Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Il sentiero dei nidi di ragno - Italo Calvino - copertina

Il sentiero dei nidi di ragno

Italo Calvino

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2002
Formato: Tascabile
In commercio dal: 18 giugno 2002
Pagine: 196 p.
  • EAN: 9788806163686
Salvato in 20 liste dei desideri

€ 7,12

€ 7,50
(-5%)

Punti Premium: 7

Venduto e spedito da IBS

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

PRENOTA E RITIRA Verifica disponibilità in Negozio

Il sentiero dei nidi di ragno

Italo Calvino

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Il sentiero dei nidi di ragno

Italo Calvino

€ 7,50

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Il sentiero dei nidi di ragno

Italo Calvino

€ 7,50

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

"Questo è il primo romanzo che ho scritto; quasi posso dire la prima cosa che ho scritto, se si eccettuano pochi racconti. Che impressione mi fa, a riprenderlo in mano adesso? Più che come un'opera mia la leggo come un libro nato anonimamente dal clima generale d'un'epoca, da una tensione morale, da un gusto letterario che era quello in cui la nostra generazione si riconosceva, dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale" (dalla prefazione di Italo Calvino).
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,48
di 5
Totale 54
5
34
4
13
3
4
2
2
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    manu

    09/09/2017 11:29:09

    É sicuramente un buon libro. La lettura é di facile comprensione e non richiede alcuni sforzo mentale. Calvino aveva 23 anni quando scrisse questo breve romanzo e questa edizione presenta al suo interno una prefazione in cui egli stesso afferma di aver effettuato delle modifiche sul brano nel corso degli anni. Leggetelo perché é un piccolo frammento di ricordo di un Italia che non esiste piú ma che comunque riguarda tutti noi.

  • User Icon

    paolo

    18/10/2016 22:44:32

    Fin dall'esordio Calvino scopre le carte e palesa la sua chiara inclinazione per il fiabesco. Parliamoci chiaro, qui la guerra partigiana c'è, ma poco interessa all'autore, e a recuperarla non basta certo quel (goffo per la sua estraneità al resto della narrazione) capitolo finale in cui i due partigiani "seri" s'interrogano sul ruolo della Resistenza armata. Qui a giganteggiare e' Pin, bambino/gnomo, maligno, lascivo e innocente abitatore di sentieri e boschi popolati da uomini mostruosi nel loro essere così semplici, quasi prevedibili nelle loro voglie sempre uguali (le armi, il sangue, il sesso) eppure incomprensibili. Solo "cugino", il partigiano grande e grosso, buono e feroce, animato da un odio testardo contro le donne, mostrerà di essere un vero amico per Pin, sorprendendolo con la sua rinuncia a far l'amore con Nera del carruggio, sorella di Pin e prostituta venduta si a tedeschi e fascisti. La scrittura del 24enne Calvino e' fin troppo pulita e un po' furbetta nel far gigioneggiare abbondantemente il piccolo ispido protagonista.

  • User Icon

    Gab

    20/06/2014 15:09:55

    Un altro Calvino...bellissimo anch'esso

  • User Icon

    sara

    25/05/2013 15:17:38

    La trama è bella e anche il finale, ma il libro è scritto in un modo assolutamente troppo noioso! L' ho dovuto leggere per la scuola, ma non lo rifarò mai più!!

  • User Icon

    Meris

    23/05/2013 22:58:08

    Molto bello , scorrevole . Il racconto di Pin , un bambino costretto a crescere un po' prima del tempo. Commovente sul finale.

  • User Icon

    Walter

    23/09/2012 13:48:04

    In assoluto il più bel libro sulla guerra che abbia mai letto! Delicato, sensibile, ingenuo, e per questo ancora più crudele di qualsiasi possibile descrizione. Avvincente dalla prima all'ultima pagina, lascia il senso vero della guerra. Un libro imperdibile!

  • User Icon

    angelo

    09/08/2012 13:50:41

    Ingredienti: un bambino uscito troppo precocemente dal mondo dei giochi, adulti entrati troppo confusamente nel gioco della guerra, l'umanità dei bassifondi costretta a dividersi tra neri e rossi, un lembo di terra che ospita ed accoglie tutti. Consigliato: a chi da giovane seppellisce desideri in nascondigli senza più riuscire a ritrovarli da grande, a chi pensa che 23 anni siano troppo pochi per scrivere un bel libro.

