Slow food. Storia di un'utopia possibile

Carlo Petrini,Gigi Padovani

Editore: Slow Food
Anno edizione: 2017
In commercio dal: 13 settembre 2017
Pagine: 352 p., ill. , Rilegato
  • EAN: 9788809849099
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 9,72
Descrizione
La biografia ufficiale del movimento internazionale Slow Food fondato da Carlo Petrini, uno dei ''50 uomini che potrebbero salvare il mondo'' secondo «The Guardian»

Questa grande storia ha portato a risultati straordinari: da Terra Madre Salone del Gusto che riunisce i produttori agricoli di ogni angolo del Pianeta alla consapevolezza diffusa della tutela della biodiversità, del futuro della Terra, dei valori della persona e di uno sviluppo sostenibile. La vita e l'azione di un uomo visionario, pragmatico, cosmopolita, gastronomo che con la sua squadra, partendo da un piccolo centro di provincia, Bra, è riuscito a trasformare Slow Food in una rete globale presente in 160 Paesi del mondo. Aneddoti e interviste a collaboratori, contadini, studenti o personaggi noti dell'industria alimentare: tanti compagni d'avventura. Le tappe e i protagonisti di una lunga rivoluzione culminata nella creazione di una struttura di eccellenza come l'Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo e tutti i possibili sviluppi di un movimento che ha profondamente influenzato la concezione moderna del cibo e della gastronomia.

€ 15,30

€ 18,00

Risparmi € 2,70 (15%)

Venduto e spedito da IBS

15 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Antonio Manzone

    04/09/2006 13:38:48

    Comprato per resistere alla noia di una nottata in traghetto questo scorrevole resoconto, dalle origini ad oggi, del movimento 'Slow Food' non mi ha solo entusiasmato sull'argomento e riempito di ammirazione per gli artefici della Slow Food Revolution ma mi ha rivelato nuovi contesti storico/sociali che avevo mancato e aggiunto parecchi tasselli al puzzle della mia generazione. Lo consiglio a tutti vivamente sia come manifesto filosofico che come analisi sociale - ma anche come un libro divertente, pieno di sorprese e di grande ispirazione.

Scrivi una recensione