Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

I signori del pianeta. La ricerca delle origini dell'uomo - Ian Tattersall - copertina

I signori del pianeta. La ricerca delle origini dell'uomo

Ian Tattersall

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: Allegra Panini
Editore: Codice
Collana: Le Scienze
Anno edizione: 2019
In commercio dal: 23 gennaio 2019
Pagine: 295 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788875787745

23° nella classifica Bestseller di IBS Libri Scienze, geografia, ambiente - Biologia, scienze della vita - Biologia umana

Salvato in 34 liste dei desideri

€ 23,00

Venduto e spedito da Libreria Bortoloso

Solo una copia disponibile

+ 5,49 € Spese di spedizione

Quantità:
LIBRO
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Il viaggio, iniziato circa sessantamila anni fa da un remoto angolo dell'attuale Etiopia, che ha portato uno sparuto gruppo di Homo Sapiens a colonizzare l'intero pianeta, è la prima, emozionante narrazione della storia dell'uomo: il momento fondativo in cui tutto è cominciato. Quella dei nostri antenati non è stata però un'avanzata solitaria e lineare, bensì una lunga convivenza - in certi casi una competizione - con le altre specie di ominidi che già popolavano i continenti milioni di anni prima della comparsa del genere Homo; l'approdo tutt'altro che scontato di un percorso evolutivo difficile e articolato. Poi, nel giro di poche decine di migliaia di anni, qualcosa è successo; qualcosa di potente, così potente, inaspettato e rivoluzionario da permettere a Homo Sapiens di rimanere unica specie umana sopravvissuta, rendendoci così, davvero, "I signori del pianeta".
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

2
di 5
Totale 1
5
0
4
0
3
0
2
1
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Gianni F

    31/07/2013 14:18:55

    Ci sono diverse cose che mi hanno irritato in questo libro: la prima, quella di abbracciare le inutili teorie di Eldredge e Gould, cioè gli equilibri punteggiati e l'exattamento. Il primo è un edificio ipotetico che non è supportato da prove ma è accettato dagli estranei alla biologia come appunto certi paleontologi, il secondo è la stessa cosa del preadattamento darwiniano. C'è poi un grave fraintendimento tra i fan degli equilibri punteggiati, cioè che il termine "graduale" significhi "costante" e/o "lento". Sbagliato, graduale si riferisce a una serie di mutazioni che fanno piccoli passi graduali, ma l'evoluzione darwiniana può accelerare o rallentare e, nel caso vada molto veloce, può somigliare a degli equilibri punteggiati. Ora, l'autore afferma che i passaggi ad Ergaster e a Sapiens erano troppo rivoluzionari per essere dovuti a evoluzione "graduale" e che quindi c'è stato un salto di tipo punteggiato a queste due specie, indicato dal fatto che non ci sono fossili intermedi. Cioè è come se Tattersall dicesse: "colleghi paleontologi, smettete di cercare fossili intermedi, vi dico che c'è stato un salto evolutivo direttamente a queste due specie, perché perdere tempo?". Un'interessante visione della scienza, non c'è che dire. Fra le pagine di questo libro vi è inoltre un attacco a Mayr che a suo dire avrebbe intimidito i poveri paleontologi e che li avrebbe intimati a credere che l'evoluzione dell'uomo fosse una lineare sequenza di specie che ne sostituiscono altre e non un cespuglio dove diverse specie di ominidi abbiano convissuto assieme (e non vi è niente di scandaloso in sé, persino un darwinista come me non alza il sopracciglio). Detto questo e facendo attenzione a queste gravi storture, il libro è leggibile e ha il vantaggio di essere molto recente, anche se la scrittura non è appassionante, inoltre avrei voluto immagini più pertinenti e attinenti alla fisiologia, alla genetica e alle migrazioni dei nostri antenati.

  • Ian Tattersall Cover

    È un antropologo statunitense, curatore del dipartimento di antropologia dell'American Museum of Natural History di New York e un’autorità a livello mondiale nel campo della documentazione fossile umana. Tattersall è cresciuto in Africa orientale. Ha studiato archeologia e antropologia presso l'Università di Cambridge e geologia e paleontologia dei vertebrati presso l'Università di Yale. È stato docente presso la New School for Social Research, presso la City University di New York e alla Columbia University. È fondatore della Hall of Human Biology and Evolution dell'American Museum.Il suo recente Becoming Human ha vinto il prestigioso premio W. W. Howells dell'American Anthropologican Association.Tra i vari, in Italia ha pubblicato... Approfondisci
Note legali