Sinfonie londinesi n.93-104 - CD Audio di Franz Joseph Haydn

Sinfonie londinesi n.93-104

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Compositore: Franz Joseph Haydn
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 5
Etichetta: Brilliant Classics
Data di pubblicazione: 7 giugno 2013
  • EAN: 5028421946016
Salvato in 1 lista dei desideri
Registrazioni effettuate tra il 1987 e il 1989
Tra le opere più famose di Franz Joseph Haydn spiccano le Sinfonie Londinesi, dodici lavori di straordinaria bellezza composti dal grande compositore di Rohrau tra il 1781 e il 1795 nel corso di due lunghi soggiorni nella capitale inglese. Giunto all’apice dei suoi ragguardevoli mezzi tecnici ed espressivi, Haydn presentò a un pubblico adorante una serie di capolavori comprendenti le sinfonie Rullo di timpano, Militare, Londra e La sorpresa, ma anche le opere prive di titolo sono modelli di perfezione sia sotto il profilo formale sia sotto quello contenutistico. Le brillanti interpretazioni della Austro-Hungarian Haydn Orchestra diretta da Adam Fischer sono tuttora considerate tra le più autorevoli referenze del mercato discografico, riuscendo a cogliere con impressionante immediatezza l’arguzia, la composta vitalità, l’equilibrio e la trasparenza che caratterizzano lo stile dell’ultima fase della parabola creativa di Haydn. Per finire, vale la pena di sottolineare che questa integrale è stata registrata nel famoso Palazzo di Esterháza di Eisenstadt, dove Haydn trascorse gran parte della sua vita a scrivere opere destinate a diventare immortali per il conte Nikolaus Esterházy.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Franz Joseph Haydn Cover

    Compositore austriaco.Le vicende biografiche. Iniziò lo studio della musica sotto la guida del cugino J.M. Franck; a sei anni conosceva già molti degli strumenti che si usavano in orchestra; a otto anni si trasferì a Vienna, essendo stato prescelto da G. Reutter quale ragazzo cantore per la cappella di S. Stefano. Qui proseguì gli studi di canto, di violino, di clavicembalo e di composizione, raggiungendo un tale grado di maestria che quando, giunto alla muta della voce, fu dimesso dal coro, era già in grado di affrontare la professione di musicista. Ogni tipo di attività musicale gli era congeniale: dava lezioni di clavicembalo, suonava il violino in orchestra, scriveva facili composizioni «alla moda», accompagnava strumentisti e cantanti. Proseguiva intanto gli studi di composizione, allievo,... Approfondisci
Note legali