Solo una madre finta. Storia di un'adozione - B. D. - copertina

Solo una madre finta. Storia di un'adozione

B. D.

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Collana: Nuove voci
Anno edizione: 2014
Pagine: 188 p., Brossura
  • EAN: 9788856770933
Salvato in 1 lista dei desideri

€ 10,20

€ 13,90
(-27%)

Venduto e spedito da Libro di Faccia

+ 4,90 € Spese di spedizione

prodotto usato
Quantità:
LIBRO USATO
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

In questo libro viene raccontata la storia di un'adozione difficile. I due coniugi, gratificati da un matrimonio sereno, decidono di prendere una figlia per coronare completamente il loro amore. Purtroppo Bianca si rivelerà essere una ragazzina piena di problemi, incapace di accettare l'affetto che i nuovi genitori cercano di darle, per mille motivi: il suo turbolento passato, l'erroneo indottrinamento di una suora, il suo carattere impossibile e l'incapacità di psicologi e assistenti sociali di fornire un sostegno adeguato al nascente nucleo familiare.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,81
di 5
Totale 26
5
21
4
5
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    pao66

    06/07/2015 16:58:52

    Racconto molto diretto, onesto, senza abbellimenti. Carico di sentimenti forti sui quali domina un Amore allo stato puro, incondizionato, nonostante tutto. Nel lettore nasce inoltre l'esigenza di non fermarsi qui, di sapere oltre, quasi di essere rassicurato sul futuro di Bianca e quindi nasce spostaneo l'auspicio che l'autrice decida di scrivere ancora, perchè in fondo tutti noi che abbiamo letto con grande empatia il libro, "facciamo il tifo" per una madre e una figlia assolutamente vere.

  • User Icon

    Simona Pellegrino

    08/06/2015 18:11:36

    Storia veramente coinvolgente, triste, che induce a riflettere, discutere. Mi è piaciuto tanto questo libro che ho letto velocemente; non riuscivo più a smettere! Ho trovato interessante la descrizione del lavoro da insegnante, un lavoro svolto con tanto amore in una scuola all'avanguardia che, purtroppo, e' stata chiusa. Interessante la figura dello psicologo che consiglia le insegnanti, molto utili le figure della psicomotricista e della logopedista. Come sarebbe bello esistessero questi professionisti sempre presenti nelle nostre scuole! Sicuramente i bambini sarebbero più sereni e meno sofferenti. Mi è piaciuto leggere come sapevano ben interagire le colleghe di sostegno e di classe: ecco perché hanno saputo operare miracoli. Ho trovato molto triste questa storia di adozione e spero tanto che la piccola Bianca sia adesso una donna matura e responsabile. Credo che molti bambini adottati abbiano i suoi stessi problemi.

  • User Icon

    Marco62Passone

    17/05/2015 10:01:30

    E' un racconto ALLUCINANTE, SINCERO, ANGOSCIANTE anche se a volte non manca di lanciare un grido di SPERANZA. Solo chi ha sofferto veramente, chi ha lottato inutilmente può capire e condividere il messaggio L'autrice in piccole cose, passeggiate, chiacchiere con amiche sensibili e buone, amore verso gli animali é riuscita a non impazzire (anche se ha rasentato più volte la follia).

  • User Icon

    Mariella

    11/05/2015 15:54:02

    Libro bellissimo! Mio marito l'ha letto in un baleno (quando diversamente ci mette una vita a leggere libri!) Molto toccante. Un libro che fa meditare.

  • User Icon

    Paoletta

    30/03/2015 17:30:29

    Quanto aspetto la seconda parte di questo capolavoro! Bianca si sarà diplomata? Sarà diventata una donna responsabile ed onesta? Lo credo proprio, considerando la tenacia della madre. La donna le ha dato l'educazione giusta e per lei ha lottato tantissimo. Superati gli anni terribili, la ragazza capirà l'amore della madre e sarà contenta di averla avuta come esempio. Probabilmente, finalmente, l'amerà e rispetterà. Questa storia mi sembra reale, triste, sconcertante, cruda. Non ho mai letto un libro più chiaro, scorrevole e commovente di questo: ho infatti pianto dall'inizio alla fine del racconto, senza mai smettere. È' sicuramente uno dei libri più tragici mai letti, proprio per questo un vero capolavoro. Lo stile affascina perché sintetico, martellante, vibrante di dolore.

  • User Icon

    Lerda Livio

    25/03/2015 15:38:14

    2. Non credo di aver mai letto un libro tanto toccante, bello, chiaro, coinvolgente ed avvincente. È la storia triste di una donna che si cimenta in un'avventura fantastica e grande: l'adozione di una bambina grandicella che la rifiuta e che la fa sentire inadeguata. L'autrice si trova infatti davanti ad infiniti problemi da fronteggiare. Con una tenacia sorprendente ed impressionante la Grande Donna e Madre Vera tenta di educare la figlia, per renderla una donna serena. Bianca cresce ribelle, ma alla fine continua ad andare a scuola e sicuramente si diplomerà ed avrà il futuro sereno per cui la madre si batte fino allo sfinimento, lottando contro il mondo intero. Ecco il messaggio: l'amore vero lotta sempre accanto a te per il tuo bene e non si arrende mai

  • User Icon

    Giovy

    24/03/2015 14:37:01

    1. Che emozione e che strazio questa storia vera! Perché vera lo è sicuramente: non si possono inventare racconti così reali e toccanti allo stesso tempo. Solamente il dolore può rendere la narrazione tanto coinvolgente e bella. Ho letto questo libro drammatico in sole due serate e mi ha coinvolta tanto e toccata nel più profondo del mio cuore. Bellissima storia! Trovo molto utile sapere che in Italia esistono strutture in grado di aiutare gli adolescenti problematici e le loro famiglie disperate. Credo dovrebbero leggere questo capolavoro tutte le madri disperate con problemi simili a quelli dell'autrice. Il confronto con altre sofferenze sicuramente aiuta e reca conforto.

  • User Icon

    Anto Corsini

    28/01/2015 19:29:16

    Libro bellissimo sia per i contenuti, anche se terribili, che per lo stile impeccabile, crudo, essenziale, conciso ed incalzante. Si ode il pianto scorrere lungo le parole ed arrivare agli occhi del lettori, si avvertono le urla lancinanti della madre, si vive un dolore sordo e lacerante. Non credo di aver mai letto un libro più coinvolgente. Mi è piaciuta tanto la descrizione dell'adozione della piccola Bianca, dei suoi primi anni in famiglia. Ho trovato allucinante la sua adolescenza e spero che nessun'altra madre debba vivere un dramma così terribile, continuo, lacerante ed angosciante. Ma esisterà un seguito a questa storia? Bianca sarà adesso una giovane donna equilibrata? Riuscirà a capire il grande amore che le ha riversato la madre non finta, ma vera? Con costanza, tenacia, coraggio questa madre è riuscita a trasmettere comunque , secondo me, dei valori positivi che prima o poi Bianca farà suoi.

  • User Icon

    ROSARIA

    20/01/2015 10:23:33

    LIBRO ESSENZIALE, CRUDO, MERAVIGLIOSO ED UNICO NEL SUO GENERE! DA CONSIGLIARE A TUTTE LE FAMIGLIE CHE INTENDONO ADOTTARE BAMBINI O CHE HANNO DEI FIGLI RIBELLI. IL CONFRONTO CON CHI VIVE GLI STESSI PROBLEMI è SEMPRE TANTO UTILE. Nel leggerlo mi sono sentita proiettata in un vortice di angoscia, di dolore infinito di sofferenza pura e vera. Ho sofferto insieme all'autrice ed alla figlia, credo sia un libro adatto solo a persone sensibili e buone, di aiuto per chi vive sofferenze così tremende. Da imitare i suggerimenti dell'autrice per non cadere in depressione: tè con le amiche, volontariato con i cani, buona lettura e lunghe passeggiate. E' un libro che fa riflettere e soffrire, ma che aiuta a non smettere mai di sognare e di sperare, malgrado i venti contrari della vita.

  • User Icon

    mariaconcetta

    15/01/2015 18:10:17

    Che meraviglioso libro che mi ha fatto passare la notte in bianco per leggero! Impossibile smettere senza averlo finito, troppo coinvolgente e commovente dallo stile impeccabile: volevo assolutamente sapere come sarebbe andato a finire. Adesso vorrei leggerne un secondo per capire se i problemi dell'ormai adulta Bianca sono superati, in parte o del tutto. Io credo che finalmente la ragazzina, terminata la terribile crisi adolescenziale, abbia capito l'amore profondo della madre, donna Vera e tosta, che ha cercato, sempre e comunque di far la madre, cioè di educare e di pretendere il giusto. Che angoscia deve aver provato questa grande madre di fronte ad una ragazza che fugge di notte! Che strazio vederla bighellonare e sprecare i suoi talenti! Che dolore infinito nel sentirsi impotente di fronte ad una crisi adolescenziale così devastante! Povera ragazza e poveri genitori!

  • User Icon

    Antonietta

    19/12/2014 18:32:49

    Un libro chiaro, che si legge molto volentieri e velocemente. La storia purtroppo è molto triste, commovente. Ho pianto tanto perché sono una madre adottiva e questo racconto mi ha molto appassionata. Mi dispiace che l autrice abbia incontrato tanti problemi nel crescere la figlia, soprattutto che abbia dovuto soffrire così tanto. A me, per fortuna, è andata meglio, anche se adottare un bambino di cinque anni non e cosi semplice come si potrebbe pensare. Occorre tanto amore, molta pazienza, la stessa che ha avuto questa donna coraggiosa. L ammiro tanto e credo che Bianca con il tempo, crescendo, diventerà una donna ed una madre esemplare. La sofferenza ed il dolore aiutano a diventare persone migliori.

  • User Icon

    Dani

    17/12/2014 15:21:41

    E' una bellissima e tristissima storia di una donna che con coraggio decide di adottare una bambina già grandicella, di cinque anni. Il modo di scrivere è semplice e brioso, schietto e angosciante. La bella favola si trasforma in un incubo che non sembra finire mai, ma dopo molta sofferenza finalmente si apre uno spiraglio di speranza: Bianca, dopo tanta ribellione, inizia a capire, forse, il grande amore della donna che l'ha adottata, lottando contro tutto il mondo. Mi è piaciuta la descrizione degli alunni della madre, ritengo interessante il modo in cui la donna ha sconfitto la tristezza: il volontariato in un canile.

  • User Icon

    Carlo

    17/12/2014 14:21:02

    E' una storia toccante di sofferenza ed amore scritta in modo scorrevole e piacevole. Si intrecciano momenti di disperazione, di gioia, di dolore profondo e così intenso da lasciar sgomento il lettore. La madre, donna vera, sensibile ed umana nel suo profondo dramma sa sviscerare tutti i più grandi sentimenti umani. A volte il dolore risulta tanto intenso da rasentare la follia. Ritengo sia un bel libro e lo consiglio vivamente a chi intende diventare genitore, specialmente a chi desidera adottare bambini ormai grandicelli. Malgrado tutto il libro diventa un inno alla speranza, alla pazienza, alla gioia di vivere.

  • User Icon

    mara

    16/12/2014 19:36:51

    Magnifico libro! Da leggere in un soffio perché' ti coinvolge troppo! Un racconto da gustare nei momenti di crisi per trovare la forza di andare avanti e di non perdere la speranza, un grido di dolore verso la vita che a volte può sembrare troppo dolorosa per qualunque essere umano. Ma l'autrice non si lascia abbattere dai momenti bui, anzi il dolore le dà il coraggio di affrontare tutto ancora meglio di prima. Il tè con le amiche, il volontariato al canile, il lavoro a contatto di altri esseri viventi sanno ridare al'autrice la forza e la voglia di vivere e di continuare a lottare. Mi piacerebbe tanto sapere se Bianca é diventata una giovane donna onesta!Lo spero tanto per questa madre Vera e per niente finta.

  • User Icon

    Luisa

    08/12/2014 21:02:32

    UNA STORIA CRUDA, REALE,SCRITTA IN MODO FLUIDO, AVVINCENTE, CHIARO. Non avrei mai pensato si potesse soffrire così per i figli! A volte la madre, non finta, ma vera, rasenta la follia ed il lettore si trova a soffrire e a sperare con lei. Non credo di aver mai letto un racconto che "ti cattura così tanto" . Il dolore, l'amarezza più cruda, la malinconia assoluta, lasciano intravvedere sempre un velo di speranza, un lontano raggio di sole. Lo consiglio a tutte noi donne e madri che lottiamo quotidianamente per il bene della nostra famiglia, per amore dei nostri figli. Solo una madre vera può SOPPORTARE E PERDONARE così tanto. Per concludere, una sola parola: BELLISSIMO!

  • User Icon

    ELISABETTA

    24/11/2014 19:30:54

    Che meraviglia! Come viene descritta bene la crisi adolescenziale di Bianca, la sua sofferenza, la sua infinita rabbia e ribellione! Ma può una famiglia sopportare così tanto? Come si può attendere senza morire una figlia tredicenne che fugge di notte? Come é possibile perdonare una ragazza tanto indisponente, anche se manifesta un dolore inguaribile? Solo una madre vera può sopportare tutto e continuare a sperare e ad educare. Magnifica e sensibile appare la professoressa di francese, come altri professori delle medie. Gli insegnanti delle superiori ed il Preside hanno sempre manifestato molta intelligenza e comprensione di fronte ad una ragazza profondamente triste. Penso sia un libro pieno di valori positivi.

  • User Icon

    Gabriella

    24/11/2014 13:06:53

    Un libro magnifico, tristissimo, angosciante, vero, pieno di amore, pazzia, disperazione. Ho versato fiumi di lacrime, ho trepidato e sofferto con la madre, una vera donna altruista ed intelligente come poche. Che pazienza! Quanta rabbia! Quanto dolore profondo ed infinito! Quanta costanza e perseveranza ha questa madre Vera e speciale. Infinito e profondo il dolore della bambina strappata alla suora-madre. Scarsissimo l'altruismo della suora! Lo stile é chiaro, è un libro da leggere tutto d'un fiato

  • User Icon

    Antonia

    23/11/2014 12:26:54

    Libro appassionante, intrigante, angosciante, triste e molto molto ben scritto, mai noioso o faticoso. Non si può non soffrire per la madre e soprattutto per la figlia adottiva, che tantissimo deve aver patito. I comportamenti della piccola Bianca non sono altro che l'estrinsecazione della sua sofferenza di bambina prima strappata ai genitori e poi alla suora-madre. Che ferite profonde! Che lacerazioni insanabili! Da riflettere con grande rispetto sulle difficoltà che si trovano ad affrontare i genitori dei piccoli adottati, soprattutto se già un po' cresciuti. Un libro che aiuta chi è disperato a continuare a lottare con tenacia e a sperare! Desidererei molto leggere il seguito del libro unico nel suo genere

  • User Icon

    Emanuela

    10/11/2014 15:17:00

    Emanuela Che bel libro! Raramente se ne trovano di così coinvolgenti! Ho pianto di continuo, inzuppando tutte le pagine, ma non mi sono fermata, anzi l'ho divorato in due soli giorni. Mi é piaciuto leggere questa storia vera e triste perché lo stile é essenziale, chiaro, mai noioso. MAGNIFICO! Lo consiglio soprattutto a chi rimpiange di non aver avuto figli, a tutte le madri scoraggiate tristi, deluse. Malgrado le prove della vita, malgrado tutto, si può sempre alzare la testa e tornare a sperare: questo è il messaggio che ho colto tra le righe. Lo consiglio a tutte le madri. La scrittrice, grazie alle poche e vere amiche, al suo amato lavoro, ai suoi adorati cani trova sempre la forza di fronteggiare le avversità che sono, ahimé, innumerevoli.

  • User Icon

    Daria

    09/11/2014 11:31:46

    Il libro racconta i problemi, le ansie, le delusioni, i drammi che viviamo noi donne. In modo conciso e chiaro é narrata la vita di una donna , di una figlia, di una moglie, di una Donna che si batte, che soffre e non demorde mai. Lei preferisce rischiare pur di non vivere di rimorsi, ma, ahimè, dovrà lottare contro tutti e tutto. Trovo meraviglioso il racconto della mamma-maestra, molto delicata la descrizione dei piccoli e problematici alunni. E' un crescendo di difficoltà che via via la madre per scelta si trova a dover fronteggiare ora in modo delicato, ora in modo determinato, a volte anche un po' folle, ma si sa la vita è proprio così?.

Vedi tutte le 26 recensioni cliente
Note legali