  • User Icon

    marco

    27/09/2011 23:51:39

    libro fantastico, con una padronanza del linguaggio incredibile, fa parlare e vivere tutti i personaggi ed ha una storia così coinvolgente... sicuramente uno dei migliori testi di calvino

  • User Icon

    catfish

    22/02/2011 09:44:07

    Insieme con "La giornata di uno scrutatore" e "e "Ultimo viene il corvo", questo "Sentiero" è uno dei primi libri di Calvino, tutti 'realistici', prima dei baroni rampanti e i cavalieri inesistenti tanto quanto le città invisibili. C'è già tutti il calvino dall'intelliugenza acutamente visionaria e ironica. Ma io lo preferisco così, realistico.

  • questo libro è stato scritto nel 1947 da italo calvino, ed è il suo primo romanzo. è ambientato in liguria durante la seconda guerra mondiale (la resistenza partigiana). si tratta di un romanzo neorealista il cui protagonista, pin, un bambino dispettoso e maligno non viene accettato dai suoi coetanei ed è quindi portato a cercare amicizie nel mondo degli adulti. il ragazzo vivrà esperienze che gli faranno provare sensazioni come la solitudine, conoscerà persone che lo deluderanno. il suo grande desiderio e quello di trovare il grande amico diverso da tutti gli altri uomini. questo libro è appassionante e costituisce una dimostrazione di quanto sia importante nella vita di un uomo seguire questi ideali che lo portano poi a condurre una vita onesta. è sottolineato come il personaggio di pin sia controverso: da una parte è un ragazzo forte e ribelle che desidera stare con gli adulti e fin da piccolo viene a contatto con la realtà, mentre dall'altra egli è ancora un bambino desideroso di pace e di affetto che non ha potuto vivere la propria infanzia. il romanzo si conclude con l'immagine suggestiva di pin e del suo grande amico che si allontanano mano nella mano nel buio. inoltre durante la lettura è presente la riflessione di un personaggio affascinante: " forse non farò cose importanti ma la storia è fatta daa piccoli gesti anonimi". liceo classico l. ariosto ferrara. classe IVa ginnasio

  • User Icon

    Alis.

    23/11/2010 18:38:22

    Scuote e sorprende. Fino alla fine, lasciando un retrogusto dolce.

  • User Icon

    Luigi

    16/11/2010 20:40:22

    Il capolavoro di Calvino. Il libro è ambientanto durante la seconda guerra mondiale e narra le vincede di Pin che si "unisce" ai partigiani. E' un libro emozionante che si legge tutto d'un fiato. Lo sguardo sulla lotta partigiana attraverso gli occhi di un bambino costretto a crescere troppo in fretta. Il libro scorre bene ed è scritto benissimo. Un libro che consiglio davvero a tutti

  • User Icon

    Giuseppe Guarino

    09/11/2010 00:22:14

    E' senza dubbio il libro più bello che abbia letto nella mia vita, affascinante e coinvolgente, quando l'ho iniziato non sono più riuscito a staccarmici. Lo rileggo spesso e ogni volta sento gli stessi brividi e le stesse emozioni. Il libro più bello di uno dei miei scrittori preferiti.

  • User Icon

    Luciano Stolfi

    15/02/2010 18:53:42

    Questo libro è la storia delle vicende partigiane viste dal punto di osservazione di un bambino, il piccolo Pin. Anche Calvino si cimenta con la guerra partigiana senza retorica, ma analizzando i meccanismi della lotta e cercando di capire perchè i protagonisti (tedeschi, fascisti, partigiani) stavano da una parte o dall'altra. Per calvino non c'è dubbio: in quella lotta chi stava dalla parte del giusto erano i partigiani, i quali combattevano per un ideale di libertà e di riscatto morale e sociale. Nel romanzo si trovano anche elementi fiabeschi, essendo la fiaba un elemento caro a Calvino in tutta la sua attività letteraria.

  • User Icon

    GIU

    23/12/2009 09:44:50

    Molto bello.Scorrevole e magnifico nelle descrizioni, descrizioni ormai perse nella letteratura contemporanea. Ogni tanto scorrendo le pagine mi dimenticavo che il protagonista principale è un bambino, poi con una frase messa lì Calvino mi riportava agli occhi inesperti e ingenui di un bambino tanto solo ma comunque bambino.Bella la fine, mano nella mano, con un adulto buono, un adulto amico. Lo consiglio e personalmente leggerò al più presto un altro libro di Calvino.

