Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

I sette miti della conquista spagnola - Matthew Restall,Giusto Traina,Sandro Ossola - ebook

I sette miti della conquista spagnola

Matthew Restall

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: Sandro Ossola
Curatore: Giusto Traina
Editore: 21 Editore
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 1,18 MB
Pagine della versione a stampa: 254 p.
  • EAN: 9788899470159
Salvato in 3 liste dei desideri

€ 6,99

Punti Premium: 1

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Chi erano i conquistadores e come riuscirono, in breve tempo, a sottomettere gran parte del continente americano? Le risposte a questa e ad altre domande cruciali sulla colonizzazione spagnola delle Americhe sono state spesso manipolate fino a creare delle false leggende, utili soltanto a giusti- care l'egemonia spagnola nel Nuovo Mondo. Lo storico Matthew Restall ha indagato a fondo l'argomento e individuato sette miti, sette false credenze sulla colonizzazione spagnola delle Americhe. Dal 'mito degli uomini eccezionali', la falsa convinzione che la conquista spagnola sia frutto unicamente dell'abilità di alcuni leader come Colombo, Cortés e Pizarro, al 'mito del conquistatore bianco', l'idea che la sottomissione degli indios sia stata opera di un piccolo gruppo di spagnoli bianchi, Restall indaga e demolisce i sette miti della conquista spagnola in altrettanti capitoli dedicati a ciascuno di essi.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

5
di 5
Totale 1
5
1
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Vladimiro

    19/09/2019 14:55:53

    Libro eccezionale perchè condensa in poche pagine tantissime cose. L'approccio è quello giusto: è una storia dei vari modi con cui la conquista delle Americhe è stata raccontata. I conquistadores non erano soldati ma imprenditori privati e armati; la conquista non fu pressoché mai completa (sia in senso territoriale che culturale) e tantomeno rapida; il contributo degli indios stessi e degli schiavi africani fu volutamente sottovalutato; il mito dei grandi uomini (Colombo, Cortes, Pizarro) fu anch'esso largamente costruito a tavolino (così nacque il mito moderno della terra piatta, quando in realtà era Colombo a sbagliare i calcoli sul raggio della Terra e non i dottori dell'università di Salamanca). Mi ha convinto solo di meno nell'ultimo capitolo, quando si analizza il mito della "superiorità" spagnola e occidentale sugli Indios. Se l'uso di questo mito per stabilire la superiorità razziale di un popolo sugli altri è sbagliato, non si può tuttavia arrivare a ridimensionare il puro fatto storico che furono gli occidentali ad andare in America e non viceversa e ad avere armi nettamente più efficienti (più che cavalli e archibugi, le spade d'acciaio). Possiamo non chiamarla superiorità per evitare derive sgradite, tuttavia cambiare il nome non cambia la sostanza. A parte questo piccolo appunto, il libro rimane eccezionale. Si riscoprono un mucchio di cose che io (un po' digiuno di questo periodo storico, lo ammetto) ho trovato straordinarie: ad esempio il poema epico "Cantares Mexicanos" creato da Nahuatl, cioè dagli indios che aiutarono gli spagnoli. Dal loro punto di vista, la conquista spagnola non fu tale ma fu la loro ribellione contro il dominio azteco e fu quindi un periodo glorioso!

Note legali