Si svegliò legata - Daniela Marras - ebook

Si svegliò legata

Daniela Marras

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Zerounoundici
Formato: EPUB
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 770,24 KB
Pagine della versione a stampa: 128 p.
  • EAN: 9788893702140
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 2,99

Punti Premium: 3

Venduto e spedito da IBS

EBOOK
Aggiungi al carrello
Fai un regalo

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Giallo finalista al premio "1 Giallo x 1.000".
Una ragazza si sveglia legata a un letto. Il luogo in cui si trova potrebbe essere un ospedale ma non ne è sicura. Chi sono le persone che vi si trovano? Sono prigionieri? Malati? Folli? E chi è lei? Un giovane riesce a farla “evadere” e la porta lontano, ma sarà veramente in salvo? Meglio non svelare troppo… Un thriller? Un racconto distopico? Di fantascienza? Una proiezione onirica in un possibile futuro prossimo di alcuni aspetti della società di oggi? Chi legge porta il suo mondo nel mondo di chi scrive e chi scrive porta qualcosa del suo mondo nel mondo di chi legge.
A ciascun lettore quindi la sua lettura, diversa, del tutto personale e, si spera, piacevole di “Si svegliò legata”.
4
di 5
Totale 4
5
2
4
0
3
2
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Laura Vargiu

    05/03/2019 12:06:40

    Uno scenario inquietante, nel quale agiscono nell'ombra individui ignobili e senza scrupoli, fa da sfondo alla storia narrata in questo romanzo giallo dal sapore distopico che sembra essere ambientato in un futuro forse neanche troppo lontano dai nostri giorni. Senza dubbio, fin dall'incipit che riecheggia misterioso nello stesso titolo del libro (ed evoca in parte addirittura la prosa di Alda Merini in riferimento alla triste esperienza dell'internamento nell'ospedale psichiatrico), la trama cattura subito la curiosità del lettore e il tutto viene raccontato con uno stile sostenuto da una scrittura impeccabile e molto ben curata. Peccato però che, da un certo punto in poi, per l'esattezza a partire dalla fuga dal “posto” che si rivela essere tutt'altro che una semplice clinica, la narrazione si faccia affrettata, un po' precipitosa, deludendo in parte le aspettative che si erano create per via dell'ottimo inizio del romanzo e della sua giusta dose di suspense; lo stesso personaggio della giovane protagonista, di cui si conosce il nome soltanto alla fine, avrebbe meritato maggior approfondimento sotto diversi aspetti, così come quello di Mario. Comunque, nel complesso, una lettura piacevole e particolarmente scorrevole che, considerato il tema affrontato dall'autrice, suscita più di una seria riflessione.

  • User Icon

    Emerson Marlow

    02/09/2018 09:01:09

    Difficile commentare il romanzo senza svelare il mistero che verrà chiarito solo verso la fine. Si può dire, peraltro, che la storia si svolge in un futuro distopico. È pertanto improprio, a mio avviso, aver inserito il romanzo fra i gialli anziché nel genere fantascientifico sociale. Daniela Marras racconta in maniera molto scorrevole questa storia solo apparentemente semplice perché vi sono profonde implicazioni etiche. Nel romanzo si contrappongono due concezioni della vita e sta alla sensibilità del lettore valutare quale sia a suo parere il migliore. Lo stile di scrittura dell’autrice è semplice e si può dire rispecchi la mentalità della protagonista che prende gradualmente coscienza di se stessa e della realtà che la circonda quasi fosse nata nel momento in cui si sveglia e si ritrova legata al letto senza apparentemente motivo. L’atmosfera che Daniela Marras riesce a comunicare al lettore è quella dell’incertezza in cui vive il personaggio principale e le sensazioni che prova nel vedere e udire cose e persone, anche se talvolta le appaiono come dei deja vu. Il romanzo è piuttosto breve e si legge velocemente, data anche la scorrevolezza del modo di raccontare della autrice. Ciò che appare un po’ carente è la suspense e che non ci sia un vero finale, anche se ognuno potrà immaginarlo come preferisce.

  • User Icon

    Alessandro

    14/06/2018 09:19:56

    Racconto di fantascienza che si legge tutto d'un fiato. Velata critica al cinismo ed alla sete di potere, difetti della società attuale. Lettura piacevole.

  • User Icon

    Alessandro

    14/06/2018 09:13:13

    Racconto di fantascienza che si legge tutto d'un fiato. Velata critica al cinismo e alla sete di potere, difetti della società attuale. Lettura piacevole.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente
| Vedi di più >
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali