreme", il rifiuto della civiltà e la fuga nella natura selvaggia, tra libertà e autodeterminazione, tema molto americano, ma un po' lontano dalla nostra sensibilità. Parecchio soporifero, con accelerazioni talmente rare che arrivare in fondo al libro è un'impresa.

  • User Icon

    Cinzia

    14/12/2011 22.19.58

    Non sono riuscita ad arrivare oltre il 4° capitolo. Non è scritto bene, è confuso e non ti prende: sconsigliato!

  • User Icon

    Ernesto

    08/12/2011 19.12.48

    Semplicemente fantastico!!! Una storia davvero emozionante! Consigliatissimo...

  • User Icon

    simona

    09/06/2011 09.43.16

    Ho letto un bel libro, nonostante mi aspettassi qualcosa di più...per fortuna il resoconto che il padre di William Barry fa sulla vita del figlio mi ha fatto capire meglio tutta la storia...forse ci voleva prima, all'inizio del racconto... comunque lo stile di Guterson è inconfondibile, molto diverso dagli autori che ho letto fin d'ora

  • User Icon

    M.T.

    06/06/2011 12.12.52

    Un romanzo confusionario che non mi ha "preso"; si desidera solo arrivare alle ultime pagine per sapere come va a finire e il tutto mi ha lasciato con un senso di pessimismo e disperazione, con l'"amaro in bocca".

  • User Icon

    Valentina g

    18/03/2011 09.50.39

    Che bel romanzo americano questo "The Other", e non fatevi fuorviare dalla traduzione del titolo, il melenso "Un segreto di boschi e di stelle". A tanti è capitato di misurarsi, almeno una volta nella vita, con "l'altro". Quello che ci sembra più bello, più originale e certamente più intelligente. Quello con più iniziativa, da seguire, perché non stiamo parlando, attenzione, dell'antagonista, ma del modello a cui ispirarsi. Per Neil Countryman, adolescente nella Seattle degli anni'70, "l'altro" è John William Barry, il ragazzo ricco ("i denti alla Gatsby") e tormentato, con la passione per la natura selvaggia e il netto rifiuto per il "mondo degli hamburger". E questo "altro", non così diverso da lui, va bene finché Neil non scopre se stesso, finché non aderisce ad una normalità che non lo fa sentire un traditore di ideali, ma gli fa vivere la vita in modo pieno. In un modo suo. Quella che viene raccontata è la storia di un'amicizia, tra colui che sceglie di non partecipare al mondo rifugiandosi nei boschi, e colui che sceglie di abbracciare una professione, una famiglia. Neil e John William, tra un percorso tra i ghiacchi e un sentiero nella foresta, ci dimostrano che tutte le strade sono possibili, e sono tanto più appaganti quanto più nostre, più o meno battute che siano.

Vedi tutte le 7 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione