Six Pianos - Keyboard Study n.1 - CD Audio di Steve Reich,Terry Riley

Six Pianos - Keyboard Study n.1

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Artisti: Steve Reich
Compositore: Terry Riley
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Film Recordings
Data di pubblicazione: 17 febbraio 2017
  • EAN: 4260038315415
Dopo l’eccezionale performance all’Art Brücken Festival 2016 alla Philarmonic Hall di Colonia, Gregor Schwellenbach, Hauschka, Erol Sarp (dei “Grandbrothers“), Daniel Brandt, Paul Frick (entrambi di “Brandt Brauer Frick“) e John Kameel Farah realizzano in studio la loro interpretazione di “Six Piano” di Steve Reich e di “Keyboard Study #1” di Terry Riley.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Steve Reich Cover

    Compositore statunitense. Dopo aver studiato musica e filosofia alla Cornell University di Ithaca e alla Juilliard School di New York, ebbe l'opportunità di perfezionarsi con Berio al Mills College in California. Appassionato di jazz, arte contemporanea e cinema, seguì attivamente gli esperimenti delle avanguardie a New York e a San Francisco; qui iniziò la sua carriera di compositore con It's Gonna Rain per nastro magnetico, dove una frase registrata veniva trattata con il procedimento del tape-loop. Successivi lavori strumentali sviluppavano tale procedimento, inserendo l'opera di R. nel movimento «minimalista» che si andava sviluppando negli anni '60 (f minimalismo). Con Drumming per sole percussioni (1971) le tecniche ripetitive venivano portate su un piano di superiore complessità, grazie... Approfondisci
  • Terry Riley Cover

    Compositore statunitense. Studioso di musica indiana (oltre al pianoforte e alla composizione, ha studiato tabla e tecniche raga), ha fatto parte del gruppo Fluxus ed è stato, con La Monte Young, l'iniziatore del minimalismo. Sin dagli anni '60 ha infatti sviluppato, prima su nastro (Mescalin Mix, 1963), poi su strumenti (The Keyboard Studies, per pianoforte amplificato, 1963; In C per un numero imprecisato di strumenti, 1964), un linguaggio di tipo modulare-additivo, basato sulla continua ripetizione di elementi in lenta e graduale trasformazione in una dimensione temporale estaticamente allargata. In seguito si è sempre più spesso dedicato all'improvvisazione, anche con strumenti elettronici e multimediali (Persian Surgery Dervishes per organo elettrico e feedback, 1970; Salome Dances per... Approfondisci
Note legali