Recensioni Serpent and dove. La strega e il cacciatore

  • User Icon
    14/11/2020 09:33:11

    Libro interessante che mi ha appassionato tanto da concludere la storia in soli due giorni. Dopo averlo finito sono arrivata alla conclusione che ora dovrò aspettare l'uscita di B&H per sapere come continua la bellissima storia d'amore di Lou e Reid . Lo consiglio per gli appassionati di magia , amore e tanto altro .

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    03/11/2020 15:08:00

    Noioso. Mi aspettavo di leggere un bel libro ambientato nell'epoca della caccia alle streghe con una trama interessante e dei bei personaggi da amare e con i quali empatizzare e invece mi sono ritrovata in un libro ambientato sì in quell'epoca ma con tantissime incongruenze, personaggi imbarazzanti e antipatici e buchi di trama quanto la fetta di un groviera. Peccato, perché la trama era interessante e se l'autrice si fosse impegnata un attimo di più (e si fosse informata riguardo al periodo storico in cui ha ambientato la storia) avrebbe scritto un libro più avvincente e appassionante

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    06/10/2020 12:35:59

    Ambientato in un’impreciso regno ispirato al medioevo francese, dove la religione è un forte credo e dove le donne sono ancora proprietà degli uomini, le streghe abitano in mezzo agli uomini e cercano di non essere bruciate. Le streghe di Serpent & Dove sono sia gentili quanto maligne, esattamente come chi non ha la magia, ma hanno tutte un’obbiettivo: spodestare la famiglia reale per riprendersi la terra che gli appartiene. Louise, meglio detta Lou, è una di loro, una strega appartenente alla congrega delle Dame Bianche, ma sin da quando è scappata il giorno del suo sedicesimo compleanno, non ha più voluto utilizzare la magia e per sopravvivere ha rubato, ucciso e peccato in altri modi. L’unica cosa che desidera è sparire in qualche modo, lasciarsi alle spalle la madre e vivere. Ma tutti ne siamo consapevoli: non si può scappare a lungo da ciò che ci insegue, da ciò che si è. Quando Lou scoprirà che il famoso anello di Angelica – un anello magico che può assorbire gli incanti e rendere invisibili (un richiamo al signore degli anelli, ma senza pretese e senza avere la stessa ideologia) – deciderà che per averlo userà anche quei poteri che ha rinnegato. Ma ciò pone gli chasseur, o cacciatori di streghe della chiesa, sulle sue tracce e su quelle di Coco, la sua migliore amica e strega appartente alle Dame Rosse. Questo libro potrebbe dare molto, grazie alla trama promettente, ma essendo un debutto ovviamente ha molti difetti: l’ambientazione imprecisa e il sistema magico confuso e che in parte sembra contraddirsi a volte. Tuttavia si presenta come un libro leggero e piacevole da leggere, con una caratterizzazione buona dei personaggi principali che amerete uno ad uno e un romance che è al centro di tutto, ma non stucchevole o del tutto instalove. Recensione completa sul blog

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    01/10/2020 08:13:16

    Alla fine la storia non è male. Quello che credo è che questo libro abbia avuto un problema di marketing. Fin da subito è stato presentato come un fantasy, quando di fantasy in questo libro c’è ben poco. Si, ci sono le streghe, ma solo di fatto, fanno poco e niente. Ci sta che io mi sbagli sotto questo punto di vista ma questa è stata la mia impressione rispetto alla lettura. Oltre a questo la storia è piacevole perché intrattiene ed è molto scorrevole. Non ho trovato una scrittura particolare, però c’è da dire che il libro fa il suo lavoro: intrattenere. La storia di Reid e Lou è presentata come una classica enemies to lovers, sì, sulla carta, direi io, perché di fatto i due non si odiano affatto, anzi, fin dal primo incontro sembrano interessanti. Certo, Reid è infastidito da Lou, ma non tanto da lei quanto dai suoi comportamenti del tutto incivili per quello che è stata la sua educazione. Si, socialmente sono nemici naturali, ma questa differenza non l’ho davvero sentita. Ecco, l’unica parte che ho trovato interessante e che mi ha davvero colpita è questa, ovvero che per una volta è Lou la sfacciata e non il contrario. La parte interessante in questa storia a quanto pare è il romance, che in realtà a me non ha colpito così tanto. I personaggi per me sono stati abbastanza piatti e per quanto in alcuni momenti ho riso non mi hanno coinvolto così tanto da shippare la coppia, cosa rara dato che io shippo chiunque, anche le coppie sbagliate. Devo dire che la sotto trama delle streghe e tutta la direzione che la storia prende non mi ha entusiasmata più di tanto, anzi, spesso ho anche sorvolato. Per non parlare del finale. Capisco che è una saga, è che in qualche modo si debba far venire voglia al lettore di leggere il seguito... Però ti lascia troppe cose in sospeso!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    28/09/2020 15:13:55

    Un bel libro piacevole e che ti incanta alle pagine. Consigliato.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    25/09/2020 15:23:17

    Questo libro è adatto a tutti coloro che giudicano dalla copertina: a una prima occhiata si presenta accattivante e stiloso, il titolo e la grafica in toni oro e grigio attirano l'occhio e i caratteri grandi rendono ancora più scorrevole la lettura; purtroppo però i suoi pregi si fermano qui, in quanto la storia è carente ed eccessivamente semplificata e affrettata sotto molti punti vista. Vorrei precisare, prima di recensire la trama, che mi è stato regalato: difficilmente avrei acquistato da me un'opera del genere, in quanto ritengo che sia affine alle moltissime pubblicazioni uscite recentemente che si rivolgono più che altro a un pubblico teenager. Nonostante sia categorizzato come un fantasy medievale, tra le pagine ci sono pochissimi riferimenti che localizzino e diano corpo all'ambientazione, che risulta piuttosto un pout pourri di cose che stonano tra loro. L'unico motivo per cui ho dato tre stelle piuttosto che due è che la narrazione parte anche bene, la protagonista è spiritosa e sboccata e si ritrova in avventure quasi boccaccesche; ma poi degrada in una comune, prevedibilissima e scontata storia d'amore in stile "principe azzurro che salva la donzella". Banalmente, quest'opera ricalca il filone "pseudo" fantasy che spopola di questi tempi, con protagoniste donne che vengono descritte come badass, coraggiose, forti e indipendenti, ma che poi si rivelano piatte, legnose e tutte uguali tra loro. L'introspezione dei protagonisti si limita esclusivamente alla sfera amorosa e ai sensi di colpa nei confronti del partner, e la caratterizzazione di tutti i personaggi, in generale, è macchiettistica e si limita sol ad alcune caratteristiche sbandierate più volte. Tutta la storia ha dei colpi di scena totalmente prevedibili che non riescono ad appassionare nè a stupire. Da sempre lettrice di fantasy, però quello un po' più maturo, posso consigliare questo libro solamente a chi cerca una lettura veloce (l'ho finito in due giorni!) e senza troppe pretese.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    12/09/2020 07:44:26

    Serpent&Dove è un romanzo fantasy che nei tempi di prevendita è stato eccessivamente esaltato da molti recensori, i quali (probabilmente) hanno preferito non curarsi delle sue importanti mancanze stilistiche e costruttive. La lettura nel complesso si è rivelata piacevole, tuttavia non è assolutamente niente di più. La caratterizzazione dei personaggi è quasi scadente, così come la loro introspezione. Le vicende, proprio a causa dell'epoca storica in cui è ambientato il romanzo, sono spesso poco coerenti ed improbabili. Di certo la relazione tra i due protagonisti intrattiene il lettore, così come le vicende della narrazione...eppure non mi sento di definirlo un buon libro. Lo consiglio tuttavia a chi vuole dedicarsi ad una lettura fantasy movimentata, interessante, piacevole e leggera.

    Leggi di più Riduci