Siamo qui a cantar la Stéla

Supporto: CD Audio
Numero dischi: 1
Etichetta: Felmay
Data di pubblicazione: 17 novembre 2017
  • EAN: 0885016824921

€ 12,90

Venduto e spedito da IBS

13 punti Premium

Disponibile in 3 gg lavorativi

Quantità:
Descrizione

Il suono avvolgente delle cornamuse evoca immediatamente lo spirito e l’atmosfera del Natale. I repertori tradizionali legati a questo periodo dell’anno hanno ampia diffusione in tutta Europa e vengono ben esemplificati in questo album che prende il titolo da una canzone di questua natalizia del Veneto e dallo spettacolo che il gruppo propone nel periodo natalizio. Siamo qui a cantar la Stéla si apre con una suite strumentale del Bourbonnais francese, brani raccolti a fine ‘800 che facevano parte del repertorio dei ragazzi che giravano di casa in casa per la questua nel periodo dell’Avvento, tematica che li accomuna ai due brani italiani presenti nel cd: Siamo qui a cantar la Stéla , un canto del rito della Stella in provincia di Vicenza, e Piva, piva che veniva suonato in Lombardia dai suonatori di “baghet”, la cornamusa delle valli bergamasche. Anche gli altri noël del cd sono legati alla questua natalizia, i loro testi si trovavano nelle Bibles des Noëls, pubblicazioni diffuse in Francia a partire dal XV secolo con testi da cantare su arie popolari e utilizzate dai cantori per raccogliere cibo, legna per il camino e qualche moneta. Le due carol inglesi presenti nel cd sono See amid the winter’s snow, inno sacro composto alla fine dell’800, e Halsway Carol, dedicata al solstizio d’inverno, composta nel 2011 da Nigel Eaton, famoso ghirondista già componente di Blowzabella e collaboratore di Jimmy Page & Robert Plant e Peter Gabriel. Chiude il cd Zapovedi Blazenstv (The Beatitudes), del compositore russo Vladimir Martynov, (sono le nove Beatitudini del Vangelo secondo Matteo), all’origine scritto per coro ma che si adatta benissimo ad essere eseguito con le cornamuse del centro Francia.
La Piccola Banda di Cornamuse nasce nel 2012 attorno ad uno strumento musicale che ha visto una rinascita che va oltre i confini della sua regione di appartenenza ed una diffusione a livello europeo in costante crescita: la “musette”, cornamusa del centro Francia. Al contrario della “Highland Bagpipe” (la cornamusa scozzese), la “musette” non ha una tradizione bandistica, tanto meno militare, ma si presta maggiormente ad arrangiamenti in polifonia grazie alle differenti taglie di questo strumento. La Piccola Banda di Cornamuse, composta da una decina di musicisti provenienti dal nord-ovest d’Italia e dal Canton Ticino (Svizzera), è su questo gioco polifonico che basa il suo sound in un repertorio che spazia da quello specifico delle cornamuse del centro Francia a musiche della tradizione scandinava, italiana e inglese, integrato da composizioni originali per “musette” e adattamenti di brani provenienti da altri mondi musicali. In Siamo qui a cantar la Stéla le polifonie delle cornamuse vengono impreziosite dalla voce di Caterina Sangineto, dall’ulteriore apporto delle armonie di Marc Novara all’organo da chiesa e Hammond, dall’inserimento di altri strumenti popolari quali ocarine, flauti e chalumeau, e sintetizzatori suonati da un Sequencer.

Disco 1
  • 1 La Passion / Les trois anges
  • 2 See amid the winter’s snow
  • 3 Celébrons la naissance
  • 4 Halsway Carol
  • 5 Nous sommes trois souverains princes
  • 6 Siamo qui a cantar la Stéla
  • 7 Piva, piva
  • 8 Le petit Jésus est né / Noël nouvelet
  • 9 Zapovedi Blaz enstv (The Beatitudes)