Categorie

Alexander Lernet-Holenia

Traduttore: E. Dell'Anna Ciancia
Editore: Adelphi
Anno edizione: 2006
Pagine: 175 p. , Brossura
  • EAN: 9788845920387
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati oppure usato:

La storia diventa lo scenario dell'irruzione delle forze del male in lotta contro le energie della redenzione e della luce che si contendono sia il dominio del mondo sia quello dell'anima. E il romanzo Un sogno in rosso nella stupenda traduzione di Elisabetta Dell'Anna Ciancia ripropone interamente tutto l'inventario ideologico e narrativo dell'autore viennese. Le malefiche forze oscure sono simbolicamente collocate nella geopolitica sacra di Lernet-Holenia in un'Asia remota lontana e arcaica terra incognita di stregoneria e diavolerie inaudite unica causa della rivoluzione comunista e di tutte le sciagure della modernità oltre che della rovina del povero e simpatico protagonista del romanzo il conte Adam Chlodowski. Il fascino delle narrazioni di Lernet-Holenia che si avvera anche in questa sua prova del 1938 consiste nella rievocazione di quella Mitteleuropa postabsburgica in quelle lande degli ultimi nobili latifondisti alla vigilia della loro definitiva scomparsa provocata ovviamente dalle forze del male sempre in agguato con le loro tenebrose trame che s'intrecciano meravigliosamente con i destini degli umani. La scrittura sollevata dalla contemporaneità resta come per incanto sospesa fra intrattenimento di un aristocratico causeur e la filosofia di un autentico raffinatissimo ideologo della rivoluzione conservatrice degno discepolo di Hofmannsthal.
Marino Freschi

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    LEON

    23/05/2016 23.33.24

    Un autore troppo poco conosciuto, ma che ha saputo come pochi raccontare quello che ormai e'divenuto un vero mito culturale come la "mittleeuropa". Un libro evocativo, geniale. Il male e il bene come semplici spettatori? o come protagonisti? Ognuno di noi puo' rispondere anche leggendo "un sogno in rosso". Grazie Adelphi!

  • User Icon

    Adriano

    04/01/2012 15.17.25

    Intreccio che rapisce e si dipana coinvolgendo nella lettura, pagina dopo pagina. Onirico e fantastico accompagnano anche le descrizioni più realistiche, in più ci si accorge che il racconto di una divinazione passata(la Rivoluzione Russa) diventa divinazione dell'immediato futuro, ovvero dell'Anticristo hitleriano che avanza. Da un autore, conservatore e a tratti "reazionario" si sarebbe detto un tempo, ci giunge un lucido e chiaro monito, forse una sentenza, e una profezia che riesce ancora a colpire e nello stesso tempo a stupire.

  • User Icon

    Lucia

    13/06/2011 14.52.51

    Breve romanzo veramente godibile. A parte la difficoltà dei nomi russi, cinesi, mongoli ecc., si legge che è un piacere. Il tema, che si basa sulla teoria della sincronicità, risulta affascinante. Si tratta di una predizione che inevitabilmente si avvera...perchè alle volte andiamo incontro al nostro destino proprio sulla strada intrapresa per evitarlo. Da leggere.

Scrivi una recensione