Sonate per fortepiano op.17

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Compositore: Johann Christian Bach
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Brilliant Classics
Data di pubblicazione: 1 febbraio 2014
  • EAN: 5028421946610

€ 9,50

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Sonata in Sol maggiore n.1; Sonata in Do minore n.2; Sonata in Mi bemolle maggiore n.3; Sonata in Sol maggiore n.4; Sonata in La maggiore n.5; Sonata in Si bemolle maggiore n.6
Il secondo volume dell’integrale delle opere per strumento a tastiera di Johann Christian Bach avviata da Bart van Oort presenta le sei Sonate op.17. Questi lavori del compositore passato alla storia della musica con il soprannome di Bach di Londra possono essere considerate una sorta di archetipo dello stile galante, riunendo in sé l’arguzia, il fascino sottile, la brillantezza e la cordialità che costituirono le cifre stilistiche principali dell’ultimogenito dell’autore della Messa in Si minore, che tra gli altri incarichi ricoprì anche quello di maestro della regina d’Inghilterra. Il fortista Bart van Oort è considerato uno degli interpreti più autorevoli del repertorio classico. In particolare, van Oort porta avanti un’intensa attività concertistica che lo vede protagonista in ogni parte del mondo, tiene spesso masterclass e conferenze concerto e vanta al suo attivo una vasta e qualificata discografia dedicata soprattutto ad autori come Haydn, Mozart e Field. Il booklet contiene corpose note di copertina sul compositore e sulle opere eseguite firmate dallo stesso van Oort e una biografia dell’interprete.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Johann Christian Bach Cover

    Compositore tedesco. Figlio minore di Johann Sebastian B., fu educato a Berlino, dopo la morte del padre, dal fratellastro Carl Philipp Emanuel. Nel 1754 venne in Italia e cominciò a comporre musica sacra, ottenendo il posto di organista del duomo di Milano nel 1760. A Milano rappresentò la sua prima opera, Artaserse (1761). Invitato a Londra nel 1762, vi ebbe l'incarico di musicista di camera della regina Charlotte e divenne un operista di successo. Organizzò, con C.F. Abel, una serie di concerti pubblici. Scrisse anche due opere per Mannheim e una, Amadis de Gaule, per Parigi. La sua produzione strumentale comprende 60 sinfonie e ouvertures (alcune nella forma dell'ouverture d'opera), concerti per pianoforte, musica da camera di tutti i generi, sonate e altri pezzi per pianoforte. Fu il... Approfondisci
Note legali