Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Oscar Mondadori -20%
Salvato in 323 liste dei desideri
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Il silenzio
13,30 € 14,00 €
LIBRO
Venditore: IBS
+130 punti Effe
-5% 14,00 € 13,30 €
disp. immediata disp. immediata
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
13,30 €
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
La Leoniana
13,33 € + 3,80 € Spedizione
disponibile in 3 gg lavorativi disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
Antica Libreria Goggia
14,00 € + 5,00 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Libreria Nani
13,30 € + 5,95 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Libreria Nani
13,30 € + 5,95 € Spedizione
disponibile in 3 gg lavorativi disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
Multiservices
14,00 € + 5,50 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Bookbay Book Store
14,00 € + 5,90 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Nani
14,00 € + 5,95 € Spedizione
disponibile in 3 gg lavorativi disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria La Cometa
14,00 € + 6,90 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
IL PAPIRO
14,00 € + 7,00 € Spedizione
disponibile in 2 gg lavorativi disponibile in 2 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libraccio
7,56 € Spedizione gratuita
Usato
Aggiungi al carrello
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
13,30 €
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
La Leoniana
13,33 € + 3,80 € Spedizione
disponibile in 3 gg lavorativi disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
Antica Libreria Goggia
14,00 € + 5,00 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Libreria Nani
13,30 € + 5,95 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Libreria Nani
13,30 € + 5,95 € Spedizione
disponibile in 3 gg lavorativi disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
Multiservices
14,00 € + 5,50 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Bookbay Book Store
14,00 € + 5,90 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Nani
14,00 € + 5,95 € Spedizione
disponibile in 3 gg lavorativi disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria La Cometa
14,00 € + 6,90 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
IL PAPIRO
14,00 € + 7,00 € Spedizione
disponibile in 2 gg lavorativi disponibile in 2 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Libraccio
7,56 € Spedizione gratuita
Usato
Aggiungi al carrello
Chiudi
Il silenzio - Don DeLillo - copertina
Chiudi

Descrizione


All'improvviso, non annunciato, misterioso: il silenzio. La tecnologia digitale ammutolisce. Internet tace. Tutti gli schermi diventano neri. Don DeLillo ha disegnato la mappa per muoversi in questa nostra nuova era oscura.

«La sua capacità di raccontare le emozioni del tempo presente è unica. DeLillo è un genio»The New York Times

Manhattan, 2022. Una coppia è in volo verso New York, di ritorno dalla loro prima vacanza dopo la pandemia. In città, in un appartamento nell'East Side, li aspettano tre loro amici per guardare tutti insieme il Super Bowl: una professoressa di fisica in pensione, suo marito e un suo ex studente geniale e visionario. Una scena come tante, un quadro di ritrovata normalità. Poi, all'improvviso, non annunciato, misterioso: il silenzio. Tutta la tecnologia digitale ammutolisce. Internet tace. I tweet, i post, i bot spariscono. Gli schermi, tutti gli schermi, che come fantasmi ci circondano ogni momento della nostra esistenza, diventano neri. Le luci si spengono, un black-out avvolge nelle tenebre la città (o il mondo intero? Del resto come fare a saperlo?) L'aereo è costretto a un atterraggio di fortuna. E addio Super Bowl. Cosa sta succedendo? È l'inizio di una guerra, o la prima ondata di un attacco terroristico? Un incidente? O è il collasso della tecnologia su se stessa, sotto il proprio tirannico peso? È l'apparizione di un buco nero, l'aprirsi di una piega dello spazio e del tempo in cui le nostre vite scivolano inesorabilmente? Di certo c'è questo: era dai tempi di Rumore bianco che Don DeLillo non ci ricordava con tanta accecante precisione che viviamo, disperati e felici, in un mondo delilliano.

Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2021
25 febbraio 2021
112 p., Rilegato
9788806248413

Valutazioni e recensioni

3/5
Recensioni: 3/5
(35)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(9)
4
(5)
3
(6)
2
(7)
1
(8)
Sandro G 74
Recensioni: 4/5

Un romanzo breve forse profetico, de lillo cerca di osservare a fondo, oltre, al di la del punto di rottura di questa nostra societá che si regge su sottili e precarie fondamenta, che potrebbero frantumarsi da un momento all'altro. Immaginiamo sgomento e smarrimento, e perchè no, perdita d'identità riflessa in effimeri dispositivi tecnologici, dove gli uomini sembrano riversar dentro la loro stessa anima. In questa finzione letteraria si potrebbe celare davvero il Grande Reset, il punto di non ritorno che ci costringerebbe davvero ad azzerare tutte queste illusioni di contenere il mondo intero nelle nostre mani in un solo click, e magari sperare di riottenere tutto quello che non ci siamo accorti di perdere. Tornare forse ad essere veramente collegati nella nostra essenza con tutto quello che ci circonda e non solo psichicamente, proprio perchè chi ha pensato e realizzato la rete internet, conosceva benissimo il concetto esoterico di Anima del mondo, di memoria, spirito, coscienza collettiva dei regni organici e inorganici, concetto trasposto in chiave tecnologica che svilisce il valore sapienziale e spirituale di un tipo di conoscenza antichissima e di valore inestimabile.