  • User Icon

    Margherita

    19/12/2009 20:57:10

    un pugno al petto che ti toglie il respiro

  • User Icon

    Renzo Montagnoli

    15/07/2009 18:54:44

    Il sentiero dei nidi di ragno è una splendida metafora dei reali moventi che stanno alla base della maggior parte di chi aderì alla resistenza, ma lo è anche per coloro che invece osteggiarono questo straordinario moto popolare. Il personaggio principale è Pin, un bambino lasciato solo a se stesso, in condizioni di abbrutimento più morale che fisico e che cerca di essere prima del tempo adulto, non per una maturità raggiunta, ma per il desiderio di evadere dal suo squallido mondo. Cattivo come può essere uno che non appartiene di fatto né all’infanzia, né alla pubertà, si atteggia a grande, rimanendo con l’esperienza di un bimbo. In un’epoca di furore, di sangue e di rivolta giocherà alla resistenza, rimanendo sempre solo, senza veri amici, tranne uno, un adulto con la mentalità di un bambino, e con lui che assai probabilmente gli ha ucciso la sorella, meretrice collaborazionista dei tedeschi, si allontanerà nella notte, nel buio di una vita di cui nessuno dei due conosce ancora la strada. E le motivazioni allora quali sono? Le spiega Kim, un giovane commissario politico: i partigiani combattono per un riscatto dal mondo di miseria e di abbrutimento, lo stesso in cui si trovano anche le camicie nere, ma mentre i primi lottano per spezzare le catene, i secondi si oppongono per mantenerle strette. Sì, perché tutti i personaggi di questo bel romanzo, visti con affettuosa pietà dall’autore, sono dei vinti, tranne forse Kim che, a differenza degli altri, si pone tutti quei perché, le cui risposte daranno coscienza alla sua e alla loro partecipazione. Scritto in modo scorrevole, dinamico, mai statico, ha già lo straordinario pregio di introdurre gradualmente alla riflessione, che diventa parte e scopo del testo, al punto che, se rimarranno indelebili nella memoria le figure di Pin, di Lupo Rosso, di Cugino e molti altri, finiremo con il porci anche noi le stesse domande e verremo condotti inconsapevolmente per mano a conoscere le risposte.

  • User Icon

    Danilo

    30/06/2008 18:17:27

    Scorrevole e piacevole. Mi ha colpito l'ingenuità e la forza morale di Pin, il suo "voler essere grande" ma senza riuscirci. E poi Calvino tende a descrivere con cosi skietta perizia il quadro storico in cui i vivono i personaggi da farlo apparire di colpo nella mente e renderlo vivi tutt'oggi. Il romanzo nn è, seconde me ,da considerarsi un capolavoro, ma sicuramente un libro da leggere assolutamente nella vita.

  • User Icon

    checco

    11/06/2008 09:37:56

    Davvero un bel libro..mi è piaciuto molto e davvero non ha bisogno di molte parole..Una dura realtà che Calvino ci fa vivere in prima persona e poi il finale così vago e senza una chiarezza. Uno sparo..chissà però chi è stato ucciso...

  • User Icon

    librobello

    28/04/2008 15:28:17

    bellissimo!!attraverso gli occhi di un bambino calvino ha la capacità di farci vivere uno dei monenti piu importanti della storia nazionale e che immancabilmente entrera a far parte della nostra storia personale

  • User Icon

    eleonora

    25/04/2008 12:36:37

    E continuano a camminare, l'omone e il bambino, nella notte,in mezzo alle lucciole,tenendosi per mano.Si conclude cosi,con una scena oserei suggestiva, il romanzo di Calvino.Un romanzo che ci fa capire la diversità ch corre tra il mondo dei bambini ed il mondo dei"grandi"...un mondo cosi diverso!E' la visione di quel periodo di guerra attrraverso gli occhi d un bambino, apparentemente forte,capace di odiare, ma fragile e indifeso in cerca d'affetto e di un amico sincero...il posto dove i ragni fanno il nido, un luogo di fantasia dove Pin può essere se stesso...

