Sinfonia n.6 - Vinile LP di Ludwig van Beethoven,Bruno Walter,Chicago Symphony Orchestra

Sinfonia n.6

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Compositore: Ludwig van Beethoven
Direttore: Bruno Walter
Supporto: Vinile LP
Numero supporti: 1
Data di pubblicazione: 18 novembre 2015
  • EAN: 0753088007712
Salvato in 1 lista dei desideri
Ludwig van Beethoven (1770-1827): Sinfonia n. 6 in fa maggiore op. 68 Pastorale

Bruno Walter diede un contributo determinante a definire l’essenza dello stile interpretativo dei direttori d’orchestra. Questa interpretazione della Sesta Sinfonia di Beethoven è con ogni probabilità la più memorabile mai fissata su disco; in particolare, questa lettura possiede la stessa monumentalità di un testo letterario o poetico, fondendosi alla perfezione con la musica e creando quella che a distanza di oltre mezzo secolo dalla sua realizzazione continua a essere considerata una delle versioni di assoluto riferimento del capolavoro beethoveniano. Ancora una volta, la Analogue Productions propone una vera chicca per gli audiofili con la prima rimasterizzazione di questo famosissimo disco. Rimasterizzato da Ryan Smith presso lo Sterling Sound a partire dai nastri analogici originali, questo disco sprizza letteralmente qualità da tutti i pori. Composta nel 1808, la Sinfonia n. 6 in fa maggiore op. 68 “Pastorale” è una delle opere più emblematiche di Beethoven. A differenza della maggior parte dei titoli programmatici che vennero dati ai suoi lavori, il compositore di Bonn stabilì fin dall’inizio che il titolo di quest’opera fosse “Sinfonia Pastorale”, per via dei suoi temi che si richiamano in maniera evidente alla vita e ai paesaggi agresti. In particolare, Beethoven fu ispirato da un approccio musicale agli elementi della natura. Nell’ultima fase della sua carriera Bruno Walter realizzò diverse registrazioni stereofoniche con la Columbia Symphony Orchestra, una formazione di musicisti professionisti messa insieme dalla Columbia Records per finalità esclusivamente discografiche. Pubblicato per la prima volta nel 1958, questo disco sfoggia ancora sonorità sorprendentemente fresche, con un palcoscenico sonoro estremamente ampio, una apprezzabile profondità, una grande presenza e una meravigliosa luminosità. Questi pregi trovano spiegazione anche nella vibrante e fluida interpretazione di Walter, che tiene in debito conto la variabilità dei tempi e dell’accentuazione, dando vita a una delle più ispirate e appassionanti versioni della Sesta Sinfonia di Beethoven mai pubblicate su disco.
  • Ludwig van Beethoven Cover

    Compositore tedesco. La formazione musicale e culturale. Dei suoi antenati, contadini fiamminghi, si hanno notizie che risalgono al sec. xvi; il nonno Ludwig, forse il primo musicista della famiglia, aveva lasciato nel 1731 la terra d'origine per stabilirsi a Bonn come strumentista della cappella arcivescovile; anche il figlio di lui, Johann (il padre di B.), fu stipendiato come tenore nella stessa cappella. Le ristrettezze economiche e i disordini psicologici di Johann, che finì alcoolizzato nel 1792, segnarono l'infanzia di B. Dopo un tentativo del padre di lanciarlo come ragazzo prodigio (tentativo che fallì), egli iniziò la sua vera e propria educazione musicale sotto la guida di C.G. Neefe, un seguace dello stile «sentimentale» di Ph.E. Bach, che gli aprì... Approfondisci
  • Bruno Walter Cover

    Pseud. di B. Walter Schlesinger. Direttore d'orchestra tedesco. Dal 1901 fino alla scoppio della seconda guerra mondiale fu attivo in Austria e in Germania: alla Hofoper di Vienna, come assistente e poi successore di Mahler (1901-12), all'Opera di Monaco (1913-22), alla Städtische Oper di Berlino (1925-29), al Gewandhaus di Lipsia (1929-33). Espulso dalla Germania nel 1933 in quanto ebreo, assunse a Vienna la direzione artistica dell'Opera di Stato. Con l'annessione dell'Austria al iii Reich si rifugiò a Parigi e nel 1939 emigrò negli Stati Uniti, dove ottenne la cittadinanza e diresse regolarmente al Metropolitan; nel 1947-49 guidò la Filarmonica di New York. Fu un grande interprete di Mozart, dei romantici tedeschi (Schumann, Brahms, Bruckner) e naturalmente di Mahler, del quale diresse... Approfondisci
  • Chicago Symphony Orchestra Cover

    Costituita a Chicago nel 1891 sotto la direzione di Theodore Thomas, con una propria sede stabile dal 1904, venne a lungo diretta (1905-42) da Frederick Stock, già assistente di Thomas, al cui nome fu per qualche tempo intitolata (1906-12). Dopo Stock si succedettero sul podio, come direttori principali, D. Defauw (1943-47), R. Kubelik (1950-53), Fritz Reiner (1953-63) che ne intensificò l'attività discografica, J. Martinon (1963-68), quindi Georg Solti (dal 1969 al 1990), sotto il quale l'orchestra raggiunse il suo apice artistico, con numerose tourneés all'estero e incisioni discografiche (fra cui le sinfonie di Mahler). Nel 1991 la direzione è stata assunta da D. Barenboim. Approfondisci
Note legali