Leggi di più Leggi di meno
Alberto
Recensioni: 4/5
Attuale

Un libro molto attuale, dove la guerra oltre che fisicamente si può combattere anche a livello psichico. Un black-out generale che può portare alla riflessione su cose che magari possono apparire evidenti ma che in un fiat diventano irraggiungibili. Ed è lì che l'uomo riesce a trovare nuove risorse per risollevarsi e andare avanti, per combattere quel silenzio che da un momento all'altro potrebbe cadere su di noi. Un resoconto disordinato ma allo stesso tempo ordinato e che diventa molto attuale ai giorni nostri.

Leggi di più Leggi di meno
@bloggingwithmissb
Recensioni: 2/5

Un aspetto singolare che caratterizza questo breve romanzo è accaduto ancor prima che venisse stampato. Don Delillo lo consegna la suo editore a poche settimane dalla paralisi che avrebbe poi fermato il mondo intero, la pandemia del Corona virus. Con un tempismo quasi stupefacente, arriva nelle mani di un editore un racconto, in qualche forma distopico che preannuncia la fine dell’era tecnologica, un black out che spegne per sempre i collegamenti internet lasciando l’intero pianeta al buio. Le strade di svuotano, la gente resta a casa attonita, confusa, sconvolta e si scopre all’improvviso incapace a reagire, svuotata di ogni sentimento. Stiamo parlando del romanzo o dell’emergenza sanitaria che ci ha travolti? Ci sono analogie sorprendenti , e questa è forse l’unica chiave del racconto che ho preferito. La sua storia assume quasi un tono profetico, allarmante. E’ una narrazione difficile, che apparentemente non lascia nulla, sembra incompleta, inutile, vuota. E’ un autore che va sicuramente esplorato in altri suoi lavori per capirne appieno il significato, il rischio , certo, è che il lettore si aspetti di più, uno sviluppo della trama più esteso, una conclusione che assolutamente non c’è. «La gente ricomincia a farsi vedere nelle strade, con una certa cautela all’inizio, e poi sulla scia di un senso di liberazione, tutti camminano, guardano, s’interrogano, donne e uomini, drappelli casuali di adolescenti, tutti che si accompagnano vicendevolmente mentre attraversano l’insonnia di massa di questo tempo inaudito. E non è strano il fatto che sembrino aver accettato questa sospensione, questo guasto? Forse è qualcosa che hanno sempre desiderato a livello subliminale, subatomico?» Ditemi voi se non vi riconoscete in questo quadro, se non ci siamo sentiti spersi ma sollevati dal tempo sospeso che questa pandemia ci ha regalato… dall’improvviso arresto del pianeta che ci ha lasciati attoniti, smarriti ma ci ha fatto riprender fiato. In silenzio.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

3/5
Recensioni: 3/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(9)
4
(5)
3
(6)
2
(7)
1
(8)

Voce della critica

L’espressione “libro più atteso” è talmente abusata da essere svuotata di ogni valore, non importa se si parla del più atteso del mese, della stagione o dell’anno: il lettore avveduto tenderà a saltarla prima ancora di lasciarla approdare nel suo campo cognitivo. Si tratta di uno svuotamento tale da rendere necessario questo stesso preambolo, così da far capire che per una volta si parla sul serio.

Tutti i libri di DeLillo appartengono per definizione alla categoria di “libro più atteso”. Anche quando, come nel caso del Silenzio, il libro non è che un racconto, sebbene impaginato e impacchettato come un libro; qualcuno potrebbe dire “novella” ma la linearità è tale da escludere anche questo genere (ove, beninteso, DeLillo ha dato il meglio di sé: si veda alla voce Body art), sebbene il respiro sia maggiore di quello dei racconti dell’Angelo esmeralda. Si fa tuttavia presto a capire che la brevità, nel Silenzio, è funzionale agli scopi del testo – e lo è anche il suo “publishing”: questo racconto, che è il racconto di quando i dispositivi, le luci, gli oggetti, forse pure i mondi, si spengono, deve stare da solo, sospeso entro sé come un ultimo segnale destinato a stemperarsi nel vuoto. Altro non si può dire o la recensione viene più lunga del libro: basterà sapere che è un capolavoro. 

Recensione di Vanni Santoni

Leggi di più Leggi di meno

Conosci l'autore

Don DeLillo

1936, New York

Nato e cresciuto nel Bronx, allora abitato in gran parte da italoamericani, frequenta scuole cattoliche fino agli studi universitari; l'influenza degli studi cattolici traspare in molti dei suoi scritti e principalmente in Underworld (1997).Finiti gli studi, inizia a lavorare come pubblicitario e ad interessarsi di arte e musica, particolarmente al jazz e alla scrittura. Nel 1971 pubblica il suo primo romanzo, Americana, tradotto in italiano solo nel 2000. Nel 1972 pubblica End Zone e l’anno successivo Great Jones Street (tradotto in italiano nel 1997) che narra di un artista rock ritiratosi a vivere in un ambiente spoglio.Alla fine degli anni Settanta intraprende un lungo viaggio formativo in Medio Oriente e in India, successivamente si trasferisce in Grecia dove vive per tre anni e...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore