Categorie

Fabrizio Antolini, Nicola Boccella

Editore: Liguori
Anno edizione: 2006
Tipo: Libro tecnico professionale
Pagine: 192 p. , ill. , Brossura
  • EAN: 9788820739720

In un momento i cui i sistemi economici affrontano la globalizzazione dimostrando una capacità di risposta molto diversa, è importante analizzare i modelli di capitalismo che si sono consolidati nel corso del tempo. L'Italia si caratterizza per l'esistenza dei distretti industriali che, nati spontaneamente, richiedono sempre più politiche industriali mirate. Gli autori offrono un'esauriente analisi comparativa, esaminando i cluster regionali che si sono andati formando, nonché le principali politiche attuate nei principali paesi europei e dell'America Latina, con un attenzione specifica rivolta al ruolo svolto dall'IT. Redatto in forma chiara e supportato da analisi approfondite, il testo rappresenta un utile e indispensabile riferimento per quanti vorranno perfezionare la propria comprensione di un fenomeno tanto attuale.

Capitolo primo
Diversi sentieri di crescita
1.1. Forme di capitalismo e propensione all'innovazione; 1.2. L'innovazione e la digitalizzazione delle economie: problemi di misurazione e di rappresentatività; 1.3. I clusters regionali come nuovo paradigma di sviluppo; 1.4. Diffusione e tipologia di "cluster" nei principali paesi industrializzati; 1.5. Linee guida per l'attuazione ed il coordinamento delle policies.
Capitolo secondo
Modelli di sviluppo locale: i distretti industriali. Il caso italiano
2.1. La struttura economico-produttiva: un confronto con i dati censuari; 2.2. I distretti industriali in Italia metodologie e definizioni; 2.3. Lo sviluppo locale e la crescita economica; 2.4. Il distretto industriale nell'ambito della strategia di Lisbona: occorre andare oltre.
Capitolo terzo
Modelli di sviluppo locale. L'eterogeneità della Spagna
3.1. La Spagna ed il sistema produttivo locale; 3.2. I distretti di successo: la multisettorialità di Madrid e Barcellona; 3.3. I distretti monosettoriali: la Comunidad Valenciana; 3.4. Il distretto agroindustriale in Andalucia.
Capitolo quarto
I distretti inglesi e francesi ed il modello istituzionale di Germania e Giappone
4.1. L'Inghilterra; 4.2. Il modello Francese; 4.3. Il modello Istituzionale di Germania e Giappone.
Capitolo quinto
Lo sviluppo locale in America Latina tra pianificazione centralizzata e identità locale
5.1. Il divario economico ed i distretti industriali in America Latina; 5.2. Strumenti per la riproduzione dei distretti industriali in America Latina; 5.3. La struttura produttiva emergente.
Capitolo sesto
L'innovation Cluster in America Latina
6.1. La definizione di distretto innovativo; 6.2 La transizione tecnologica; 6.3. L'innovazione industriale in America Latina; 6.4. I distretti innovativi in America Latina: Il Costa Rica e l'Uruguay.
Capitolo settimo
Programmazione e lo sviluppo locale in Cile ed in Messico
7.1 Caratteristiche territoriali e socioeconomiche della regione di O'Higgins, in Cile; 7.2. L'iniziativa di sviluppo economico locale: il programma Rancagua Emprende; 7.3. Caratteristiche territoriali ed economiche di Ranquil; 7.4 Territorialità e promozione economica nelle province di Antofagasta; 7.5. Il decentramento come strumento per lo sviluppo locale; 7.6. Lo sviluppo tecnologico delle Pmi in Messico.
Appendice
Bibliografia