Il sole è anche una stella - Nicola Yoon - copertina

Il sole è anche una stella

Nicola Yoon

Scrivi una recensione
Collana: Pandora
Anno edizione: 2018
Pagine: 348 p., Rilegato
  • EAN: 9788820063917
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 16,06

€ 18,90
(-15%)

Venduto e spedito da IBS

16 punti Premium

Quantità:
LIBRO

€ 10,21

€ 18,90

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

10 punti Premium

Garanzia Libraccio
Quantità:
LIBRO USATO

Altri venditori

Mostra tutti (5 offerte da 18,90 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Dopo il successo di Noi siamo tutto, il nuovo, emozionante romanzo di Nicola Yoon, che presto diventerà un film, come già accaduto allo straordinario romanzo d'esordio dell'autrice.

«C'è un'espressione giapponese che mi piace: "koi no yokan". Più che un colpo di fulmine vero e proprio, descrive un colpo di fulmine a scoppio ritardato. La sensazione che provi quando incontri la persona di cui finirai per innamorarti. Magari non sarà amore a prima vista, ma inevitabilmente ti innamorerai di lei. Proprio quello che mi sta accadendo adesso.»

Natasha non crede né al caso né al destino. E neppure ai sogni: non si avverano mai. Sua madre dice che le cose succedono per una ragione. Ma Natasha è diversa. Crede piuttosto nella scienza e nella relazione causa-effetto. Ogni azione conduce necessariamente a un'altra e così via. Sono le azioni di ognuno a determinare il destino. Per intenderci, non è il tipo di ragazza che incontra un ragazzo carino in un polveroso negozio di dischi a New York e s'innamora di lui. Eppure è quel che accade, proprio a dodici ore dall'essere rimpatriata in Giamaica insieme alla sua famiglia. Lui si chiama Daniel. È il figlio perfetto, studente modello e sempre all'altezza delle molte aspettative dei genitori. Quando è con Natasha, però, tutto è diverso. Qualcosa in lei gli suggerisce che il destino abbia in serbo un che di speciale - per entrambi. Ed è come se ogni momento della loro vita li avesse preparati solo per vivere questo meraviglioso, singolo istante.
3,67
di 5
Totale 3
5
1
4
1
3
0
2
1
1
0
  • User Icon

    moony

    07/03/2019 20:10:33

    Il libro narra la storia di Natasha, una ragazza giamaicana che cerca di non essere espatriata in quanto i suoi genitori sono immigrati. Lo stesso giorno però incontra Daniel, ragazzo coreano figli di immigrati in regola, che si innamora subito di Natasha tanto da decidere di farla innamorare di lei. Il romanzo è stato come un viaggio, mi è piaciuto molto soprattutto perchè non si centra solo sulla storia dei due ragazzi ma anche su altri personaggi di sfondo come i loro genitori. Lo stile è ben curato e il messaggio di fondo è molto significativo. La vicenda si svolge in un solo giorno il che è stato molto particolare in quanto l’autore in così poco tempo è riuscito a sviluppare una buona dinamica tra i due protagonisti. Bel libro lo consiglio.

  • User Icon

    Eugenia Giaimo

    19/09/2018 19:04:24

    Fortuna che l’ho letto sull'ereader e non ci ho speso un euro. 2 stelle solo perché non è scritto malissimo e ho apprezzato che i personaggi non fossero i soliti bei faccini americani con gli occhi azzurri e i capelli biondi. Anche l’idea poteva essere carina, ma è stata sviluppata molto male. Protagonista maschile senza il minimo spessore, caratterizzato solo in funzione degli altri personaggi. Finale telefonatissimo e secondo me pessimo.

  • User Icon

    Laura Z.

    21/03/2018 18:10:54

    Persuasa dal fatto che "Noi siamo tutto" mi era piaciuto tantissimo sia per originalità della trama, sia per lo stile di scrittura, mi sono accostata alla lettura di "Il sole è anche una stella" piena di buoni propositi, ma poco propensa a credere che l'autrice si sarebbe superata. E invece così è stato. Credo che questo sia uno degli young adult più belli che abbia mai letto e, da amante del genere quale sono, ne ho letti parecchi. Ho trovato particolare e al tempo stesso sorprendente la scelta narrativa di Nicola Yoon di basare un intero libro su una sola giornata durante la quale i due protagonisti si incontrano e si conoscono: trovavo l'idea paradossale e invece si è rivelata la mossa vincente che ha reso il romanzo unico e speciale. Ho apprezzato le tematiche importanti affrontate, ma anche la descrizione dei personaggi secondari o semplicemente di passaggio attraverso dei brevi capitoli a sé, come a volerci ricordare che la vita riguarda tutti e non solo noi che la viviamo in prima persona. Lo consiglio a tutti, lo si divora in poche ore per quanto è bello e ben scritto.

