IBS presenta

"Il nome della rosa"
trama e personaggi della fiction RAI

Libro Il nome della rosa Umberto Eco

Umberto Eco

Il nome della rosa

“Mi rallegro che si possa diventare best seller contro i pronostici cibernetici, e che un’opera di letteratura genuina possa soppiantare il ciarpame... L’alta qualità e il successo non si escludono a vicenda.” Anthony Burgess, The Observer

Ultima settimana del novembre 1327. Il novizio Adso da Melk accompagna in un'abbazia dell'alta Italia frate Guglielmo da Baskerville, incaricato di una sottile e imprecisa missione diplomatica. Ex inquisitore, amico di Guglielmo di Occam e di Marsilio da Padova, frate Guglielmo si trova a dover dipanare una serie di misteriosi delitti (sette in sette giorni, perpetrati nel chiuso della cinta abbaziale) che insanguinano una biblioteca labirintica e inaccessibile. Per risolvere il caso, Guglielmo dovrà decifrare indizi di ogni genere, dal comportamento dei santi a quello degli eretici, dalle scritture negromantiche al linguaggio delle erbe, da manoscritti in lingue ignote alle mosse diplomatiche degli uomini di potere. La soluzione arriverà, forse troppo tardi, in termini di giorni, forse troppo presto, in termini di secoli.

Un grande romanzo: da libro a serie tv

Che sfida riproporre una versione cinematografica del romanzo capolavoro di Umberto Eco! Già nel 1986, quando uscì il film con la regia di Jean-Jacques Annaud, molti dubitavano della possibilità di portare la storia de Il nome della rosa sullo schermo. Ma la scommessa fu vinta: sarà un’impresa ardua per John Turturro eguagliare o superare il Guglielmo da Baskerville di Sean Connery! E l’ambientazione perfettamente realistica di Dante Ferretti (vincitore del David di Donatello)… quel Medioevo al tempo stesso buio e affascinante, atroce e pietoso, profondamente ignorante e coltissimo. Le puntate della fiction Rai sono in programma a partire dal 4 marzo e il romanzo da cui sono tratte narra di misteriosi omicidi accaduti in una abbazia benedettina dove è ospitata una delle maggiori biblioteche dell’epoca, arricchita dal lavoro dei frati amanuensi. Il francescano Guglielmo, con il suo allievo Adso, indagano su questi omicidi ma vedono anche i processi dell’inquisizione, le torture e le ingiustizie che si svolgono tra quelle mura. Alla fine nulla sarà più come prima.

Il 9 luglio 1981 Il nome della rosa vinse il Premio Strega. Nel mese di novembre 1982 ottenne in Francia il Prix Médicis nella categoria opere straniere. Nel 1983 il romanzo entrò nell'"Editors' Choice" del New York Times, nel 1999 fu selezionato tra "I 100 libri del secolo" dal quotidiano francese Le Monde e nel 2009 fu inserito nella lista dei "1000 romanzi che ognuno dovrebbe leggere" dal quotidiano inglese The Guardian. Con 55 milioni di copie vendute nel mondo, Il nome della rosa è uno dei 15 libri più importanti del Novecento!

Hanno detto del libro

Testate giornalistiche di tutto il mondo si sono espresse... scopriamo cosa è stato scritto

Inquisizione, eresie, manoscritti e biblioteche: la storia Medievale raccontata da Eco

Tutti questi personaggi ruotano attorno al mondo dell’Inquisizione, delle eresie e della cultura del basso Medioevo. La storia è ambientata nel 1327 in una abbazia benedettina dell’Italia settentrionale dove cultura, manoscritti e conoscenza tentano di opporsi ai pregiudizi e alla superstizione. Ecco alcuni saggi molto interessanti per approfondire questi temi...

Personaggi e attori della fiction di Rai Uno

Nel cast della fiction televisiva di Rai Uno troviamo come protagonista il benedettino Guglielmo da Baskerville interpretato da John Turturro, Rupert Everett nei panni dell’inquisitore Bernardo Gui (il pericolosissimo oppositore di Guglielmo da Baskerville), James Cosmo nel ruolo di Jorge, colui che vuole impedire ai suoi contemporanei di conoscere il testo aristotelico sulla commedia, Alessio Boni nella difficile interpretazione di fra Dolcino, Fabrizio Bentivoglio nei panni di Remigio e Stefano Fresi in quelli del compagno di eresia Salvatore (nel film di Annaud magistralmente interpretato da Ron Perlman: ricordate penitenziagite?). Il giovane allievo di Gugliemo, Adso da Melk, è invece interpretato da un attore meno conosciuto, Damian Hardung. Conosciamoli meglio attraverso i loro film.

L'autore Umberto Eco

Da Baudolino a Come si fa una tesi di laurea, percorriamo tutte le opere di un grande intellettuale del nostro tempo

Le edizioni vintage

Prime edizioni e rare del capolavoro di Umberto Eco. Scopri il fascino di una copia vintage!