  • User Icon

    ALESSANDRO LAGHEZZA

    29/02/2008 08:20:48

    QUESTO E' IL PRIMO ROMANZO SCRITTO DA CALVINO, E, NONOSTANTE SIA STATO SEGUITO DA UNA LUNGA SERIE DI SUCCESSI, FORSE E' QUELLO MEGLIO RIUSCITO, E DI QUESTO PARE CONVINTO ANCHE LO STESSO AUTORE IN UNA LUNGA PREFAZIONE AL TESTO. MOLTO PROBABILMENTE PERCHE' E' UN ROMANZO FORTEMENTE AUTOBIOGRAFICO, CHE PRENDE COME SFONDO LA RESISTENZA PARTIGIANA, ESPERIENZA GIOVANILE NEL QUALE IL GIOVANE BORGHESE GENOVESE SI BUTTA A CAPOFITTO, PIENO DI SPERANZE. MA IN REALTA' LA GRANDEZZA DEL TESTO E' INSOTA NELL'AVER RESO AL MEGLIO QUESTA PROSPETTIVA DI IMMEDESIMAZIONE CON LA PROPRIA ESISTENZA NON CADENDO NELL'ERRORE DI PORRE IN PRIMO PIANO I PARTIGIANI, CON I LORO COMBATTIMENTI GIORNALIERI E LA VITA DURA PASSATA A COMBATTERE I TEDESCHI. TUTTO CIO' E' POSTO IN SECONDO PIANO, PER PORRE, INVECE, COME PUNTO DO RIFERIMENTO DELL'INTERA VICENDA BELLICA UN BAMBINO, TESTIMONE DIRETTO DELLA RESISTENZA PARTIGIANA. E' LUI IL PERSONAGGIO INTORNO AL QUALE SI SNODA L'INTERA VICENDA ROMANZESCA, IL CHE FA Sì CHE UNA VICENDA COSì FORTE E ASPRA COME LA RESISTENZA PARTIGIANA VENGA DEPOTENZIATA NELL'OTTICA INNOCENTE E INCONSAPEVOLE DI UN BAMBINO, PIN, (IN TAL SENSO EMBLEMATICO E' IL SEPPELLIMENTO DELLA PISTOLA RUBATA NEL LUOGO SEGRETO DOVE FANNO IL NIDO I RAGNI, CHE DA' IL TITOLO AL ROMANZO). LA VICENDA SI SVOLGE DAPPRIMA IN UN BORGO LIGURE, NEL QUALE VIVE PIN, BIMBO CRESCIUTO TROPPO VELOCEMENTE PER LA SUA ETA', ORMAI ORFANO E CHE PASSA LE SUE GIORNATE IN OSTERIA CON I GRANDI. POI SI SPOSTA LENTAMENTE IN UN ACCAMPAMENTO DI PARTIGIANI DISORGANIZZATI E FORTEMENTE ETEROGENEI, DAI DISERTORI AGLI EMIGRANTI MERIDIONALI, MA CHE TROVANO OGNUNO LA PROPRIA MOTIVAZIONE ESISTENZIALE APPUNTO NELLA RESISTENZA ALL'OCCUPAZIONE STRANIERA. E' CHIARO COME QUESTA ORIGINALE IMPOSTAZIONE RENDA IL "SENTIERO DEI NIDI DI RAGNO" UNO DEI TESTI MIGLIORI SULLA RESISTENZA PARTIGIANA.

  • User Icon

    cri

    04/02/2008 15:12:22

    splendido..devo ammettere che non leggo molto di solito e quest'opera mi è stata consigliata,ma non potrei trovare un modo migliore per trascorrere il tempo..è trascendentale sotto certi aspetti, ti cattura senza neanche che tu te ne accorga e la capacità dell'autore di affrontare tematiche come la guerra o l'amicizia in modo cosi diverso dall'ordinario ed originale fa del libro un romanzo unico.

  • User Icon

    Alce67

    11/12/2007 14:00:54

    La resistenza vista con gli occhi di un bambino e scritta con la strepitosa prosa di Calvino. Contiene una tra le più brillanti descrizioni di cosa la Resistenza abbia rappresentato per coloro che ne hanno preso parte. Da leggere

  • User Icon

    francesca arduini 1992

    26/09/2007 17:53:07

    Con il Barone Rampante, Il Visconte Dimezzato e il Cavaliere Inesistente, mancava in Calvino il suo essere neorealista.Infatti qui si sente proprio l'odore di dopoguerra, si assapora il sangue, l'essere antifascisti, l'andare contro corrente, credere in un ideale!Pin l'ideale lo aveva ben in mente! Italo Calvino in questo romanzo descrive e ama il "suo" popolo le sue idee!Bello, forte, emozionante!Basti solamenete pensare che negli anni della stesura di questo romanzo il neorealismo era già affermato dagli altri esponenti letterari, suoi contemporanei e colleghi, Elio Vittorini, Cesare Pavese, Vasco Pratolini e Goffredo Parise etc...,per lui la strada era già stata spianata ma qui Calvino ci ha messo i propri ideali! Dopo il neorealismo Calvino ritora alla "normalità", con gli altri romanzi, sempre ben scritti ma privi di azioni!Ultimo commento per chi nn avesse ancora letto questo libro o altri libri di Calvino:un libro è per sempre ma i romanzi di Calvino si possono leggere dalle elementari all'università... BUONA LETTURA!

  • User Icon

    Eleonora

    06/06/2007 16:34:59

    All'inizio pensavo fosse un libro pesante e devo dire che ci ho messo un pò a leggerlo... Però poi alla fine non è proprio brutto come libro.... Bisogna leggerlo con calma e cercare di comprendere bene tutto quello che passa per la testa di Pin.....

  • User Icon

    Greta

    29/05/2007 21:22:43

    Premetto che prima di leggere questo libro, Italo Calvino non mi piaceva assolutamente..ora lo adoro! Monotono? No..affatto. Una sola parola: spettacolare. Bellissima la storia vista dal punto di vista di un bambino. Libro che consiglio sicuramente.

  • User Icon

    Tindaro

    12/04/2007 18:11:18

    E' il primo libro di Italo Calvino, il suo primo romanzo ed anche la sua prima opera che ho letto. La mia lettura non si fermerà certamente qui, ma continuerà grazie al deciso stimolo che mi ha potuto infondere un'opera mediante la quale l'autore ha saputo rendere le durezze, senza volto specifico né identità politica e ideologica pregiudizialmente targhettata. E' un modo possibile per rileggere la storia della nostra Repubblica fissando nella mente l'umanità e la crueltà emotiva che la guerra fa scaturire negli uomine e nelle donne, una guerra per la libertà, una libertà di cui non si conosceva minimamente il significato ma per la quale valeva la pena sacrificarsi. Calvino si conferma accanto ai mostri sacri del '900 letterario italiano, Moravia, Vittorini, Pavese.

  • User Icon

    Silvio Cacciatore

    05/03/2007 18:21:02

    Un libro davvero stupendo, è bellissima il racconto della guerra partigiana vissuta dagli occhi di Pin l'uomo-bambino che, tra battutacce, scherzi, pianti e paura, è maturato molto nel corso del racconto. Bello, bello davvero... me lo sono divorato in due sere. Un libro davvero divertente che il più delle volte fa pensare e riflettere.

  • User Icon

    Emily

    25/11/2006 12:27:20

    Mi è piaciuto davvero molto. Come è stato già detto è uno spaccato della Resistenza italiana vista con gli occhi 'crudi', per così dire, di un bambino. I bambini non sono ancora contaminati dai pregiudizi o da che altro e ciò che Pin vede è ciò che 'è'. Lo descrive con una crudezza tipica del mondo infantile...e nel contempo assistiamo ad una lotta interiore del personaggio. Un personaggio che per quello che vive non si sente più bambino, ma neppure adulto (forse è una fase che attraversiamo tutti, ma qui...è un po' diverso), che non riesce a trovare qualcuno di cui fidarsi completamente (a cui, appunto, rivelare il segreto di dove si trovino i nidi di ragno, suo piccolo 'prezioso tesoro'), che non riesce, in tutto quel che sta succedendo, a trovare un posto che sia veramente suo. Tutto si risolve alla fine, come avevo sperato.

Vedi tutte le 54 recensioni cliente
  • Italo Calvino Cover

    Figlio di due scienziati (il padre è agronomo, la madre biologa) nasce a Cuba dove i genitori dirigevano l'orto botanico di Santiago de las Casas, vicino a L'Avana. Tornata in Italia la famiglia, a Sanremo, frequenta le scuole nella città ligure e, terminato il liceo si iscrive ad Agraria, ma interrompe l'Università per evitare l'arruolamento forzato e dopo l'8 settembre si unisce alle brigate partigiane nella Brigata Garibaldi. Nel 1944 entra nel Pci e alla fine della guerra ne diventa militante attivo e Quadro. Si iscrive e si laurea alla facoltà di lettere di Torino e nel frattempo inizia a collaborare a riviste (fondamentale il rapporto con il Politecnico di Vittorini) e quotidiani. Entra a lavorare all'Einaudi e nel 1950 ne viene assunto definitivamente come... Approfondisci
Note legali
Chiudi