Ci sono libri su cui si nutrono grandi aspettative, ma che passano sul cuore come un battito di ciglia, lasciandoci senza graffi e solo con un lieve ricordo della loro presenza nelle nostre vite. E poi ci sono i libri che si leggono di getto e che, senza che ci sia spettasse nulla, ci regalano un mondo di emozioni indelebili dalla memoria, rendendo ci difficile rimpiazzarli, perché il vuoto della loro assenza è quasi incolmabile. Per me "Il sole è anche una stella" appartiene senza dubbio alla seconda categoria. Certo, da Nicola Yoon, dopo aver letto e adorato Noi siamo tutto avrei dovuto aspettarmelo, eppure proprio non avrei potuto immaginare la gioia che la lettura di questo suo libro mi avrebbe donato.
Prima di iniziarne la lettura, sapevo che Il sole è anche una stella mi sarebbe piaciuto, che mi avrebbe fatto sorridere, sospirare, anche commuovere. Ma l'ho accolto nella mia lista di letture come un bel romance YA tra tanti, nulla di più. Dopo aver sfogliato le prime pagine, però, ho capito di avere tra le mani qualcosa di diverso. Non un semplice contemporary romance, ma un romanzo intelligente, toccante, bello da impazzire, stratificato e ben congeniato, in cui nulla è lasciato al caso. Un libro divertente che sa anche bruciare, in cui si intrecciano tante piccole preziosissime storie e lezioni di vita, d'amore, di speranza, di forza d'animo.
Insomma, l'avrete capito: ho amato il romanzo di Nicola Yoon e questa sarà una recensione di quelle mie solite, in cui mi sciolgo nel tentativo di riassumere tutto l'amore che nutro nei confronti di un romanzo di cui, a conti fatti, avrei voluto essere l'autrice. Non vedo l'ora di poter posare gli occhi sul film che presto sarà tratto da esso!

Quello di Nicola Yoon non è un libro facile da recensire. In primo luogo perché di primo acchito potrebbe apparire come una storia d'amore adolescenziale americana tra tante, solo un po' più originale della media, visto che si svolge in un solo giorno. Infatti ho scelto di leggerlo per questo, aspettandomi nulla di più che una storia carina. E l'ho trovata. Il bello è, però, che ho trovato anche molto, molto più. Ho trovato una trama incredibilmente sfaccettata, ho trovato culture e tradizioni, ardimento e passione, presente e passato e tante, tantissime piccole sottotrame. Ho trovato una complessità unica eppure così semplice da poter parlare al cuore di tutti.
Prendiamo i protagonisti: lei, Natasha, è una diciassettenne tutta scienza e progetti concreti, a cui la vita ha riservato un rimpatrio forzato in Jamaica assieme alla sua famiglia. Lui, Daniel, è un diciassettenne coreano che vorrebbe fare il poeta laureato, con tanto di codino e taccuino degli appunti, che però è costretto dalla famiglia vecchio stampo a frequentare la facoltà di medicina.
Lei non crede nell'amore, lui invece si nutre di sogni. Nell'ultimo giorno in America di Natasha si incontrano. Entrambi stanno per rinunciare a qualcosa di molto importante per loro, ma grazie all'ostinazione di Daniel e a un esperimento del “New York Times” che dimostra come sia possibile innamorarsi in seguito a una serie di domande, assieme vivono momenti epici assieme, contro ogni aspettativa, limite, pregiudizio.
Nicola Yoon è riuscita a racchiudere in un solo giorno due vite che, a loro volta, collidono con quelle di tanti altri, offrendoci un mosaico incredibilmente variopinto, descritto dalle voci contrapposte di Daniel e Natasha. Il sole è anche una stella è un concentrato di dolcezza e struggimento, amarezza e sogni che volano fino al sole, poesia che stride con la dura realtà. In poche parole: un romanzo da leggere e sottolineare all'infinito.

Può un romanzo a due voci essere definito lirico? Immagino di sì, visto che Il sole è anche una stella non racconta solo le vicende che riguardano Daniel e Natasha. Per brevi eppure preziosissimi istanti sparsi tra i capitoli, infatti, Nicola Yoon ci apre una finestra e ci permette di sbirciare nelle esistenze dei personaggi secondari che i protagonisti incrociano. E così abbiamo la possibilità di assistere a quel miracolo che è la vita: un crocevia in cui tutti, in qualche modo, sono capaci di interagire con il destino del prossimo, proprio come accade a Daniel e Natasha e a tutti coloro che, in qualche modo, gli si muovono attorno. Ammetto di aver odiato e amato, a volte anche contemporaneamente, alcuni personaggi secondari, ma tutti, nessuno escluso, mi hanno lasciato qualcosa.
Ora, non chiedetemi come sia possibile avendoli conosciuti per un solo giorno, ma mi sento di conoscere più questi due che i protagonisti di serie infinite che ho letto e amato. I loro sono tra i migliori dialoghi che abbia letto ultimamente. La loro caratterizzazione è sensazionale, ricca, penetrante. Due identità diverse, opposte per cultura, origini e convinzioni, che assieme creano un mix esplosivo: non troppo dolce, né troppo aspro e con quel poco di sale che serve per rendere tutto più interessante. E non pensate, come ho fatto io, che questo sia un semplice romanzo d'amore. Si tratta di un libro sulla scienza e sui sentimenti, sulla famiglia e le sue radici, sulle vittorie e le chiuse, sugli addii e i silenzi che uccidono, sull'amore immaginato e quello vero. Ma, soprattutto, è un inno alla speranza. E non quella buonista, secondo cui tutto andrà sempre bene, ma quella che ti esorta a credere che, nonostante tutto, si potrà sempre ricominciare. Insomma, leggetelo. Subito, ora. E aspettiamo il film assieme!

Recensione di Glinda Izabel

  • Nicola Yoon Cover

    Nicola Yoon è cresciuta in Gamaica e a Brooklyn. È un ingegnere elettronico. Oggi vive in California, con il marito e la figlia. È proprio l'istinto protettivo derivatole dalla nascita di quest'ultima ad averle ispirato il suo libro d'esordio Everything, Everything (in italiano Noi siamo tutto, edito da Sperling & Kupfer nel 2017). Dal libro, il film omonimo del 2017. Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali