Sonate dai manoscritti italiani

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Compositore: Johann Adolph Hasse
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: RCA Red Seal
Data di pubblicazione: 10 novembre 2014
  • EAN: 0888837252027

€ 26,73

Punti Premium: 20

Venduto e spedito da IBS

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Dalle biblioteche italiane Andrea Bacchetti sceglie un'antologia di manoscritti a firma di Johann Adolf Hasse, tedesco di nascitama del tutto italiano per formazione musicale e carriera. Un genio ancora poco conosciuto, stella del Settecento, operista ma anche raffinatissimo compositore dimusica strumentale e sacra. Le opere qui registrate in prima mondiale ci mostranoun'arte con pochi termini di paragoneNel panorama del diciottesimo secolo.
Disco 1
1
Sonata del Sig. Sassone
2
Del Sig. Giulio Pin Allegro
3
Fuga per organo del Sig. Gio. Adolfo Hasse detto il Sassone (Moderato)
Disco 2
4
Allegro
5
Largo
6
Minuet
Disco 3
7
Allegro
8
Andante
9
Minuet Allegro
Disco 4
10
Staccato
11
Allegro Assai
Disco 5
12
Allegretto
13
Allegro
  • Johann Adolph Hasse Cover

    Compositore tedesco. Inizialmente tenore ad Amburgo, debuttò come operista nel 1721 a Braunschweig con l'opera Antioco. Nel 1722 si recò a Napoli per studiare con N. Porpora e A. Scarlatti: i due compositori esercitarono un notevole influsso sulle opere che H. fece rappresentare con successo in quel periodo. Passato a Venezia (1727), divenne maestro di cappella al conservatorio degli Incurabili e continuò la sua brillante carriera teatrale (Attalo, re di Bitinia, 1728; Tigrane, 1729; Ezio, 1730; Artaserse, 1731). Nel 1730 sposò il celebre contralto Faustina Bordoni (f Hasse, Faustina). Invitato a Dresda, vi ottenne un trionfo con Cleofide; tornato in Italia, fu acclamato a Torino (Catone in Utica), Roma (Cajo Fabrizio), Venezia (Demetrio ed Euristeo), Bologna (Siroe re di Persia). Nel 1733... Approfondisci
| Vedi di più >
| Vedi di più >
Note legali