Il sigillo dei traditori

Steve Berry

Traduttore: A. Storti
Editore: TEA
Collana: Best TEA
Anno edizione: 2015
Formato: Tascabile
In commercio dal: 8 luglio 2015
Pagine: 463 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788850240500
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con Carta del Docente e 18App

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 5,86

€ 6,90

Risparmi € 1,04 (15%)

Venduto e spedito da IBS

6 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Cosa ne pensi di questo prodotto?
PER TE 5€ DI BUONO ACQUISTO
con la promo Scrivi 5 recensioni valida fino al 23/09/2018
Scopri di più
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Giuseppe Florio

    08/09/2015 19:33:18

    L'ex agente del Dipartimento di Giustizia americano Cotton Malone, attualmente libraio a Copenaghen, viene richiamato a New York per salvare la vita del presidente degli Stati Uniti. A preparare l'attentato, un'associazione piratesca nata centosettanta anni prima, agli albori della nascita della nazione, il Commonwealth. In due pagine della Costituzione americana, è esplicitamente legittimata l'attività dei corsari, tramite le cosiddette lettere di corsa, con cui i predoni possono attaccare e depredare le navi nemiche del loro paese. In seguito all'attentato del 1835 al presidente Richard Lawrence, questo decide di far sparire tali pagine dal libro della Costituzione, per vendicarsi contro i cospiratori di sua conoscenza. Stephanie Nelle, ex capo di Malone, viene rapita da uno dei comandanti del Commonwealth, Quentin Hale. Cotton si trova così invischiato in una contesa tra le varie agenzie d'intelligence americane, perseguitato inoltre da un suo ex collega, Jonathan Wyatt, tornato in campo per vendicarsi di una vecchia faccenda. In un vortice di intrighi dall'intreccio complesso, Steve Berry ha architettato un romanzo che spazia dallo storico-avventuroso allo spionaggio, lasciando inoltre al lettore la carica di suspense che è propria del thriller. Una buona trama da cui si può apprendere una bella fetta di storia dei pirati, scritta con un linguaggio semplice, e dall'architettura scorrevole. I capitoli brevi permettono di terminare velocemente la lettura, anche se in alcuni tratti un po' confusionaria, data l'implicazione delle molteplici parti in gioco. Tuttavia l'autore si serve di una serie di personaggi gradevoli, compreso l'antagonista principale che rivela ad un tratto un'inaspettata brutalità. Il primo libro di Steve Berry che leggo, ed a mio avviso una lettura passabile. Un romanzo per passare qualche pomeriggio in pensieri avventurosi. Gradevoli infine i commenti dell'autore, in cui viene dettagliatamente spiegato cosa è realtà e cosa immaginazione.

  • User Icon

    SteamBoy

    03/01/2014 15:58:46

    Non sono molto generoso con questo libro perchè purtroppo, a parer mio, è un ulteriore passo indietro rispetto ai promettenti esordi di Steve Berry. Troppi personaggi, capitoli troppo brevi e narrati da troppi punti di vista, sparatorie tante ma vero intrigo ben poco. Viene meno anche la consueta ricerca di antichi cimeli storici che da sempre caratterizza i romanzi di Berry, ma che invece stavolta è soltanto un flebile pretesto. La scena inoltre è dominata da personaggi che se non sono squallidi o insopportabili hanno comunque poco o nulla di affascinante (Cassiopea Vitt in primis), mentre l'unico vero punto di forza della storia, il vecchio caro indistruttibile Cotton Malone si ritrova a comparire qua e là ripetendo frasi già sentite. Può piacere sicuramente se siete alla ricerca di un thriller di stampo tradizionale fatto di servizi segreti, vecchi rancori, attentati e spie doppiogiochiste, ma da Steve Berry continuo ad aspettarmi di più.

  • User Icon

    Steve

    16/11/2012 16:43:24

    Un buon romanzo, solido, che si legge piacevolmente. Ogni tanto sovrabbondano i nomi dei servizi segreti e qualche ingranaggio della storia sembra troppo tirato, ma Berry è ancora una volta una garanzia.

  • User Icon

    annalisa

    31/10/2012 13:59:51

    un Berry sotto tono....avventura che non avvince...si legge solo per le credenziali dell'autore...non lo consiglio

  • User Icon

    ezio

    10/10/2012 10:58:20

    Non mi piacciono i romanzi che hanno sempre gli stessi protagonisti ma per Berry ho sempre fatto una eccezione. Non sono cosi' caustico come i commenti precedenti ma, a parte la solita lettura scorrevole, sono mancati i soliti risvolti storici (forse perchè si parlava di storia americana solamente) e la suspence. E' forse tempo di chiudere con Malone, caro Steve?

  • User Icon

    Marco T.

    05/10/2012 22:52:33

    La CIA la NSA la NIA l'FBI la Sezione Magellano ...ci mancava solo Alan Ford e il gruppo TNT, che confusione e che squallore per non dire (passatemi il termine) che palle!!!!!!! Ma dove è finito Steve Berry? Dopo i primi sei eccellenti romanzi già con "Il tesoro dell'Imperatore" e "L'Esercito Fantasma" gli standard si erano notevolmente abbassati, non vorrei che all'autore siano finite le geniali intuizioni che ci avevano appassionato sarebbe un vero peccato. Questo romanzo è veramente inutile, proprio niente che ti avvinca o che ti faccia divorare le pagine, dopo le prime cinquanta volevo chiuderlo definitivamente, mi sono violentato per finirlo e........chi è causa del suo mal pianga se stesso. Sconsigliatissimo

  • User Icon

    Irina82

    01/10/2012 19:30:34

    Che delusione! Ho letto tutto di Berry ed ero entusiasta di iniziare una nuova avventura con Cotton Malone! Il libro si fa leggere ma non mi ha per niente coinvolto. L'ho trovato piuttosto scontato e prevedibile. Niente colpi di scena e suspanse. Peccato... Uno Steve Berry decisamente sotto tono.

Vedi tutte le 7 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione